Novembre 2016
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Novembre 2016  
  Archivio riviste    
Tutti i "buchi" del carcere di Rebibbia: Agente in anonimato racconta le falle del sistema

Polizia Penitenziaria - Tutti i


Notizia del 16/02/2016 - ROMA
Letto (2743 volte)
 Stampa questo articolo


Dal sistema di videosorveglianza disattivato all'anzianità degli agenti della penitenziaria. Dalla pratica della "battitura" soppressa alla guerra di numeri: poche unità a sorveglianza dei detenuti, secondo i sindacati di categoria; un rapporto superiore al resto d'Europa, secondo il ministero della Giustizia. Chi lavora ore e ore nelle varie sezioni del carcere, mantenendo l'anonimato, ci spiega tutte le falle di una casa circondariale che ha ospitato e ospita boss anche di spessore. Dove a suo dire «entra di tutto, da telefonini alla droga» e dove sostanzialmente «i padroni sono i criminali». Ecco quindi come è facile evadere dal carcere di Rebibbia.

LA VIDEOSORVEGLIANZA
Due anni fa nel carcere romano fu installato, per due milioni di euro, un sofisticato sistema di allarme con videosorveglianza a fotocellule. Qualche mese dopo però, data la sensibilità del sistema (l'allarme scattava di continuo anche per il volo di un uccello), questo fu disinstallato. Da un anno dunque Rebibbia non ha più un sistema di controllo del sistema esterno.

LA "BATTITURA" DEI FERRI
Fino a cinque anni fa le guardie penitenziarie ogni sera passavano cella per cella con una sbarra di ferro e le facevano scivolare contro le grate delle finestre. Dal rumore o dal cedimento si poteva capire se erano state manomesse. Ora non si fa più. Con due agenti a piano (i piani sono 4) nel turno notturno è impossibile aprile celle con 12 detenuti dentro.

ADDIO SENTINELLE ESTERNE
Da due anni a questa parte a causa dei tagli, il muro esterno di Rebibbia non ha più le due volanti di ronda esterne della penitenziaria. Se domenica sera ci fossero state, i due non sarebbero scappati.

LE POCHE E ANZIANE UNITA'
A Rebibbia l'età media degli agenti va dai 30 ai 50, costretti a turni massacranti, secondo il sindacato Sappe, pur di riuscire a coprire l'intero orario di servizio. I dati del ministero dicono però
 altro. In Italia ci sono circa 39mila agenti, a fronte di 52mila detenuti, una media superiore al resto d'Europa. In Germania, ad esempio, per 61mila detenuti ci sono 34mila poliziotti nelle carceri.

NESSUN CONTROLLO
Se ci fosse stato un controllo capillare dei locali dove i detenuti ogni giorno lavorano, i due non sarebbero evasi. Le grate del magazzino da cui sono passati i due romeni, incrociate in cinque punti, è impossibile segarle in un pomeriggio.

roma.repubblica.it

STATISTICHE CARCERI REGIONE LAZIO
Statistiche carceri Regione Lazio







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Agente Penitenziario si spara in bocca con pistola d''ordinanza mentre era in sala di attesa dell''ospedale. E'' in coma

2 Assunzioni in Polizia Penitenziaria e scorrimento graduatorie: Governo rifiuta gli emendamenti Ferraresi (M5S)

3 Quindici colpi di pistola contro il Poliziotto penitenziario: le prime indagini dei Carabinieri

4 Informativa DAP: ai mujaheddin kosovari è arrivato ordine di attaccare l''Italia

5 La nuova Legge che obbliga i Poliziotti a riferire ai propri superiori le indagini giudiziarie

6 Polizia Penitenziaria e Carabinieri arrestano due persone pronti a sparare e con targhe contraffatte

7 Morì sotto il furgone della Polizia Penitenziaria: per la Procura responsabili autista e gli operai del cantiere

8 Detenuto in permesso premio sequestra, rapina e violenta una ragazza in un ufficio pubblico

9 Sparatoria tra Poliziotto penitenziario e macedone: lite scoppiata per motivi sentimentali

10 Dal carcere di Padova detenuto gestiva traffico di droga in Sicilia con computer e pizzini


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Le tristi notti del poliziotto penitenziario cinquantenne

2 Tre buoni motivi per cui la Polizia Penitenziaria non può essere sciolta come la Forestale

3 In ricordo di Roberto Pelati, ex atleta del Gruppo Sportivo Fiamme Azzurre colpito da una grave malattia e scomparso prematuramente

4 Un lutto improvviso: ci lascia Andrea Accettone, collega, segretario, come un fratello

5 I veri nemici della Polizia Penitenziaria

6 Come mi mancano gli Agenti di Custodia … allora non c’erano suicidi tra di noi … perché?

7 Poliziotti penitenziari che lavorano negli uffici: pochi, troppi o adeguati?

8 La protesta dei poliziotti di Rebibbia e gli starnuti del RE

9 Razionalizzazione del personale: pure quello informatico però

10 Bologna: poliziotto penitenziario di 44 anni lotta tra la vita e la morte dopo essersi sparato un colpo di pistola alla testa