Dicembre 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Dicembre 2017  
  Archivio riviste    
Spaccio di droga, corruzione e abuso. Poliziotto penitenziario intercettato nel carcere di Brescia, ma forse coinvolti anche altri agenti

Polizia Penitenziaria - Spaccio di droga, corruzione e abuso. Poliziotto penitenziario intercettato nel carcere di Brescia, ma forse coinvolti anche altri agenti


Notizia del 01/11/2017 - BRESCIA
Letto (4336 volte)
 Stampa questo articolo


Droga in carcere, l’inchiesta si allarga. E siamo solo all’inizio. Nelle scorse settimane su ordinanza di custodia cautelare in manette (e in cella, prima a Santa Maria Capua Vetere poi qui a Brescia) è finito L.P., 30 anni, origini calabresi, agente di Polizia Penitenziaria in servizio da tempo a Canton Mombello (ma intercettato dai carabinieri a Caserta a casa di alcuni parenti) con le accuse — pesantissime — che vanno dallo spaccio alla corruzione fino all’abuso d’ufficio. Per il sostituto procuratore Ambrogio Cassiani avrebbe tirato le fila di un giro di cocaina dentro le mura della casa circondariale, con la complicità di chi dietro le sbarre già si trovava. Nel registro degli indagati sono finite altre tre persone: un secondo poliziotto penitenziario e due detenuti. Anche loro rispondono di spaccio.

L’indagine, delicatissima, non è stata affatto facile. L’hanno condotta, per quasi due anni, proprio i colleghi di Polizia Penitenziaria. A innescare l’inchiesta fu la denuncia di un detenuto che sosteneva di essere stato raggirato: il poliziotto finito in manette, in sostanza, avrebbe acquistato da lui un’automobile usata, ma senza provvedere nè al pagamento nè al passaggio di proprietà. Al punto che l’ex proprietario (ma formalmente ancora tale) si sarebbe visto recapitare sanzioni mai prese. Ma di illecito c’era ben altro, almeno stando ai riscontri della procura: per oltre un anno l’agente in questione avrebbe gestito la compravendita di cocaina in carcere. Dentro lo spaccio al dettaglio con l’aiuto di un paio di detenuti. Fuori i fornitori, albanesi. Ma per gli inquirenti i canali di approvvigionamento sarebbero due, distinti.

Chi comprava pagava con vaglia postale, grazie all’aiuto di chi dietro alle sbarre naturalmente non era. E c’è chi è disposto a confermarlo. Domani, in tribunale, è fissato l’incidente probatorio per cristallizzare le dichiarazioni di un detenuto che la droga la comprava. Altri agenti, presunti consumatori, potrebbero essere sottoposti all’esame del capello: rischiano quindi provvedimenti disciplinari gravi. Gli indagati, per ora, sono quattro.

brescia.corriere.it

STATISTICHE CARCERI REGIONE LOMBARDIA
Statistiche carceri Regione Lombardia







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Forze dell’Ordine, arriva il Taser. Ecco il modello scelto per la sperimentazione

2 Colloqui disinvolti nel carcere di Padova: ai boss veniva consentito anche di incontrare persone sotto inchiesta del proprio clan

3 Pagarono 50 euro al medico per falsi certificati: licenziati due Poliziotti penitenziari già sospesi

4 Migliorano le condizioni degli allievi a Cairo Montenotte. Il sindaco: bollite l''acqua

5 Arrestato ex Agente penitenziario dai Carabinieri: in casa teneva pistole, munizioni e paletta della Polizia Penitenziaria

6 Enrico Sbriglia: a Padova ci sono scandali perché qui si indaga. Nelle altre carceri c''è omertà e copertura

7 Protesta nazionale dei Poliziotti penitenziari francesi: aggressioni continue, poco interesse da parte del Governo

8 Ergastolano ordinava estorsioni e pestaggi dal carcere di Bologna: utilizzava il telefono del compagno di cella che era in semilibertà

9 Boss mafiosi nella stessa cella e a colloqui con le loro famiglie nello stesso momento: così impartivano ordini dal carcere di Padova

10 Carcere di Salerno: detenuti si lanciano olio bollente, Agente ferito con arma da taglio, telefonino e chiavetta usb


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 La resa e lo scioglimento della Polizia Penitenziaria: una scelta che avrà pesanti ricadute per lo Stato

2 Amministrazione di cartone o cartoni animati dell’Ammistrazione?

3 Visite medico-fiscali: il Re, il Giullare e i cetrioli che volano

4 Se San Basilide volesse farci una grazia, accetteremmo volentieri il passaggio agli Interni

5 In ricordo dell’assistente capo Salvatore De Luca

6 In ricordo del Sovrintendente Capo Italo Giovanni Corleone

7 Gli ex-terroristi salgono in cattedra nelle carceri, nel tentativo di mettere il bavaglio ai poliziotti che protestano

8 Una riforma necessaria: dalla sentenza Torreggiani ad oggi

9 Videoconferenze tra DAP e periferia: ogni tanto una buona notizia

10 Lotta alle mafie: le parole di chi non ha omesso il carcere e la Polizia Penitenziaria