Marzo 2018
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Marzo 2018  
  Archivio riviste    
UMBRIA: ZAFFINI, SOLIDALE CON GLI AGENTI PENITENZIARI

Polizia Penitenziaria -  UMBRIA: ZAFFINI, SOLIDALE CON GLI AGENTI PENITENZIARI


Notizia del 05/06/2013 - PERUGIA
Letto (1424 volte)
 Stampa questo articolo


AGENPARL) - Spoleto (PG), 5 giu - “Esprimo profonda vicinanza e solidarietà agli agenti di Polizia Penitenziaria che sono costretti a lavorare, con alto spirito di servizio e senso delle Stato, in condizioni di pericolo fisico e pesante pressione psicologica”. Lo afferma Franco Zaffini, capogruppo regionale di Fratelli d’Italia, che ha partecipato alla manifestazione organizzata stamani, davanti alla struttura detentiva di Spoleto, dal Sindacato autonomo Polizia Penitenziaria (Sappe), per “denunciare le tre aggressioni subite dagli operatori in pochi giorni da parte dello stesso detenuto”.
“E’ dovere delle istituzioni – dice Zaffini – tutelare coloro che all’interno di queste strutture prestano il loro encomiabile servizio, per uno stipendio di poco più di mille euro al mese. E chi, come il sottoscritto, reputa essenziale il ruolo delle forze di polizia, sente il dovere di esplicitare sempre il sostegno incondizionato agli agenti. Soprattutto ora che la sinistra al governo della Regione anziché tutelare coloro che garantiscono la sicurezza dei cittadini e la civile convivenza, si preoccupa, con la solita logica partigiana, di nominare il garante dei detenuti. Una figura – prosegue Zaffini – inutile, destinata a diventare addirittura pericolosa se istituita senza quell’accordo che la stessa legge regionale prevede e che, ad oggi, appare un’autentica chimera”. Zaffini, inoltre, ricorda che da tempo ha chiesto l’impegno della Giunta per la realizzazione del ‘repartino’ di degenza per detenuti nell’ospedale Santa Maria della Misericordia, struttura di competenza della Regione.
“Siamo rimasti inascoltati circa l’urgenza di prevedere una sezione per detenuti all’interno del nosocomio perugino la cui mancanza determina un aggravio di turni, pesantemente compromessi dalla protratta condizione di sottorganico delle forze di Polizia Penitenziaria dell’Umbria e non più sostenibile. Provvederemo a sottoporre la questione al direttore generale dell’azienda ospedaliera di Perugia Orlandi, nel corso della audizione già programmata della Commissione sanità. Per quanto ci riguarda – conclude Zaffini – saremo sempre dalla parte dello Stato e dei difensori dei cittadini”.

STATISTICHE CARCERI REGIONE UMBRIA
Statistiche carceri Regione Umbria







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Suicida in casa agente di Polizia Penitenziaria. Era in servizio nel carcere di Aosta L''Agente era alle dipendenze del Gruppo Operativo Mobile

2 Pericoloso detenuto accusa malore sull’A2: agenti di Messina sventano la fuga

3 Blitz in carcere: perquisite celle e detenuti per cercare droga e telefonini sospetti

4 Domani i funerali di Davide Agente penitenziario suicida

5 Eurodeputata di Forza Italia in visita al Carcere di Busto: i detenuti stranieri scontino la pena nel loro Paese d’origine”

6 Arrestati due agenti del carcere di Matera agevolazioni a detenuti in cambio di denaro

7 Vallanzasca, carcere Bollate: dategli la libertà condizionale

8 Forze Armate: NoiPA è diventato un problema?

9 NoiPa: Forze Armate in rivolta. E spunta una petizione on line

10 M5S chiede intervento Ministro Giustizia: Parlamentari raccolgono allarme agenti Polizia Penitenziaria


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Due anni fa ci lasciava Nicola Caserta, Presidente del Sappe, amico e collega di tutti noi

2 Lorenzo Cutugno: in memoria dell''Agente di Custodia ucciso dalle BR l''11 aprile 1978

3 Quanto il temporeggiatore arretra ...

4 Salvatore Rap: in memoria dell''Agente di Custodia ucciso durante la rivolta nel carcere di San Vittore del 21 aprile 1946

5 Non fatevi raccontare quello che succede in “miniera” da chi lavora dietro una scrivania. Il GOM visto da dentro

6 La lingua segreta dei tatuaggi sulla persona detenuta

7 L’indennità per la “presenza esterna”: a chi si e a chi no

8 Il rapporto tra immigrazione, carcere ed elezioni politiche

9 Sicurezza sul lavoro: il rischio elettrico

10 Convegno Salerno tenuto il 10 aprile dal Sappe su “Radicalizzazione nelle carceri”