Marzo 2018
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Marzo 2018  
  Archivio riviste    
Terrorismo islamico nelle carceri francesi: preoccupazioni del proselitismo tra detenuti

Polizia Penitenziaria - Terrorismo islamico nelle carceri francesi: preoccupazioni del proselitismo tra detenuti


Notizia del 11/06/2014 - ESTERO
Letto (1375 volte)
 Stampa questo articolo


Il proselitismo estremista islamico nelle prigioni francesi è una bomba ad orologeria, scrive oggi Yves Threiard nel suo editoriale per il "Figaro".

Segnalato e temuto dall'Amministrazione penitenziaria, nei rapporti ufficiali sull'ambiente carcerario il fenomeno del proselitismo islamista non è mai presentato come tale. Anzi, le parole "Islam" o "musulmano" sono sempre accuratamente evitate quando si parla di questioni religiose. Eppure è dietro le sbarre che è stato indottrinato il cittadino francese presunto autore della strage al Museo ebraico di Bruxelles, già condannato a sette riprese in precedenza.

Prima di lui, era accaduto lo stesso a Mohamed Merah, responsabile degli assassinii a sfondo razziale di Tolosa. Secondo i sindacati dai Poliziotti penitenziari, sono almeno 150 i detenuti delle carceri francesi ad avere il profilo di un potenziale terrorista: ma la cifra non può che essere approssimativa, vista la difficoltà nel seguire l'evoluzione dei carcerati.

La popolazione nelle prigioni dell'Esagono è composta per metà da musulmani, secondo una stima mai resa pubblica. Per questo è urgente trovare delle soluzioni affinché la detenzione non si trasformi in avviamento alla Jihad: un esempio è la restrizione dell'accesso ad Internet, formidabile strumento di propaganda. È un peccato conclude Thrèard - che la riforma penale della ministra Guardasigilli, Christiane Taubira, abbia ignorato questo tema esplosivo.

Nova

STATISTICHE CARCERI REGIONE LAZIO
Statistiche carceri Regione Lazio







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Suicida in casa agente di Polizia Penitenziaria. Era in servizio nel carcere di Aosta L''Agente era alle dipendenze del Gruppo Operativo Mobile

2 Pericoloso detenuto accusa malore sull’A2: agenti di Messina sventano la fuga

3 Blitz in carcere: perquisite celle e detenuti per cercare droga e telefonini sospetti

4 Droga in carcere: poliziotto incastrato da una microspia nei gradi

5 Eurodeputata di Forza Italia in visita al Carcere di Busto: i detenuti stranieri scontino la pena nel loro Paese d’origine”

6 Domani i funerali di Davide Agente penitenziario suicida

7 Arrestati due agenti del carcere di Matera agevolazioni a detenuti in cambio di denaro

8 Vallanzasca, carcere Bollate: dategli la libertà condizionale

9 Perseguitava ex capo scorta di Alfano. Poliziotto penitenziario condannato a 3 anni di reclusione

10 Carceri: “E’ sempre più emergenza aggressioni”


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Due anni fa ci lasciava Nicola Caserta, Presidente del Sappe, amico e collega di tutti noi

2 Lorenzo Cutugno: in memoria dell''Agente di Custodia ucciso dalle BR l''11 aprile 1978

3 Quanto il temporeggiatore arretra ...

4 Salvatore Rap: in memoria dell''Agente di Custodia ucciso durante la rivolta nel carcere di San Vittore del 21 aprile 1946

5 Sempre un passo indietro... perchè la Polizia Penitenziaria non sta al livello degli altri

6 Non fatevi raccontare quello che succede in “miniera” da chi lavora dietro una scrivania. Il GOM visto da dentro

7 Le garanzie costituzionali per le perquisizioni personali

8 Il rapporto tra immigrazione, carcere ed elezioni politiche

9 Sicurezza sul lavoro: il rischio elettrico

10 Convegno Salerno tenuto il 10 aprile dal Sappe su “Radicalizzazione nelle carceri”