Lug/Ago 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Lug/Ago 2017  
  Archivio riviste    
Uccise poliziotto penitenziario, sorpreso a ballare a Capodanno, Sappe: "Scandaloso"

Polizia Penitenziaria - Uccise poliziotto penitenziario, sorpreso a ballare a Capodanno, Sappe:


Notizia del 02/01/2013 - LUCCA
Letto (5815 volte)
 Stampa questo articolo


“Trovo semplicemente scandaloso che una persona che sta scontando, in detenzione domiciliare, una condanna per omicidio venga sorpreso a ballare in una discoteca di Viareggio. Stiamo parlando di colui che è stato condannato per l'omicidio di Rossano Bastianelli, assistente capo della Polizia Penitenziaria di Lucca, ucciso a colpi di pistola il 31 agosto 2009 a Santa Maria a Colle (Lucca) dopo una lite tra vicini di casa.

Per quell’omicidio il responsabile è stato condannato a 16 anni di reclusione, ma l’altra sera era tranquillamente a ballare in una balera. Ci siamo sempre detti a favore di un potenziamento delle misure alternative, da preferirsi alla detenzione in carcere per quei reati con pene brevi da scontare e comunque non di grande allarme sociale, seguendo il principio che ciò avvenga non in relazione ad un mero principio di automatismo ma secondo un criterio davvero di premialità: saper che un omicida se ne va a ballare piuttosto che starne in detenzione domiciliare è semplicemente sconcertante. Questi episodi minano il rapporto di fiducia che i cittadini dovrebbero avere con le istituzioni: come è possibile che chi uccide possa fare tutto questo? Siamo davvero la Repubblica delle banane?”

Lo dichiara Donato CAPECE, Segretario Generale del Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria SAPPE (il primo e più rappresentativo della Categoria) in relazione a quanto avvenuto l’altra sera a Viareggio, dove in una discoteca è stato sorpreso un uomo che stava scontando in detenzione domiciliare una condanna per omicidio. (foto lanazione.it)

Sappe Informa

Condannato per omicidio Assistente Capo di Polizia Penitenziaria: era a ballare invece che ai domiciliari

 

L'omicidio del collega Rossano Bastianelli (la notizia del 2009)

Rossano Bastianelli Polizia Penitenziaria

Un Assistente Capo della Polizia Penitenziaria, Rossano Bastianelli di 46 anni, in servizio alla Casa Circondariale di Lucca, è stato ucciso a colpi d’arma da fuoco nel giardino della sua abitazione a Santa Maria a Colle in provincia di Lucca nella serata del 31 agosto.
Primi ad intervenire i carabinieri del reparto operativo del comando di Lucca e di Nozzano che conducono attualmente le indagini e stanno ricercando una persona di circa 71 anni, Pasquale Tavella vicino di casa della vittima, pregiudicato, autore dell’omicidio.

Sul posto per le indagini si è recato il Sostituto Procuratore di turno della Procura di Lucca, Dr.ssa Benedetta Parducci.

La ricostruzione fatta dagli investigatori e da alcuni testimoni sembra propendere a futili motivi. Il Bastianelli intento a curare l’orto del giardino vede passare Tavella, e gli dice di andare più piano. L’anziano non lascia correre, scende dall’auto e si mette a discutere con la vittima.
Sembrerebbe finita lì, in realtà il Tavella dopo aver fatto alcuni metri con l’auto, scende ed impugna la sua pistola, illegalmente detenuta, cal. 9 corto, torna indietro e fredda il Bastianelli con tre colpi di pistola al torace.

L’Assistente non fa in tempo a capire cosa stia succedendo e crolla in una pozza di sangue.

Non si riesce a spiegare cosa abbia scatenato una reazione così violenta da parte del Tavella che dopo l’omicidio risale in auto e si allontana. L’allarme è stato dato da una vicina e dalla moglie dell’ucciso che dopo aver sentito gli spari si sono affacciati ed hanno visto quello che era successo.

L’Assistente Bastianelli lascia la moglie ed una figlia.

STATISTICHE CARCERI REGIONE TOSCANA
Statistiche carceri Regione Toscana







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Caso Cucchi: assolto anche il Funzionario del provveditorato regionale dell''amministrazione penitenziaria

2 I detenuti protestano, Provveditore Sbriglia: confida nell''intervento dei Radicali e sollecita il Ministro per affettività e Skype

3 Nigeriano aggredisce Agente di Polizia Penitenziaria che gli aveva negato l''elemosina, fuori dal servizo

4 Ergastolano della Uno Bianca in albergo a 4 stelle per esercizi spirituali invitato da Comunione e Liberazione e cooperativa Giotto

5 Truffa alla pay tv, 150 persone indagate in Sicilia: indagine iniziata in carcere

6 Andrea Orlando: tutti gli evasi vengono catturati. In Italia il minor tasso di evasioni d''Europa

7 Skype per i detenuti ed estremismo islamico: il Sappe lancia l''allarme per i possibili utilizzi

8 Tentativo di rivolta dei detenuti magrebini nel carcere di Prato: bloccato accesso alla terza sezione con brande

9 Tenta di evadere dall''ospedale: detenuto ricoverato strattona gli Agenti e si da alla fuga

10 Boss mafiosi in carcere, Cassazione: va motivata meglio la negazione al differimento di pena per motivi di salute


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 In memoria di Antonio Muredda, Agente di Custodia ucciso il 22 agosto 1983

2 AGENTE ALLA BOLDRINI: VENGA SENZA PREAVVISO QUI C E UN SOLO AGENTE PER TRE PIANI

3 Promozioni al grado superiore: perché si valutano le sanzioni disciplinari e non le ricompense?

4 Posti fissi in istituto penitenziario: rotazione o non rotazione del personale del Corpo?

5 La vigilanza dinamica è un fallimento! Parola di Santi Consolo, che dà ragione al Sappe, ma vorrebbe il ritorno delle veline

6 Uno sguardo alle prime procedure applicative del riordino della Polizia di Stato

7 Noi, vittime della Torreggiani

8 Sicilia: c''era una volta la polizia stradale

9 Le proteste pretestuose

10 L’estate del detenuto