Gennaio 2018
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Gennaio 2018  
  Archivio riviste    
Tar boccia la sospensione: i lavori per il carcere di San Vito al Tagliamento procedono

Polizia Penitenziaria - Tar boccia la sospensione: i lavori per il carcere di San Vito al Tagliamento procedono


Notizia del 01/02/2016 - PORDENONE
Letto (3186 volte)
 Stampa questo articolo


La procedura di aggiudicazione dell’appalto per costruire il nuovo penitenziario di San Vito si è attirata soltanto un ricorso al Tar, presentato dalla ditta giunta seconda in graduatoria.

I giudici amministrativi si sono già pronunciati sulla richiesta di sospensione cautelare, respingendola. L’iter, dunque, può proseguire senza alcun intoppo, in attesa dell’udienza per la trattazione di merito, fissata al 9 marzo.

Un primo risultato, sul fronte giudiziario di questa partita, che lascia soddisfatto il sindaco Antonio Di Bisceglie: «Il tempo per presentare ricorsi per chiedere di annullare l’assegnazione dell’appalto è scaduto – ha riferito –. Con l’ordinanza del Tar sull’unico ricorso l’iter non si interromperà: ora attendiamo la sentenza di merito».

A rivolgersi al Tar è stata l’impresa Pizzarotti, contro il provveditorato interregionale Opere pubbliche di Veneto, Trentino Alto Adige e Friuli Venezia Giulia del ministero delle Infrastrutture e nei confronti della società cooperativa a responsabilità limitata Kostruttiva (Marghera) e di Riccesi (Trieste).

La gara d’appalto per progettazione definitiva ed esecutiva e costruzione del carcere aveva visto la partecipazione di dieci tra singole imprese e associazioni temporanee di imprese (Ati). L’importo complessivo era di 25,5 milioni e mezzo, di cui 24,3 per lavori a base d’asta.

Prima in graduatoria era risultata l’offerta dell’Ati formata da Kostruttiva (ex Coveco) e Riccesi. Erano state giudicate provvisoriamente aggiudicatarie, per 18,4 milioni, dopo aver verificato la sostenibilità dell’offerta, inizialmente giudicata “anomala” dal punto di vista tecnico.

Il provvedimento di aggiudicazione definitiva dell’appalto è stato adottato il 18 novembre dalla sede di Trieste del provveditorato interregionale, che in tal data ha pure indicato quale direttore dei lavori l’ingegner Silvia Angeli.

Ed ecco il ricorso della seconda in graduatoria, la Pizzarotti, che ha sottoposto al Tar una serie di presunti vizi di forma nella procedura, per chiedere l’annullamento dell’aggiudicazione definitiva e un risarcimento danni a carico della stazione appaltante.

Il tutto accompagnato dalla richiesta di sospensione cautelare dell’efficacia del provvedimento, che avrebbe fatto sì che l’iter si bloccasse immediatamente. Inoltre, Pizzarotti lamentava il mancato accesso ad alcuni atti, tra cui il progetto presentato dall’impresa aggiudicataria.

Il Tar ha respinto l’istanza cautelare e pure la richiesta degli atti ritenuti «sottratti all’accesso per evidenti motivi di sicurezza». Dunque al momento, in attesa dell’udienza di merito, è scongiurato uno stop all’iter, che seppur lentamente sta avanzando verso l’avvio del cantiere, previsto entro l’anno.

Ora si attendono validazione del progetto, approvazione e stipula del contratto

per i lavori. Risultato ben accolto da Di Bisceglie: tra l’altro, pare che a Pordenone, in certi ambienti “ostili” alla soluzione sanvitese per il nuovo penitenziario, già si ipotizzava che l’iter fosse, per qualche motivo, bloccato per l’ennesima volta.

messaggeroveneto.gelocal.it

 

Caserma dell’’Esercito riadattata: 30 milioni di euro per 300 posti detenuto. Qualcosa non mi torna nei conti ...

 

Garantire la rapida ultimazione del carcere di San Vito al Tagliamento: interrogazione parlamentare

 

Ministero della Giustizia sconfessa il DAP: il carcere di Pordenone si farà

 

Il carcere "indispensabile" di Pordenone non si farà: il DAP non intende più adattare la vecchia caserma dell’’esercito

 

 

STATISTICHE CARCERI REGIONE FRIULI-VENEZIA GIULIA
Statistiche carceri Regione Friuli-Venezia Giulia







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Polizia Penitenziaria: accorpamento non si farà, ecco perchè

2 Il boss e il pentito si incrociano in aereo: la Polizia Penitenziaria evita alo scontro fisico tra i due

3 Riforma ordinamento penitenziaria: anche l''Associazione Nazionale Funzionari del Trattamento contro i progetti del Governo

4 Mauro Palma garante dei detenuti: approvate la riforma Orlando così com''è, senza accogliere le indicazioni della Direzione Antimafia

5 Ancora due Agenti penitenziari aggrediti da detenuto nel carcere di Rebibbia

6 Governo Gentiloni sarà ricordato per lo svuota carceri mascherato? Sappe: così si rottama il 41bis

7 Comunicato DAP: la solidarietà a Luca Traini in carcere è una notizia priva di fondamento

8 Detenuti evadono durante una gita al museo del MAXXI di Roma: ripresi poco dopo

9 Carcere di Parma: un’altra grave aggressione ad agente penitenziario

10 Il carcere è troppo duro per Michele Zagaria: il suo avvocato dice che il 41-bis lo deprime


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Il piano del Governo per svuotare le carceri: benefici anche per reati gravi e senza il parere della Direzione Nazionale Antimafia

2 Le osservazioni del Cons. Ardita sulla riforma ordinamento penitenziario: il testo integrale audizione Commissione Giustizia del Senato

3 Ma chi siamo?

4 In memoria dell''Assistente Capo Paolo Gandolfo

5 Max Forgione, un grande uomo salito in cielo

6 Le osservazioni del Procuratore Aggiunto di Catania Sebastiano Ardita alla riforma dell''ordinamento penitenziario

7 Nuova circolare Dap per uso dei social: regole deontologiche, immagine e decoro. (o nascondere degrado, incuria e abbandono?)

8 Il Commissario Capo Giuseppe Romano insignito del prestigioso premio: Il discobolo d’oro

9 Il Castello è una macchina che funziona alla perfezione: se non fosse per quei granelli di sabbia

10 Transito a ruolo civile. Č legittimo cumulare pensione privilegiata e stipendio