Marzo 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Marzo 2017  
  Archivio riviste    
Tutti i "buchi" del carcere di Rebibbia: Agente in anonimato racconta le falle del sistema

Polizia Penitenziaria - Tutti i


Notizia del 16/02/2016 - ROMA
Letto (2928 volte)
 Stampa questo articolo


Dal sistema di videosorveglianza disattivato all'anzianità degli agenti della penitenziaria. Dalla pratica della "battitura" soppressa alla guerra di numeri: poche unità a sorveglianza dei detenuti, secondo i sindacati di categoria; un rapporto superiore al resto d'Europa, secondo il ministero della Giustizia. Chi lavora ore e ore nelle varie sezioni del carcere, mantenendo l'anonimato, ci spiega tutte le falle di una casa circondariale che ha ospitato e ospita boss anche di spessore. Dove a suo dire «entra di tutto, da telefonini alla droga» e dove sostanzialmente «i padroni sono i criminali». Ecco quindi come è facile evadere dal carcere di Rebibbia.

LA VIDEOSORVEGLIANZA
Due anni fa nel carcere romano fu installato, per due milioni di euro, un sofisticato sistema di allarme con videosorveglianza a fotocellule. Qualche mese dopo però, data la sensibilità del sistema (l'allarme scattava di continuo anche per il volo di un uccello), questo fu disinstallato. Da un anno dunque Rebibbia non ha più un sistema di controllo del sistema esterno.

LA "BATTITURA" DEI FERRI
Fino a cinque anni fa le guardie penitenziarie ogni sera passavano cella per cella con una sbarra di ferro e le facevano scivolare contro le grate delle finestre. Dal rumore o dal cedimento si poteva capire se erano state manomesse. Ora non si fa più. Con due agenti a piano (i piani sono 4) nel turno notturno è impossibile aprile celle con 12 detenuti dentro.

ADDIO SENTINELLE ESTERNE
Da due anni a questa parte a causa dei tagli, il muro esterno di Rebibbia non ha più le due volanti di ronda esterne della penitenziaria. Se domenica sera ci fossero state, i due non sarebbero scappati.

LE POCHE E ANZIANE UNITA'
A Rebibbia l'età media degli agenti va dai 30 ai 50, costretti a turni massacranti, secondo il sindacato Sappe, pur di riuscire a coprire l'intero orario di servizio. I dati del ministero dicono però
 altro. In Italia ci sono circa 39mila agenti, a fronte di 52mila detenuti, una media superiore al resto d'Europa. In Germania, ad esempio, per 61mila detenuti ci sono 34mila poliziotti nelle carceri.

NESSUN CONTROLLO
Se ci fosse stato un controllo capillare dei locali dove i detenuti ogni giorno lavorano, i due non sarebbero evasi. Le grate del magazzino da cui sono passati i due romeni, incrociate in cinque punti, è impossibile segarle in un pomeriggio.

roma.repubblica.it

STATISTICHE CARCERI REGIONE LAZIO
Statistiche carceri Regione Lazio







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Concorso per 540 allievi di Polizia Penitenziaria: domanda entro l’8 maggio

2 Il Consiglio di Stato boccia il riordino in due punti: sovrintendenti e Luogotenente senza criterio

3 Due Agenti della Polizia Penitenziaria delle scorte soccorrono una bambina in preda ad una crisi epilettica

4 Fuorni. Bomba in carcere, si indaga. Oggi la protesta dei Poliziotti Penitenziari

5 Prato, agente di Polizia Penitenziaria insegue scippatore e lo fa arrestare

6 Intimidazioni alla Polizia Penitenziaria: forate le ruote delle auto del Corpo a Cagliari

7 Torino, agente penitenziario si porta a casa il rame dei condizionatori

8 Seminfermo di mente e pericoloso omicida fuge da REMS: è il terzo caso in poche settimane

9 Igor il russo, l''ex compagno di cella: E'' diventato Ezechiele dopo la conversione

10 Riordino: Ispettori di Polizia Penitenziaria favoriti nella progressione di carriera?


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Servizio di polizia stradale: la penitenziaria è la più temuta tra le forze dell''ordine!

2 Un anno fa ci lasciava Nicola Caserta

3 Riordino delle carriere: arriva l’ok anche del Consiglio di Stato

4 Riordino delle carriere: buono l’esito delle consultazioni dei sindacati e dei Co.Ce.r. presso le commissioni parlamentari

5 Francesco Di Cataldo: in memoria del Maresciallo Maggiore degli Agenti di Custodia ucciso dalle BR a Milano il 20 aprile 1978

6 Riordino delle carriere. Analisi della situazione dei Sovrintendenti

7 Riordino: una proposta per le nuove insegne di qualifica della Polizia Penitenziaria

8 Accreditati 320 euro di bonus . Ora si attende il Decreto per le funzioni direttive a marescialli e ispettori

9 Salvatore Rap: in memoria dell''Agente di Custodia ucciso durante la rivolta nel carcere di San Vittore del 21 aprile 1946

10 Riordino delle carriere: analisi dei contenuti del parere favorevole del Consiglio di Stato