Marzo 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Marzo 2017  
  Archivio riviste    
Travolta e uccisa una ciclista: Poliziotto penitenziario indagato per omicidio stradale

Polizia Penitenziaria - Travolta e uccisa una ciclista: Poliziotto penitenziario indagato per omicidio stradale


Notizia del 13/04/2017 - REGGIO EMILIA
Letto (4544 volte)
 Stampa questo articolo


L’uomo di 53 anni di Bibbiano che sabato sera ha travolto la ciclista coetanea Luzia Klein, senza prestarle soccorso, è un agente della Polizia Penitenziaria. 

Il conducente è indagato a piede libero per omicidio stradale con fuga: non c’erano i presupposti per adottare alcuna misura restrittiva dal momento che non è stato fermato in flagranza di reato. L’uomo, assistito dall’avvocato Federico De Belvis, si è costituito lunedì pomeriggio al comando della polizia municipale. Ha detto di non aver capito che cosa avesse urtato e ha ipotizzato in un secondo momento un capriolo quando ha visto i danni alla sua auto. Un testimone ha riferito agli inquirenti che si è fermato 100 metri più avanti, senza scendere, e poi è ripartito. 

Il 53enne ha acconsentito al prelievo di campioni di sangue e urine e il pm Isabella Chiesi ha disposto accertamenti. Il magistrato non vuole solo sapere se avesse assunto alcolici, droga o determinati farmaci: ha chiesto anche di verificare, se possibile, quando eventuali sostanze sono state assunte. Il conducente si è presentato 40 ore dopo l’investimento e dunque il pm vuole sapere, se possibile, in quali condizioni psicofisiche fosse al volante sabato sera. 

Al poliziotto è stata sospesa la patente di guida e sequestrata la vettura, che non è di sua proprietà. 

Il reato per cui è indagato prevede una pena di almeno cinque anni, salvo riti alternativi che consentono uno sconto di un terzo. 

Ieri intanto è stata eseguita l’autopsia sulla vittima al cimitero di Coviolo. Il marito della donna, Sergio Sacchini, ha nominato un avvocato, Giuseppe Martina del foro di Roma e un consulente, Salvatore Sorbello dell’Università di Modena. 

La procura ha chiesto di verificare le cause del decesso, in particolare se vi sono state lesioni da impatto diretto con l’auto. Come da routine sono stati disposti esami istologici e tossicologici sulla vittima. 

I funerali della 53enne non sono ancora stati fissati: potrebbero svolgersi venerdì a Barco, ma ieri non c’era ancora il nulla osta della procura. 

Luzia Kleine viveva a Barco di Bibbiano e lascia oltre al marito, che lavora alla Irriland di San Giacomo di Guastalla, anche tre figli, Milena, Claudio e Sofia. 

La donna, originaria di Colonia, insegnava tedesco all’istituto Russell di Guastalla, dove è stata ricordata con un minuto di silenzio. 

gazzettadireggio.gelocal.it

STATISTICHE CARCERI REGIONE EMILIA-ROMAGNA
Statistiche carceri Regione Emilia-Romagna







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Concorso per 540 allievi di Polizia Penitenziaria: domanda entro l’8 maggio

2 Gli Agenti penitenziari assolti dal caso Cucchi citano in giudizio tre Ministeri: Giustizia, Difesa e Interno

3 Il Consiglio di Stato boccia il riordino in due punti: sovrintendenti e Luogotenente senza criterio

4 Fuorni. Bomba in carcere, si indaga. Oggi la protesta dei Poliziotti Penitenziari

5 Prato, agente di Polizia Penitenziaria insegue scippatore e lo fa arrestare

6 Travolta e uccisa una ciclista: Poliziotto penitenziario indagato per omicidio stradale

7 Intimidazioni alla Polizia Penitenziaria: forate le ruote delle auto del Corpo a Cagliari

8 Torino, agente penitenziario si porta a casa il rame dei condizionatori

9 Igor il russo, l''ex compagno di cella: E'' diventato Ezechiele dopo la conversione

10 Grappa artigianale preparata dai detenuti nel carcere di Bologna


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Servizio di polizia stradale: la penitenziaria è la più temuta tra le forze dell''ordine!

2 Ecco le nuove insegne di qualifica dopo il riordino delle carriere

3 Un anno fa ci lasciava Nicola Caserta

4 Riordino delle carriere: arriva l’ok anche del Consiglio di Stato

5 Riordino delle carriere: buono l’esito delle consultazioni dei sindacati e dei Co.Ce.r. presso le commissioni parlamentari

6 Francesco Di Cataldo: in memoria del Maresciallo Maggiore degli Agenti di Custodia ucciso dalle BR a Milano il 20 aprile 1978

7 Riordino delle carriere. Analisi della situazione dei Sovrintendenti

8 Riordino: una proposta per le nuove insegne di qualifica della Polizia Penitenziaria

9 Salvatore Rap: in memoria dell''Agente di Custodia ucciso durante la rivolta nel carcere di San Vittore del 21 aprile 1946

10 Riordino: perché negare l’evidenza dei benefici?