Maggio 2018
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Maggio 2018  
  Archivio riviste    
Turismo sanitario dei detenuti: nel carcere di Lecce nulla è cambiato, a rischio la sicurezza

Polizia Penitenziaria - Turismo sanitario dei detenuti: nel carcere di Lecce nulla è cambiato, a rischio la sicurezza


Notizia del 01/04/2016 - LECCE
Letto (1055 volte)
 Stampa questo articolo


La  segreteria Nazionale del SAPPE (sindacato autonomo Polizia Penitenziaria maggior  sindacato di categoria), si vede costretta a constatare che quanto accaduto nello scors o mese di Novembre - quando un detenuto riuscì a scappare dall’ospedale “FAZZI” di Lecce, seminando terrore tra le persone presenti – “non sarebbe servito a responsabilizzare adeguatamente i vertici dell’ASL di Lecce”. I quali, a detta del Segretario, Federico Pilagatti, starebbero continuando a comportarsi in marinera “superficiale nonostante la delicatezza della situazione”. Infatti – spiega Pilagatti in una nota rivolta al Prefetto di Lecce, dott. Claudio Palomba, pervenutaci in redazione – dopo lo sblocco dei fondi per l’acquisto di apparecchiature diagnostiche avvenuto dopo tanto tempo “grazie anche al suo Autorevole intervento, a tutt’oggi tali presidi non sarebbero ancora stati messi in funzione a causa di inadempienze tecniche da parte dell’ASL di Lecce”.
 
Pare infatti che da tempo la Direzione del carcere Leccese stia chiedendo all’ASL di Lecce l’invio di tecnici per mettere a norma di legge tutti quegli impianti che dovrebbero consentire il corretto funzionamento delle apparecchiature acquistate e poi installate. Tale urgenza è anche determinata dal fatto che dopo i gravi fatti di Novembre 2015 – in cui le visite di detenuti all’esterno per visite specialistiche e ricoveri urgenti si ridussero drasticamente con circa 80 uscite nel mese di Dicembre – il trend è di  nuovo aumentato in maniera preoccupante. Parliamo di quasi 127 accompagnamenti nel mese di Febbraio e addirittura 180 a marzo tra visite e ricoveri.
 
“Tali numeri non consentono più di predisporre scorte adeguate per l’accompagnamento di detenuti presso le strutture sanitarie esterne – scrive il segretario – considerata la grave carenza di poliziotti penitenziari in servizio presso il penitenziario di Lecce che allo stato attuale, sarebbe di circa 200 unità, nonché sottoporre il personale in servizio a turni di lavoro massacranti. Senza dimenticare che per far fronte a tali emergenze, in  più occasioni vengono impiegati  poliziotti penitenziari che lavorano all’interno delle sezioni detentive".
 
“Ci sembra inaccettabile – conclude Pilagatti – che in presenza di condizioni che potrebbero fardiminuire le uscite dal carcere, non si agisca con la dovuta rapidità”.

leccenews24.it

STATISTICHE CARCERI REGIONE PUGLIA
Statistiche carceri Regione Puglia







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Supermercato in caserma, i Carabinieri ne Aprono uno per tutti i Militari di Firenze

2 Non gradisce la sistemazione in cella, detenuto aggredisce agente della Penitenziaria

3 Noipa: nel cedolino di giugno al via gli incrementi stipendiali. Tutte le date degli accrediti

4 Carceri:Ariano Irpino,sequestrato agente

5 Carceri, SAPPE a Bonafede: “Ecco la situazione degli agenti penitenziari

6 Disordini Ariano Irpino: Bonafede, a chi lavora in carcere il sostegno concreto dello Stato

7 Accoltellamento a Trezzano, un poliziotto penitenziario salva la vita all’anziana aggredita

8 Grand Hotel Poggioreale, cellulari e 100mila euro: la “stanza” d’oro di Genny ‘a carogna

9 Rivolta in carcere ad Ariano Irpino, feriti due agenti della penitenziaria

10 Ariano Irpino:Si sono offerti in ostaggio per salvare i loro colleghi


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Salvate il Gruppo Operativo Mobile (e gli altri servizi della Polizia Penitenziaria)

2 Col Ministro Bonafede avrà finalmente fine il paradosso dei direttori che esercitano funzioni di polizia, tolte alla Polizia Penitenziaria?

3 Ma col Ministro Orlando c’era un progetto, a tavolino, per depotenziare la Polizia Penitenziaria?

4 Alcune considerazioni sull’esonero, per motivi sanitari, da alcuni posti di servizio

5 Il Dap si riorganizza ... ma si dimentica sempre dell''Appuntato Caputo

6 Firenze Sollicciano: bubbole, fandonie e fanfaluche

7 Il pericolo radicalizzazione nelle carceri italiane

8 Aumenta la casistica dei reati perseguibili a querela

9 La favoletta dell’autoconsegna di Siracusa e le fake news di certe paginette facebook

10 In sezione comme a la guerre