Febbraio 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Febbraio 2017  
  Archivio riviste    
Tablet per i detenuti: nel Regno Unito potrebbero essere consegnati per agevolare istruzione e lavoro

Polizia Penitenziaria - Tablet per i detenuti: nel Regno Unito potrebbero essere consegnati per agevolare istruzione e lavoro


Notizia del 13/12/2015 - ESTERO
Letto (643 volte)
 Stampa questo articolo


La tecnologia può essere di grande aiuto per il recupero di chi si trova a dover scontare una pena detentiva, offrendo la possibilità di costruire un futuro diverso rispetto al crimine. È questo il messaggio di una proposta nata nel Regno Unito, dove degli iPad di Apple potrebbero in futuro essere consegnati ai carcerati. Un modo per sviluppare nuove abilità, per prepararsi alle varie possibilità di lavoro a pena scontata, affinché ci si allontani definitivamente dai reati.

La proposta nasce dalla constatazione di come le vite dei carcerati siano, all’interno delle celle, poco costruttive: i detenuti hanno poche possibilità di voltare pagina e pianificare un futuro diverso per se stessi e per gli altri, soprattutto se la pena deriva da reati minori. La tecnologia, in questo senso, potrebbe essere un ottimo alleato per abbattere la barriera dell’analfabetismo, sia effettivo che funzionale, nonché per permettere diacquisire nuovi skill, sopratutto per chi è finito nell’universo del piccolo crimine in assenza di alternative più allettanti. Da qui la proposta: consegnare ad alcuni detenuti un iPad di Apple.

L’iniziativa, resa nota da un consulente del Ministro della Giustizia locale, è parte di un piano più grande per l’istruzione e il recupero della popolazione carceraria, poiché la reclusione non deve avere solo una funzione deterrente e punitiva, ma anche riabilitante a pena scontata. Alcuni recenti dati, così come sottolinea il Telegraph, sottolineerebbero inoltre come all’aumento delle possibilità e dell’istruzione dei carcerati, corrisponde un tasso ben più ridotto di recidiva una volta conclusa la detenzione. Così ha riferito il consigliere Sir Martin Narey:

I detenuti spendono molto tempo nelle loro celle e dobbiamo fare in modo che quel tempo sia più costruttivo. Dovrebbero incontrarsi con un tutor una volta a settimana, ma anche esercitarsi da soli nelle loro celle. Potremmo fornire ai detenuti degli iPad a questo scopo. […] Quando mi sono unito al servizio penitenziario nel 1982, le persone erano terrorizzate dal permettere ai detenuti di possedere delle radio FM. Erano spaventati dalla possibilità vi fossero telefoni in ogni ala. Ma oggi ai carcerati dovrebbe essere permesso di usare Skype o FaceTime con i loro figli: potremmo usare la tecnologia per educarli e per mantenere i legami famigliari.

La proposta sembra aver sollevato reazioni opposte nell’opinione pubblica: sebbene vi sia generale accordo sull’istruzione e sulla riabilitazione del detenuto, affinché cambi vita una volta uscito dal carcere, un iPad è da molti visto come un lusso forse troppo elevato per lo Stato da finanziare. L’idea, nel frattempo, sarebbe al momento al vaglio delle istituzioni preposte.

webnews.it

STATISTICHE CARCERI REGIONE LAZIO
Statistiche carceri Regione Lazio







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Qui comandiamo noi: detenuti aggrediscono con bastoni i Poliziotti penitenziari del carcere modello di Bollate

2 Agente penitenziario suicida: non riusciva a mantenere i tre figli disoccupati

3 Polizia Penitenziaria blocca evaso da permesso premio dopo inseguimento e pistole fuori dalle fondine

4 Arrestato Agente penitenziario: fornì telefono a un detenuto che gestiva la prostituzione della sorella e della compagna dal carcere di Frosinone

5 Agente penitenziario di Frosinone agli arresti domiciliari per corruzione: operazione ancora in corso, ci sarebbero altri Poliziotti coinvolti

6 Evadono in due dal carcere di Frosinone: il macellaio del clan Belforte fugge, l''altro è rimasto ferito

7 Sconvolgente! Per tre notti degli sconosciuti sono entrati e usciti dal carcere di Frosinone per preparare l''evasione

8 Collaboratori di giustizia e testimoni di giustizia: i numeri del Servizio centrale di protezione

9 La rete era tagliata da giorni, hanno smontato il televisore della cella, soffitto e poi lenzuola: ecco come sono evasi i due da Frosinone

10 Detenuto evade dal carcere di Alessandria: era addetto alla pulizia delle aree esterne del penitenziario


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Agente della Polizia Penitenziaria si suicida con la pistola d''ordinanza in casa davanti ai familiari

2 In memoria di Girolamo Minervini, ucciso dalle B.R. a Roma, appena nominato Direttore Generale degli Istituti di Prevenzione e Pena

3 Cosa accadrebbe se non passasse il riordino delle carriere?

4 Santi Consolo confermato Capo DAP: il Consiglio dei Ministri di questa mattina lo rinomina in extremis

5 Luigi Bodenza, Assistente Capo di Polizia Penitenziaria: ucciso in un agguato mafioso il 25 marzo 1994

6 Ancora una evasione, da Frosinone. Sappe: Qualcuno sta tentando di smantellare la sicurezza nelle carceri: non si sventano evasioni senza sentinelle e senza sorveglianza nelle sezioni!

7 Riordino vuol dire mettere ordine

8 Nel nostro lavoro, alla fine, o impari o devi imparare per forza

9 Pensione buonuscita ai dirigenti penitenziari: l''INPS nega i sei scatti, spettano solo alla Polizia Penitenziaria

10 Progetto del nuovo carcere di Nola: a cosa sono serviti allora gli stati generali dell''esecuzione penale?