Gennaio 2018
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Gennaio 2018  
  Archivio riviste    
Tentativo di evasione dal carcere Malaspina: Polizia si accorge delle sbarre già segate

Polizia Penitenziaria - Tentativo di evasione dal carcere Malaspina: Polizia si accorge delle sbarre già segate


Notizia del 16/12/2012 - CALTANISSETTA
Letto (2861 volte)
 Stampa questo articolo


La voglia di riconquistare la libertà, evadendo dal primo piano del carcere “Malaspina”, è rimasta solo un’intenzione. Avevano già segato le sbarre della cella condivisa, fissandole provvisoriamente con un po’ di stucco al muro, in attesa di sganciarle e provare a svignarsela a notte fonda dal braccio comune dei detenuti. Piano neutralizzato in tempo da un Ispettore della Polizia Penitenziaria, che mercoledì pomeriggio s’è accorto dell’anomalia prima che un giovane di Gela e un detenuto ennese - accusati di reati comuni - provassero a mettere piede fuori dalla casa circondariale di via Messina.

Sono stati entrambi denunciati alla Procura per tentata evasione e, inoltre, trasferiti in regime di isolamento. Un provvedimento disciplinare obbligatorio, disposto dalla direzione. “S’è trattato di un tentativo serio di evasione - ha commentato il direttore del “Malaspina”, Angelo Belfiore - che con grande responsabilità e tempismo è stato sventato dal nostro personale.

Mi piace lodare questo intervento”. Chissà quanta strada avrebbero fatto, i due compagni di cella. Perché prima di raggiungere la strada, il gelese e l’ennese dovevano oltrepassare la barriera di intercinta, scavalcare il muro di cinta e passare inosservati alle telecamere di vigilanza. Sono stati gli strani movimenti in cella dei due carcerati ad insospettire l’agente di Polizia Penitenziaria, impegnato nel routinario giro di ispezione nel livello al primo piano in cui si trovano i detenuti comuni. A quel punto è scattata la perquisizione degli Agenti Penitenziari, i quali hanno consentito di scoprire che le sbarre erano state segate e poi appoggiate con lo stucco per evitare che qualcuno si accorgesse della manomissione.

La Sicilia

 

STATISTICHE CARCERI REGIONE SICILIA
Statistiche carceri Regione Sicilia







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Candidata con la Bonino, tenta di passare dei soldi ad un detenuto durante una visita in carcere

2 Governo Gentiloni sarà ricordato per lo svuota carceri mascherato? Sappe: così si rottama il 41bis

3 Riforma ordinamento penitenziaria: anche l''Associazione Nazionale Funzionari del Trattamento contro i progetti del Governo

4 Mauro Palma garante dei detenuti: approvate la riforma Orlando così com''è, senza accogliere le indicazioni della Direzione Antimafia

5 Detenuti evadono durante una gita al museo del MAXXI di Roma: ripresi poco dopo

6 Erika Stefani, Lega: basta svuota carceri, da Gentiloni ennesimo regalo ai criminali

7 Carcere di Parma: un’altra grave aggressione ad agente penitenziario

8 Droga nelle parti intime per il compagno detenuto: scoperta ed arrestata dalla polizia

9 Carceri, la riforma rischia di slittare a dopo il voto. Troppe pene alternative

10 Commissione Antimafia: 41bis è insostituibile e convenzione tra DAP e Servizi segreti va riscritta, troppe ombre


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Il piano del Governo per svuotare le carceri: benefici anche per reati gravi e senza il parere della Direzione Nazionale Antimafia

2 Transito a ruolo civile. È legittimo cumulare pensione privilegiata e stipendio

3 Gruppo Operativo Mobile: Perché? Perché? Perché? Perché?

4 Le osservazioni del Cons. Ardita sulla riforma ordinamento penitenziario: il testo integrale audizione Commissione Giustizia del Senato

5 Ma chi siamo?

6 In memoria dell''Assistente Capo Paolo Gandolfo

7 Max Forgione, un grande uomo salito in cielo

8 Le osservazioni del Procuratore Aggiunto di Catania Sebastiano Ardita alla riforma dell''ordinamento penitenziario

9 Il Commissario Capo Giuseppe Romano insignito del prestigioso premio: Il discobolo d’oro

10 Il Castello è una macchina che funziona alla perfezione: se non fosse per quei granelli di sabbia