Marzo 2018
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Marzo 2018  
  Archivio riviste    
Texas: un giovane in carcere per un ritardo con la biblioteca

Polizia Penitenziaria - Texas: un giovane in carcere per un ritardo con la biblioteca


Notizia del 31/01/2014 - ESTERO
Letto (987 volte)
 Stampa questo articolo


Restituire un libro fuori tempo massimo, può accadere a tutti, come sa bene chi ha avuto modo di frequentare biblioteche pubbliche per motivi di lavoro o di studio. Molti, addirittura, adottano questo stratagemma per poter consultare con maggiore calma il testo preso in prestito, soprattutto in un paese come il nostro che della elasticità delle regole ha fatto una vera e propria norma e non da’ eccessivo peso ad infrazioni tutto sommato minori.

La pena riservata a chi restituisce un testo fuori tempo massimo è solitamente abbastanza lieve e nel peggiore dei casi, cioè per i recidivi, si arriva ad una sospensione dal servizio che può essere abbastanza limitata nel tempo. Una norma di buon senso, che però rischia di diventare un incentivo per chi è allergico alle regole. Il caso verificatosi in Texas, però, sembra quindi destinato a far discutere molto, anche se non dovrebbe eccessivamente stupire in un paese che invece del rispetto delle regole ha fatto una sorta di religione laica. Nella città di Cooperas Cove, infatti, è stata approvata una legge in base alla quale tutti coloro che prendono in prestito un libro senza restituirlo entro il termine di novanta giorni, possono essere puniti con pene detentive.

Un rimedio draconiano, quindi, verso una consuetudine che è evidentemente vista con grande fastidio soprattutto in considerazione delle cifre spese dalla municipalità al fine di riavere indietro i testi mai restituiti da utenti smemorati o troppo furbi, sia in termini di spesa vera e propria che di tempo necessario. Il primo ad incappare nei rigori della legge è stato un ragazzo, Jory Enck, il quale ha dovuto passareuna notte in cella, per poi essere rilasciato il giorno dopo previo pagamento di una cauzione di duecento dollari. La sua colpa, è stata quella di non aver restituito un testo che aveva ricevuto in prestito dalla locale biblioteca nel 2010, superando perciò ampiamente il termine fissato dalla legge, che è stata dunque applicata in via retroattiva.

Proprio la cifra necessaria al suo rilascio, più che la notte passata a riflettere in prigione, può essere quindi considerata il vero deterrente in grado di consigliare tutti gli altri utenti a prendere in maggiore considerazione l’impegno assunto al momento del prestito.

Se qualcuno pensa che si tratti di un caso limite, probabilmente dovrebbe tenere a mente che gli Stati Uniti non sono nuovi ad exploit di questo genere. In fondo, si tratta del paese che non potendo perseguire Al Capone per la sua attività criminale, ha potuto infine chiuderne la carriera puntando ad un reato minore come l’evasione fiscale.

pianetabook
 

STATISTICHE CARCERI REGIONE LAZIO
Statistiche carceri Regione Lazio







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Suicida in casa agente di Polizia Penitenziaria. Era in servizio nel carcere di Aosta L''Agente era alle dipendenze del Gruppo Operativo Mobile

2 Pericoloso detenuto accusa malore sull’A2: agenti di Messina sventano la fuga

3 Blitz in carcere: perquisite celle e detenuti per cercare droga e telefonini sospetti

4 Droga in carcere: poliziotto incastrato da una microspia nei gradi

5 Eurodeputata di Forza Italia in visita al Carcere di Busto: i detenuti stranieri scontino la pena nel loro Paese d’origine”

6 Arrestati due agenti del carcere di Matera agevolazioni a detenuti in cambio di denaro

7 Vallanzasca, carcere Bollate: dategli la libertà condizionale

8 Perseguitava ex capo scorta di Alfano. Poliziotto penitenziario condannato a 3 anni di reclusione

9 La frutta non ci piace». Scattano violenza e intimidazioni da parte dei detenuti al 41 bis

10 Gratteri: “Campi di lavoro per i mafiosi se vogliono mangiare”


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Due anni fa ci lasciava Nicola Caserta, Presidente del Sappe, amico e collega di tutti noi

2 Lorenzo Cutugno: in memoria dell''Agente di Custodia ucciso dalle BR l''11 aprile 1978

3 Quanto il temporeggiatore arretra ...

4 Raffaele Cinotti: in memoria del Vice Brigadiere degli Agenti di Custodia, ucciso a Roma il 7 aprile del 1981

5 Le caserme (quasi) gratis della Polizia Penitenziaria

6 Sempre un passo indietro... perchè la Polizia Penitenziaria non sta al livello degli altri

7 Le garanzie costituzionali per le perquisizioni personali

8 Il rapporto tra immigrazione, carcere ed elezioni politiche

9 Non fatevi raccontare quello che succede in “miniera” da chi lavora dietro una scrivania. Il GOM visto da dentro

10 Sicurezza sul lavoro: il rischio elettrico