Settembre 2016
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Settembre 2016  
  Archivio riviste    
Suicida assistente capo della Polizia Penitenziaria in servizio ad Avellino

Notizia del 31/10/2011 - AVELLINO

Suicida assistente capo della Polizia Penitenziaria in servizio ad Avellino

letto 2304 volte)

 Stampa questo articolo         Condividi

 Ancora un suicidio tra i poliziotti penitenziari. Un assistente capo della Polizia Penitenziaria in servizio ad Avellino si e' ucciso a Battipaglia. A darne notizia e' il Sappe. "Siamo sgomenti e sconvolti - dichiara Donato Capece, segretario generale del sindacato - Non sono ancora chiare le ragioni che hanno spinto l'uomo, 45 anni, a compiere il gesto estremo. Siamo impietriti per questa nuova immane tragedia, anche perche' avviene a brevissima distanza di tempo dal suicidio di altri appartenenti al Corpo di Polizia Penitenziaria in servizio a Mamone Lode', Caltagirone, Viterbo, Torino e Roma".

"Oggi - prosegue - piangiamo la vittima di un'altra tragedia che ha sconvolto i baschi azzurri, nell'indifferenza assoluta e colpevole dell'amministrazione penitenziaria che sottovaluta questa grave realta'. Noi ci stringiamo con tutto l'affetto e la solidarieta' possibili al dolore indescrivibile della moglie, della figlia, dei familiari, degli amici e dei colleghi. Dal 2000 ad oggi - fa conti il sindacalista - si sono uccisi 100 poliziotti penitenziari, un direttore di istituto (Armida Miserere, nel 2003 a Sulmona) e un dirigente regionale (Paolino Quattrone, nel 2010 a Cosenza). E sei suicidi in pochi mesi sono sconvolgenti. Da tempo sosteniamo che bisogna comprendere e accertare quanto hanno eventualmente inciso l'attivita' lavorativa e le difficili condizioni lavorative nel tragico gesto estremo"."L'amministrazione penitenziaria, dopo la tragica escalation di suicidi degli scorsi anni - prosegue Capece - accerto' che i suicidi di appartenenti alla Polizia Penitenziaria, benche' verosimilmente indotti dalle ragioni piu' varie e comunque strettamente personali, sono in taluni casi le manifestazioni piu' drammatiche e dolorose di un disagio derivante da un lavoro difficile e carico di tensioni. Proprio per questo il Dap assicuro' ai sindacati di prestare particolare attenzione al tragico problema, con la verifica delle condizioni di disagio del personale e l'eventuale istituzione di centri di ascolto"."Ma a tutt'oggi - accusa il segretario generale del Sappe - non sono stati colpevolmente attivati questi importanti centri di ascolto e questa colpevole superficialita' su un tema tanto delicato quanto importante e' imperdonabile se in poco tempo 6 appartenenti alla Polizia Penitenziaria si sono tolti la vita. Ed e' grave che su un tema tanto delicato quanto il disagio lavorativo dei baschi azzurri ci sia cosi' tanta superficialita'. Chiediamo al ministro della Giustizia Nitto Francesco Palma di farsi carico in prima persona di questo importante problema"."Lo abbiamo detto e lo ripetiamo: l'istituzione di appositi Centri specializzati in grado di fornire un buon supporto psicologico agli operatori di Polizia, garantendo la massima privacy a coloro i quali intendono avvalersene, puo' essere un'occasione - sottolinea Capece - per aumentare l'autostima e la consapevolezza di possedere risorse e capacita' spendibili in una professione davvero dura e difficile, all'interno di un ambiente particolare quale e' il carcere". Un'azione, questa, che non va "disgiunta dai necessari interventi istituzionali intesi a privilegiare maggiormente l'aspetto umano e il rispetto della persona nei rapporti gerarchici e funzionali che caratterizzano la Polizia penitenziaria. Su queste tragedie non possono e non devono esserci colpevoli superficialita' o disattenzioni", conclude il sindacalista.

Master di II Livello in Studi Penitenziari e dell'Esecuzione Penale






Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Master di II Livello in Studi Penitenziari e dell'Esecuzione Penale




Tutti gli Articoli
1 Sesso tra detenuti e Poliziotte penitenziarie: la Procura di Brescia apre un''inchiesta

2 Poliziotto penitenziario arrestato: avrebbe prestato la sua pistola ad un albanese che ha minacciato i clienti di un bar

3 Sesso tra Poliziotte e detenuti a Brescia: ci sono anche le riprese delle telecamere interne al carcere

4 Operazione in corso della Guardia di Finanza e della Polizia Penitenziaria: sequestrati 18 milioni di euro al clan Zagaria dei casalesi

5 Sebastiano Ardita contro il regime delle celle aperte nelle carceri: sarebbe legittimo se fosse la Polizia Penitenziaria a decidere

6 Maxi rissa nel Carcere femminile di Roma Rebibbia

7 Poliziotto penitenziario falsifica a mano certificato medico: condannato per falso e truffa

8 Giudice aggredito da detenuto durante il processo: ANM chiede più sicurezza nei tribunali

9 Polizia Penitenziaria beffata nel carcere di Venezia: detenuto riceve un oggetto dall''esterno, si teme sia un''arma

10 Carminati fa socialità al 41-bis con mafioso collegato a Matteo Messina Denaro e il DAP interviene


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 In memoria di Francesco Rucci, Brigadiere degli Agenti di Custodia ucciso da terroristi di Prima linea il 18 settembre 1981

2 Le perquisizioni di primo ingresso del detenuto. Le tutele per il poliziotto penitenziario che esegue le operazioni

3 TAR Lombardia dichiara illegittima la revoca del trasferimento di un agente per legge 104 a seguito del decesso del familiare

4 Pubblicato il Decreto per la razionalizzazione delle Forze di Polizia

5 Il Corridoio Magico diventa un bunker. Dopo che il Fatto Quotidiano ha pubblicato carte riservate del DAP, arrivano le contromisure

6 L''emergenza carceri può attendere: ora nel DAP infuria la guerra delle stanze

7 Master in Studi Penitenziari e dell''Esecuzione Penale

8 La croci … ata del sindacalista

9 Intervista di Consolo a Il Foglio: Un piano per dare dignità e speranza a ciascun detenuto

10 Che succede nelle carceri minorili (che non sono più solo per minorenni) ?