Ottobre 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Ottobre 2017  
  Archivio riviste    
Torino sotto attacco terroristico, in campo anche la Polizia Penitenziaria. Ma è solo una esercitazione

Polizia Penitenziaria - Torino sotto attacco terroristico, in campo anche la Polizia Penitenziaria. Ma è solo una esercitazione


Notizia del 12/03/2016 - TORINO
Letto (7136 volte)
 Stampa questo articolo


Scenario da «Cassandra Crossing» a Torino, colpita da un’epidemia mortale scatenata da un da un attacco terroristico, con centinaia di vittime, in strada e nelle abitazioni, ospedali presi d’assalto da pazienti terminali, condannati dal contagio di febbre emorragica. Panico, sistemi di comunicazione da garantire, aree da isolare, evacuazioni di massa per mettere in sicurezza i sopravvissuti. Per due giorni Torino è stata teatro di una simulazione di emergenza organizzata dal Ministero dell’Interno, dipartimento di vigili del fuoco, soccorso pubblico e difesa civile, in collegamento con altre autorità europee, e organizzazioni militari e comandi strategici della Nato, per testare le capacità gestionali e di reazione di fronte ad un’emergenza di livello internazionale.  

Tutto è stato gestito dalla sala operativa della Prefettura torinese, sotto la diretta coordinazione del prefetto Paola Basilone: all’esercitazione, chiamata «Julia Augusta 2016», era riservata ai quadri di comando, senza cioè lo spiegamento di forze in campo. Molti gli enti coinvolti: tre ospedali, il 118, polizia, carabinieri, la Brigata Alpina Taurinense, le amministrazioni locali, la protezione civile, la Forestale, la Polizia Penitenziaria, l’Enav, il personale dell’aeroporto di Caselle.  

Cuore nevralgico della simulazione, la Città della Salute. «Pronto? C’è un’emergenza». Tutto è iniziato così, con una chiamata. Da quel momento decine di medici e operatori sanitari hanno dovuto lasciare i loro pazienti per affrontare una grave contaminazione. I primi sono stati gli infettivologi dell’Amedeo di Savoia, chiamati per contenere una possibile epidemia di febbre emorragica «atterrata» a Caselle. Un tavolo di crisi è stato allestito nella direzione sanitaria della Città della Salute e ha visto partecipare tutti i dirigenti del comparto, con il coordinamento del dottor Maurizio Dall’Acqua, uno dei pochi a conoscere i dettagli della simulazione che ha colto tutti di sorpresa. Quello che in gergo militari si chiamano «injections», indicazioni simulate, per valutare i tempi di reazione e la qualità delle decisioni dei soggetti coinvolti. In prima linea anche gli operatori del 118, coordinati da Danilo Bono dalla sala operativa della Prefettura. Una simulazione affrontata con serietà, con tanto di riunioni segrete, per evitare «fughe di notizie» e vigilantes pronti a isolare il cortile interno delle Molinette. 

Nel corso dell’esercitazione è stato creato un collegamento in videoconferenza tra Torino e il Viminale. «L’esercitazione - spiega il prefetto Paola Basilone - è andata molto bene, a riprova della grande professionalità della città, esempio di spiccato senso di responsabilità».  

lastampa.it

STATISTICHE CARCERI REGIONE PIEMONTE
Statistiche carceri Regione Piemonte







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Dimezzata la Banda musicale della Polizia Penitenziaria: lo prevederebbe decreto collegato alla manovra finanziaria

2 Il boss Michele Zagaria simula suicidio durante videoconferenza: ecco il filmato del TG2

3 Arrestati due Poliziotti penitenziari alla Dozza e altri due indagati: detenuti del carcere di Bologna controllati dalla ''ndrangheta e dai casalesi

4 Roberto Spada trasferito nel carcere di Tolmezzo in alta sicurezza: per il DAP è un detenuto ad elevata pericolosità

5 Gravissime affermazioni di Consolo sulla lotta alla mafia: Movimento 5 Stelle contro lo smantellamento di fatto del GOM e del 41-bis

6 La fidanzata: porti la divisa in modo indegno. Poliziotto penitenziario consegnava telefoni e droga in carcere a Bologna

7 E'' morto il mafioso Salvatore Riina

8 Detenuti navigavano su internet con la connessione del Comune: sessanta Agenti di Polizia Penitenziaria hanno setacciato l''istituto di Airola

9 Arrestato Poliziotto penitenziario del carcere minorile del Beccaria: spacciava droga e affittava cellulari ai detenuti

10 Bambino neonato utilizzato durante i colloqui in carcere per consegnare droga e telefonino al padre detenuto


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Il fallimento dell''amministrazione penitenziaria che si vuol far pagare alla Polizia Penitenziaria

2 Le grandi manovre per depotenziare la Polizia Penitenziaria: un gioco a somma zero che porterà alla sconfitta di tutti

3 Congedo programmato e malattia

4 Impedire l’accesso e l’utilizzo dei telefonini in carcere è possibile. Perché il DAP non agisce?

5 Cari provveditori: la matematica non è un opinione

6 Cacciati dalla sede centrale torneranno a lavorare in periferia, ma nel frattempo ...

7 Concorso vice ispettori di Polizia Penitenziaria. Interrogazione parlamentare sui ritardi del DAP

8 La legge è uguale per tutti ma per qualcuno è un po’ più uguale

9 Interpellanza parlamentare M5S: chi sta smantellando il 41-bis e perché?

10 I richiami e le ipocrisie dell’Europa sulle carceri italiane