Marzo 2018
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Marzo 2018  
  Archivio riviste    
Spaccio di droga, corruzione e abuso. Poliziotto penitenziario intercettato nel carcere di Brescia, ma forse coinvolti anche altri agenti

Polizia Penitenziaria - Spaccio di droga, corruzione e abuso. Poliziotto penitenziario intercettato nel carcere di Brescia, ma forse coinvolti anche altri agenti


Notizia del 01/11/2017 - BRESCIA
Letto (4481 volte)
 Stampa questo articolo


Droga in carcere, l’inchiesta si allarga. E siamo solo all’inizio. Nelle scorse settimane su ordinanza di custodia cautelare in manette (e in cella, prima a Santa Maria Capua Vetere poi qui a Brescia) è finito L.P., 30 anni, origini calabresi, agente di Polizia Penitenziaria in servizio da tempo a Canton Mombello (ma intercettato dai carabinieri a Caserta a casa di alcuni parenti) con le accuse — pesantissime — che vanno dallo spaccio alla corruzione fino all’abuso d’ufficio. Per il sostituto procuratore Ambrogio Cassiani avrebbe tirato le fila di un giro di cocaina dentro le mura della casa circondariale, con la complicità di chi dietro le sbarre già si trovava. Nel registro degli indagati sono finite altre tre persone: un secondo poliziotto penitenziario e due detenuti. Anche loro rispondono di spaccio.

L’indagine, delicatissima, non è stata affatto facile. L’hanno condotta, per quasi due anni, proprio i colleghi di Polizia Penitenziaria. A innescare l’inchiesta fu la denuncia di un detenuto che sosteneva di essere stato raggirato: il poliziotto finito in manette, in sostanza, avrebbe acquistato da lui un’automobile usata, ma senza provvedere nè al pagamento nè al passaggio di proprietà. Al punto che l’ex proprietario (ma formalmente ancora tale) si sarebbe visto recapitare sanzioni mai prese. Ma di illecito c’era ben altro, almeno stando ai riscontri della procura: per oltre un anno l’agente in questione avrebbe gestito la compravendita di cocaina in carcere. Dentro lo spaccio al dettaglio con l’aiuto di un paio di detenuti. Fuori i fornitori, albanesi. Ma per gli inquirenti i canali di approvvigionamento sarebbero due, distinti.

Chi comprava pagava con vaglia postale, grazie all’aiuto di chi dietro alle sbarre naturalmente non era. E c’è chi è disposto a confermarlo. Domani, in tribunale, è fissato l’incidente probatorio per cristallizzare le dichiarazioni di un detenuto che la droga la comprava. Altri agenti, presunti consumatori, potrebbero essere sottoposti all’esame del capello: rischiano quindi provvedimenti disciplinari gravi. Gli indagati, per ora, sono quattro.

brescia.corriere.it

STATISTICHE CARCERI REGIONE LOMBARDIA
Statistiche carceri Regione Lombardia







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Suicida in casa agente di Polizia Penitenziaria. Era in servizio nel carcere di Aosta L''Agente era alle dipendenze del Gruppo Operativo Mobile

2 Pericoloso detenuto accusa malore sull’A2: agenti di Messina sventano la fuga

3 Blitz in carcere: perquisite celle e detenuti per cercare droga e telefonini sospetti

4 Droga in carcere: poliziotto incastrato da una microspia nei gradi

5 Eurodeputata di Forza Italia in visita al Carcere di Busto: i detenuti stranieri scontino la pena nel loro Paese d’origine”

6 Arrestati due agenti del carcere di Matera agevolazioni a detenuti in cambio di denaro

7 Vallanzasca, carcere Bollate: dategli la libertà condizionale

8 Perseguitava ex capo scorta di Alfano. Poliziotto penitenziario condannato a 3 anni di reclusione

9 La frutta non ci piace». Scattano violenza e intimidazioni da parte dei detenuti al 41 bis

10 Gratteri: “Campi di lavoro per i mafiosi se vogliono mangiare”


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Due anni fa ci lasciava Nicola Caserta, Presidente del Sappe, amico e collega di tutti noi

2 Lorenzo Cutugno: in memoria dell''Agente di Custodia ucciso dalle BR l''11 aprile 1978

3 Quanto il temporeggiatore arretra ...

4 Raffaele Cinotti: in memoria del Vice Brigadiere degli Agenti di Custodia, ucciso a Roma il 7 aprile del 1981

5 Le caserme (quasi) gratis della Polizia Penitenziaria

6 Sempre un passo indietro... perchè la Polizia Penitenziaria non sta al livello degli altri

7 Le garanzie costituzionali per le perquisizioni personali

8 Il rapporto tra immigrazione, carcere ed elezioni politiche

9 Sicurezza sul lavoro: il rischio elettrico

10 Convegno Salerno tenuto il 10 aprile dal Sappe su “Radicalizzazione nelle carceri”