Gennaio 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Gennaio 2017  
  Archivio riviste    
TAR Lombardia conferma sanzione disciplinare per Like su Facebook dopo suicidio detenuto

Polizia Penitenziaria - TAR Lombardia conferma sanzione disciplinare per Like su Facebook dopo suicidio detenuto


Notizia del 12/05/2016 - MILANO
Letto (4408 volte)
 Stampa questo articolo


Basta un semplice "mi piace" su Facebook per meritarsi una sospensione dal lavoro. Lo sa bene il dipendente di un carcere lombardo che intervenendo in una discussione sulla notizia di un suicidio avvenuto nell'istituto aveva espresso il proprio parere con un like. L'uomo è stato subito sospeso dal servizio dall'amministrazione penitenziaria per un mese in quanto il suo intervento, anche se effettuato da privato utente del social network, è stato ritenuto nocivo per l'immagine della datrice di lavoro. E lo stop è stato confermato dalla terza sezione del Tar Lombardia che, con l'ordinanza n. 246/2016, ha respinto la domanda cautelare del lavoratore perché manca il fumus boni iuris.

A nulla vale la circostanza che l'uomo era intervenuto nella discussione semplicemente mettendo un solo "mi piace" alla notizia postata da qualcun altro che raccontava di un suicidio avvenuto all'interno del penitenziario. Né che l'articolo postato parlasse anche del pronto intervento delle guardie carcerarie, facendo scaturire una sequenza complessa di commenti. Il fatto è che nell'ambito di tale sequenza si inserivano anche "commenti riprovevoli" sulla vicenda. Per cui anche quell'unico like, per di più non eliminato subito dal lavoratore, aveva messo in imbarazzo l'amministrazione datrice. La sua condotta quindi non è da ritenersi irrilevante. Da qui la conferma della sanzione inflitta.

StudioCataldi.it

STATISTICHE CARCERI REGIONE LOMBARDIA
Statistiche carceri Regione Lombardia







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Decreto Milleproroghe, Sappe: Buona notizia via libera a 887 assunzioni nella Polizia Penitenziaria

2 Blitz della Polizia Penitenziaria: tre arresti per spaccio di droga a Napoli nelle prime ore della mattinata

3 Detenuto cinese violenta la figlia: compagno di cella marocchino lo sodomizza per un mese nel carcere di Prato

4 Poliziotto penitenziario travolto da auto mentre era in moto: è ricoverato in gravi condizioni

5 La latitanza dorata del detenuto evaso da Rebibbia catturato dal NIC della Polizia Penitenziaria

6 Ex scuola della Polizia Penitenziaria di Moastir pronta ad accogliere i migranti: quasi ultimati i lavori

7 Detenuto sorpreso ad aggiornare il proprio profilo Facebook dal carcere di Marassi

8 Bidognetti, il capoclan dei Casalesi, comunicava dal 41-bis con messaggi nascosti

9 Furgone della Polizia Penitenziaria con ergastolano a bordo si blocca per guasto al motore: interviene la Polstrada

10 Danneggiò le auto dei Poliziotti nel parcheggio del carcere di Ancona: individuato grazie alle telecamere


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Celebrazioni 200 anni di storia del Corpo di Polizia Penitenziaria: autorizzata l’emissione della moneta d’argento da 5 euro

2 Catturato dalla Polizia Penitenziaria uno degli evasi dal carcere di Rebibbia: indagini in corso sui complici della latitanza

3 A chi danno fastidio i servizi di polizia stradale della Polizia Penitenziaria?

4 Riordino, organici dirigenziali: tra eccessi e sottodimensionamenti dei dirigenti della Polizia Penitenziaria

5 Foibe, il martirio degli Agenti di Custodia

6 La sospensione delle ordinarie regole di trattamento penitenziario (art. 41-bis)

7 Ufficiali medici nel Corpo di Polizia Penitenziaria?

8 Rapporto Eurispes: la Polizia Penitenziaria sgradita a un italiano su due

9 Il Ministro Orlando dichiara cessata l''emergenza sovraffollamento delle carceri, ma i dati lo smentiscono

10 Anche i mafiosi hanno fame