Febbraio 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Febbraio 2017  
  Archivio riviste    
Timbri e certificati del carcere: infermiere assicurava assunzioni in Guardia di Finanza

Polizia Penitenziaria - Timbri e certificati del carcere: infermiere assicurava assunzioni in Guardia di Finanza


Notizia del 27/02/2014 - VENEZIA
Letto (2669 volte)
 Stampa questo articolo


Un (ex) infermiere del carcere di Santa Maria Maggiore è stato condannato per truffa pluri aggravata a un anno di reclusione (pena sospesa), per aver raggirato una decina di creduloni dai quali si faceva pagare 7-800 euro, in cambio del “nullaosta medico”, che - prometteva ai suoi incauti clienti - avrebbe loro aperto le porte di un posto di lavoro presso la Guardia di Finanza.

D.C., 40 anni, pensava di aver trovato un metodo facile facile per fare soldi: approfittare della fame di lavoro delle persone - della loro ingenuità, ma anche furberia nel pensare di potersi farsi strada e superare le selezioni, pagando - prospettando il modo per assicurarsi l’ingresso alla Guardia di Finanza, senza concorsi né esami, ma superando i test medico legali di prestanza fisica e sana e robusta costituzione.

L’infermiere dava loro appuntamento in una sorta di “ambulatorio mobile”, li sottoponeva ad una falsa visita e poi consegnava loro un (presunto) certificato medico, inviandoglielo a casa. Naturalmente dopo essersi fatto pagare per il servizio: circa 800 euro a testa, per ognuno dei dieci casi accertati dalla Procura.

A questo punto, però, D.C. aveva “strafatto”: la consegna dello pseudo nullaosta medico - reso più pomposo e “ufficiale” da sigilli con i timbri della casa circondariale di Santa Maria Maggiore, sottratti alla direzione - era, infatti, accompagnata da una lettera intestata alla Guardia di Finanza, con la quale si invitava l’aspirante finanziere a presentare un certo giorno, ad una certa ora, alla caserma delle Fiamme Gialle in via Costa, a Mestre.

È evidente che i finanzieri (quelli veri) in servizio si siano insospettiti all’arrivo di quelle persone convinte di poter vestire la divisa, facendo così partire l’indagine che nel giro di breve tempo ha portato all’individuazione dell’infermiere del carcere maschile di Venezia, che naturalmente ha subito perso il posto di lavoro.

È così scattata l’accusa di truffa pluriaggravata, che si è conclusa ieri in un’aula del Tribunale di Venezia, davanti al giudice monocratico Rocco Valeggia.

D.C. - assistito dall’avvocato Mauro Serpico - se l’è cavata con una condanna a un anno di reclusione, che non solo ovviamente non sconterà in carcere, ma che è stata anche sospesa. Naturalmente, però, è stato licenziato e non potrà fare ritorno al suo lavoro di infermiere all’interno del carcere di Santa Maria Maggiore.

nuovavenezia.gelocal.it

 

STATISTICHE CARCERI REGIONE VENETO
Statistiche carceri Regione Veneto







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Qui comandiamo noi: detenuti aggrediscono con bastoni i Poliziotti penitenziari del carcere modello di Bollate

2 Agente penitenziario suicida: non riusciva a mantenere i tre figli disoccupati

3 Polizia Penitenziaria blocca evaso da permesso premio dopo inseguimento e pistole fuori dalle fondine

4 Arrestato Agente penitenziario: fornì telefono a un detenuto che gestiva la prostituzione della sorella e della compagna dal carcere di Frosinone

5 Agente penitenziario di Frosinone agli arresti domiciliari per corruzione: operazione ancora in corso, ci sarebbero altri Poliziotti coinvolti

6 Evadono in due dal carcere di Frosinone: il macellaio del clan Belforte fugge, l''altro è rimasto ferito

7 Collaboratori di giustizia e testimoni di giustizia: i numeri del Servizio centrale di protezione

8 Sconvolgente! Per tre notti degli sconosciuti sono entrati e usciti dal carcere di Frosinone per preparare l''evasione

9 La rete era tagliata da giorni, hanno smontato il televisore della cella, soffitto e poi lenzuola: ecco come sono evasi i due da Frosinone

10 Detenuto evade dal carcere di Alessandria: era addetto alla pulizia delle aree esterne del penitenziario


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Agente della Polizia Penitenziaria si suicida con la pistola d''ordinanza in casa davanti ai familiari

2 In memoria di Girolamo Minervini, ucciso dalle B.R. a Roma, appena nominato Direttore Generale degli Istituti di Prevenzione e Pena

3 Cosa accadrebbe se non passasse il riordino delle carriere?

4 Santi Consolo confermato Capo DAP: il Consiglio dei Ministri di questa mattina lo rinomina in extremis

5 Luigi Bodenza, Assistente Capo di Polizia Penitenziaria: ucciso in un agguato mafioso il 25 marzo 1994

6 Ancora una evasione, da Frosinone. Sappe: Qualcuno sta tentando di smantellare la sicurezza nelle carceri: non si sventano evasioni senza sentinelle e senza sorveglianza nelle sezioni!

7 Riordino vuol dire mettere ordine

8 Nel nostro lavoro, alla fine, o impari o devi imparare per forza

9 Pensione buonuscita ai dirigenti penitenziari: l''INPS nega i sei scatti, spettano solo alla Polizia Penitenziaria

10 Progetto del nuovo carcere di Nola: a cosa sono serviti allora gli stati generali dell''esecuzione penale?