Novembre 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Novembre 2017  
  Archivio riviste    
Suicidi in carcere: ragazzo impiccato a San Vittore inchiesta su istigazione al suicidio

Notizia del 06/03/2012 - MILANO

Suicidi in carcere: ragazzo impiccato a San Vittore inchiesta su istigazione al suicidio

letto 2555 volte)

 Stampa questo articolo         Condividi
Istigazione al suicidio. Questal’ipotesi di reato formulata dal pubblico ministero Giovanni Polizzi per far luce sulla morte di Alessandro Gallelli, il 21enne che il 18 febbraio si è impiccato nella sua cella nel carcere di San Vittore, usando una felpa come cappio. Il passaggio del fascicolo dal modello senza ipotesi di reato al modello con ipotesi di reato, comunque sempre a carico di ignoti, è al momento un atto del tutto tecnico.
 
Solo in questo modo il pm ha potuto disporre l’audizione degli agenti della Polizia Penitenziaria addetti alla sorveglianza del ragazzo, che quando si è ucciso era in isolamento nel reparto di psichiatria; acquisire le relazioni dei medici che lo hanno seguito; disporre gli esami tossicologici in sede di autopsia, che in genere nei casi di suicidio comunque non vengono eseguiti; e sentire i genitori e il fratello di Gallelli.
 
I genitori e il fratello del 21enne, che ancora non hanno deciso se depositare un esposto in procura, non si spiegano l’accaduto e in particolare si chiedono come una persona che decida di uccidersi, lo faccia tramite impiccagione. Hanno dichiarato a Polizzi di non capire come mai il figlio - accusato dal pm Daniela Cento per violenza sessuale, stalking, atti osceni in luogo pubblico e altri reati - fosse in regime di custodia cautelare in carcere.
 
Va però ricordato che l’ordinanza d’arresto del gip Micaela Curami era stata confermata dai giudici del riesame e recentemente due istanze di concessione degli arresti domiciliari in comunità presentate al giudice per l’udienza preliminare Paola Di Lorenzo erano state rigettate la prima volta, perché la richiesta non era documentata; e la seconda, perché la comunità indicata non era disponibile ad accogliere il 21enne prima di aprile.
 
I suoi genitori, inoltre, si sono lamentati di non essere riusciti a sapere da San Vittore i dettagli dell’ultima giornata di vita del figlio. Da quanto trapela, non hanno detto che il 21enne si fosse lamentato di essere stato vessato dagli altri detenuti, ma hanno consegnato agli investigatori le sue ultime lettere. Non risulta, però, che Gallelli abbia mai denunciato alle autorità del carcere o ai medici che lo avevano in cura episodi del genere e prima del trasferimento nel reparto psichiatrico di San Vittore era comunque detenuto nel reparto protetti, che ospita i detenuti accusati dei reati cosiddetti infamanti e i transessuali.
 
Infine, gli agenti di polizia penitenziaria che lo sorvegliavano, hanno dichiarato di non aver notato nulla che potesse far pensare un gesto suicida. Su richiesta dei genitori di Gallelli, Polizzi ha dato il via libera alla sepoltura, dopo aver disposto i prelievi per gli esami tossicologici in modo da non lasciare inevasa un’altra delle domande dei parenti, e cioè se il giorno del suicidio il ragazzo abbia ingerito sostanze che in qualche modo possano averne condizionato la psiche.
 
Il medico legale deve ancora depositare la relazione sull’autopsia, ma da quanto anticipato dell’accertamento, sul corpo del 21enne non sono state riscontrate altre lesioni eccetto quelle provocate dal cappio.
 
 
STATISTICHE CARCERI REGIONE LOMBARDIA
Statistiche carceri Regione Lombardia







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Incidente stradale a Sassari, muore Agente di Polizia Penitenziaria in servizio nel carcere di Bancali

2 Detenuto infilza due Poliziotti penitenziari con un tubo divelto dal bagno: colpiti alla schiena e al braccio

3 Si costituisce nel carcere di Bollate, Giuseppe Morabito: era ricercato per traffico internazionale di droga

4 Collaboratore di giustizia rivela: in carcere ho scalato la gerarchia della ''ndrangheta e sono diventato padrino

5 E'' deceduto il detenuto ferito con cinque colpi di pistola all''uscita del carcere di Secondigliano

6 Ministro Orlando: non c''è nessun indebolimento del 41-bis. Allarme lanciato solo da un sindacato di Polizia Penitenziaria

7 Riforma Madia, drastico taglio del personale di Polizia Penitenziaria in Lombardia

8 Trovati due telefoni cellulari nel carcere di Milano Bollate

9 Detenuti o in misura alternativa al lavoro nei Tribunali. Sappe: non sarebbe meglio impiegarli in altri lavori?

10 Arrestata la moglie di Salvino Madonia: teneva i contatti con i 41-bis per riorganizzare cosa nostra


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Assistente Capo della Polizia Penitenziaria si è suicidato con la pistola d''ordinanza nel carcere di Tolmezzo

2 L''unica speranza del Corpo: l''unificazione con la Polizia di Stato

3 Finalmente il DAP ammette la propria inettitudine. " ... siamo sterili, fini a noi stessi e senza obiettivi.”

4 Gianfranco De Gesu e Anna Internicola, marito e moglie ai vertici del Provveditorato Sicilia: interrogazione parlamentare Onorevole Polverini

5 Polizia Penitenziaria arresta islamico in carcere il giorno della sua scarcerazione: algerino istigava altri detenuti al jihad nel penitenziario di Nuoro

6 Lavorare insieme per il cambiamento: la collaborazione tra Polizia Penitenziaria e Area educativa

7 Ho visto cose che voi umani …

8 Decreto Legislativo n.81/2008: Priorità all''ordine e alla disciplina ma senza tralasciare la sicurezza del posto di lavoro

9 Deputato PD Roberto Rampi, interrogazione parlamentare a favore delle visite in carcere dell''ex terrorista Sergio Segio e contro le dichiarazioni dei Sindacati di Polizia Penitenziaria

10 Chi non riesce a contraddire il ragionamento, aggredisce il ragionatore