Dicembre 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Dicembre 2017  
  Archivio riviste    
Turismo sanitario dei detenuti: nel carcere di Lecce nulla è cambiato, a rischio la sicurezza

Polizia Penitenziaria - Turismo sanitario dei detenuti: nel carcere di Lecce nulla è cambiato, a rischio la sicurezza


Notizia del 01/04/2016 - LECCE
Letto (979 volte)
 Stampa questo articolo


La  segreteria Nazionale del SAPPE (sindacato autonomo Polizia Penitenziaria maggior  sindacato di categoria), si vede costretta a constatare che quanto accaduto nello scors o mese di Novembre - quando un detenuto riuscì a scappare dall’ospedale “FAZZI” di Lecce, seminando terrore tra le persone presenti – “non sarebbe servito a responsabilizzare adeguatamente i vertici dell’ASL di Lecce”. I quali, a detta del Segretario, Federico Pilagatti, starebbero continuando a comportarsi in marinera “superficiale nonostante la delicatezza della situazione”. Infatti – spiega Pilagatti in una nota rivolta al Prefetto di Lecce, dott. Claudio Palomba, pervenutaci in redazione – dopo lo sblocco dei fondi per l’acquisto di apparecchiature diagnostiche avvenuto dopo tanto tempo “grazie anche al suo Autorevole intervento, a tutt’oggi tali presidi non sarebbero ancora stati messi in funzione a causa di inadempienze tecniche da parte dell’ASL di Lecce”.
 
Pare infatti che da tempo la Direzione del carcere Leccese stia chiedendo all’ASL di Lecce l’invio di tecnici per mettere a norma di legge tutti quegli impianti che dovrebbero consentire il corretto funzionamento delle apparecchiature acquistate e poi installate. Tale urgenza è anche determinata dal fatto che dopo i gravi fatti di Novembre 2015 – in cui le visite di detenuti all’esterno per visite specialistiche e ricoveri urgenti si ridussero drasticamente con circa 80 uscite nel mese di Dicembre – il trend è di  nuovo aumentato in maniera preoccupante. Parliamo di quasi 127 accompagnamenti nel mese di Febbraio e addirittura 180 a marzo tra visite e ricoveri.
 
“Tali numeri non consentono più di predisporre scorte adeguate per l’accompagnamento di detenuti presso le strutture sanitarie esterne – scrive il segretario – considerata la grave carenza di poliziotti penitenziari in servizio presso il penitenziario di Lecce che allo stato attuale, sarebbe di circa 200 unità, nonché sottoporre il personale in servizio a turni di lavoro massacranti. Senza dimenticare che per far fronte a tali emergenze, in  più occasioni vengono impiegati  poliziotti penitenziari che lavorano all’interno delle sezioni detentive".
 
“Ci sembra inaccettabile – conclude Pilagatti – che in presenza di condizioni che potrebbero fardiminuire le uscite dal carcere, non si agisca con la dovuta rapidità”.

leccenews24.it

STATISTICHE CARCERI REGIONE PUGLIA
Statistiche carceri Regione Puglia







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Si è tolto la vita impiccandosi il Poliziotto penitenziario accusato dalla figlia di averla violentata

2 Forze dell’Ordine, arriva il Taser. Ecco il modello scelto per la sperimentazione

3 Colloqui disinvolti nel carcere di Padova: ai boss veniva consentito anche di incontrare persone sotto inchiesta del proprio clan

4 Pagarono 50 euro al medico per falsi certificati: licenziati due Poliziotti penitenziari già sospesi

5 Arrestato ex Agente penitenziario dai Carabinieri: in casa teneva pistole, munizioni e paletta della Polizia Penitenziaria

6 Migliorano le condizioni degli allievi a Cairo Montenotte. Il sindaco: bollite l''acqua

7 Protesta nazionale dei Poliziotti penitenziari francesi: aggressioni continue, poco interesse da parte del Governo

8 Enrico Sbriglia: a Padova ci sono scandali perché qui si indaga. Nelle altre carceri c''è omertà e copertura

9 Movimento cinque stelle: il decreto di riforma dell''ordinamento penitenziario serve a smantellare il 4-bis, un regalo ai detenuti pericolosi

10 Ergastolano ordinava estorsioni e pestaggi dal carcere di Bologna: utilizzava il telefono del compagno di cella che era in semilibertà


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 La resa e lo scioglimento della Polizia Penitenziaria: una scelta che avrà pesanti ricadute per lo Stato

2 Amministrazione di cartone o cartoni animati dell’Ammistrazione?

3 Visite medico-fiscali: il Re, il Giullare e i cetrioli che volano

4 Dopo dieci anni di blocco contrattuale, un rinnovo da sfigati ... un misero caffè al giorno

5 Se San Basilide volesse farci una grazia, accetteremmo volentieri il passaggio agli Interni

6 In ricordo del Sovrintendente Capo Italo Giovanni Corleone

7 Giuseppe Lorusso, Agente del Corpo degli Agenti di Custodia, ucciso dai terroristi di Prima Linea il 19 gennaio 1979 a Torino

8 Una riforma necessaria: dalla sentenza Torreggiani ad oggi

9 Lotta alle mafie: le parole di chi non ha omesso il carcere e la Polizia Penitenziaria

10 Il servizio di tutoring e la beneficienza all''amministrazione