Giugno 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Giugno 2017  
  Archivio riviste    
Studenti universitari presentano 13 minuti di cortometraggio sulla vita dei detenuti della casa circondariale di Viterbo.

Notizia del 27/05/2011 - VITERBO

Studenti universitari presentano 13 minuti di cortometraggio sulla vita dei detenuti della casa circondariale di Viterbo.

letto 2173 volte)

 Stampa questo articolo         Condividi

La tv è vita. Per la popolazione detenuta una finestra sul mondo. Unico spiraglio di luce. Interessante comprendere, e snocciolare, il rapporto che intercorre tra i mass media e chi, per scelte e condotte di vita sbagliate, dovrà scontare una pena in carcere. 13 minuti di cortometraggio che descrivono, raccontano e, per certi versi analizzano, attraverso un'analisi meramente sociologica, la vita dei detenuti della casa circondariale Mammagialla.

E' stato presentato ufficialmente giovedì mattina, presso l'Aula Magna della Facoltà di Scienze Politiche il progetto “La Tv è vita”. Il cortometraggio-documentario è stato realizzato da Davide Paolucci, Elisa Ponti, Silvia Cerica ed Elisa Spinelli. Coordinatore del progetto il professor Giovanni Fiorentino.

“Oggi presentiamo questo progetto – ha esordito il professor Giovanni Fiorentino - frutto di 1 anno e mezzo di lavoro. Un video-documentario nato grazie alla collaborazione fattiva tra l'Università della Tuscia e il carcere”. La televisione, scatola magica, che offre voce e volto ai detenuti che mettono in gioco loro stessi per provare a sollecitare, attraverso i media, nella società “esterna”, una cultura di attenzione al carcere e alla sua vita intensamente mediatica: luogo potenziale di comunicazione, ricerca, studio, e magari di produzione creativa.

“Mi piace constatare – ha spiegato Pierpaolo D'Andria, direttore della casa circondariale di Viterbo - che questo progetto si inserisce in un contesto di collaborazione”. 10 detenuti di Mammagialla sono iscritti all'Università; 7 su 10 sono studenti dell'Università della Tuscia. “Interessante è capire – ha proseguito il direttore D'Andria - il rapporto tra carcere e mass media: un tema molto dibattuto. Credo che ancora manchino degli studi che permettano di comprendere come la popolazione detenuta fruisce dei messi di comunicazione”. Presente all'incontro, in veste di relatore, anche Matteo Sanfilippo, direttore dipartimento Disucom.


tratto da ONTUSCIA.IT

STATISTICHE CARCERI REGIONE LAZIO
Statistiche carceri Regione Lazio







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Bambino di 5 anni muore in piscina: il papà è un Agente della Polizia Penitenziaria

2 Una procura massonica guidata all''epoca da Giovanni Tinebra: lo sfogo di Fiammetta Borsellino

3 Ecco come Carabinieri e Polizia Penitenziaria hanno riacciuffato i tre evasi dal carcere di Barcellona PG

4 Detenuti protestano in nome di Allah: frattura al braccio per un Agente e altri Poliziotti penitenziari feriti nel carcere di Verona

5 Tragedia sfiorata: Poliziotto penitenziario trasferito in ospedale in codice rosso. Ferito in una rissa tra detenuti nel carcere di Porto Azzurro

6 Santi Consolo totalmente inadeguato al suo ruolo e carceri fuori controllo: conferenza stampa al Senato

7 Matrimonio tra Poliziotta penitenziaria e detenuto: lei lo aiutò ad evadere dal carcere svizzero

8 Uccise anche il Generale Dalla Chiesa: ora Antonino Madonia vuole lo sconto di pena per trattamento inumano in carcere e la Cassazione la ritiene una legittima richiesta

9 Nostro fratello Mormile ucciso dall''accordo tra DAP e servizi segreti: testimone di colloqui tra Stato e boss mafiosi nel carcere di Parma

10 Detenuto Rachid Assarag a processo per violenza e oltraggio all''Ispettore di Polizia Penitenziaria di sorveglianza nel carcere di Imperia


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Perché tanta attenzione all’USPEV e nessuna considerazione per NIC e GOM?

2 Adesso che è legge il reato di "tortura" sicuramente abbiamo risolto il problema ... quindi se facciamo una legge contro l''imbecillità la debelliamo dal Paese?

3 Riordino delle carriere: le tabelle e tutto quello che c’è da sapere

4 Il Nucleo Investigativo Centrale della Polizia Penitenziaria arresta uno degli evasi di Barcellona P.G.

5 Altro successo del NIC: presi tutti gli evasi di Barcellona PG

6 Il Nucleo Investigativo Centrale della Polizia Penitenziaria arresta i favoreggiatori dell''evasione di Rebibbia

7 Il malessere del Corpo in una lettera a un quotidiano di Alessandria

8 Le discutibili relazioni tra Dap, Radicali e Associazioni di Volontariato denuciate dal Senatore Di Maggio

9 Lettera aperta di Capece a Rita Bernardini

10 Fiamme Azzurre, nuova stagione olimpica e nuova location per la preparazione di Anna Cappellini e Luca Lanotte