Gennaio 2018
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Gennaio 2018  
  Archivio riviste    
Un agente penitenziario spara all'interno di un ristorante

Polizia Penitenziaria - Un agente penitenziario spara all'interno di un ristorante


Notizia del 25/06/2012 - FORLĚ-CESENA
Letto (4642 volte)
 Stampa questo articolo


In un ristorante a Forli, un poliziotto penitenziario ha perso la calma e, dopo aver impugnato la sua pistola d'ordinanza, ha sparato un colpo. Lo sparo è stato l'apice di una situazione che si è scaldata durante la serata. L'agente penitenziario, per tutta la sera, ha avuto un comportamento violento con un linguaggio volgare fatto di bestemmie e parolacce. L'uomo è stato arrestato dopo che si era allontanato dal locale. (ndr) 

Ha sparato sotto il tavolo al ristorante perché era andato su tutte le furie, scalfendo il pavimento e sfiorando gli altri clienti. Ha dell’incredibile l’episodio capitato l’altra sera all’Osteria dai Tosi, locale cult che si trova in via Donizetti, laterale di via Ansuino da Forlì all’Arcella. Nei guai è finito un agente della Polizia Penitenziaria, 35 anni, padovano, che lavora nel carcere di Rovigo, denunciato dalla squadra Mobile di Padova. All’uomo è stata sequestrata l’arma di ordinanza e, inoltre, quasi certamente il suo gesto avrà conseguenze anche sul posto di lavoro.
 
Fortunatamente il proiettile non ha ferito gli altri avventori del locale, ma dal racconto fatto da uno dei proprietari, Mauro Roghel (che gestisce l’osteria insieme al fratello Cristiano) si può veramente parlare di una fatalità. Il colpo esploso sotto il tavolo, infatti, ha frantumato una piastrella del pavimento e un frammento di ogiva si è conficcato nel montante di una finestra. «Quel tizio non l’avevo mai visto» ha spiegato Mauro Roghel «sebbene fosse seduto al tavolo con altre due persone, una delle quali è un nostro cliente. Francamente non ho ancora ben chiaro cosa abbia scatenato la sua ira. E tutto sommato importa poco. Più importante è che nessuno si sia fatto male e che la faccenda sia conclusa».
 
Il fatto è accaduto sabato sera alle 23,30. L’uomo, seduto al tavolo (visibilmente alterato) urla e bestemmia, tanto che una delle cameriere ad un certo punto si ferma e lo prega di abbassare i toni, per non disturbare la clientela (al momento dello sparo c’erano circa 20 persone). L'agente penitenziario non replica e la cosa sembra finita lì. Invece, lo stesso all’improvviso spara un colpo sotto il tavolo. I clienti si spaventano, alcune ragazze urlano dicendo di aver sentito schegge sulle gambe (probabilmente pezzi di piastrella). In un primo istante i più pensano a un petardo. Ma c’è chi ha visto. E chiama il 113. Un istante dopo chiama anche il proprietario.
 
Sul posto arriva una Volante. Testimoni parlano chiaramente di una pistola. Ma, nel frattempo, l’agente se n’è andato. L’uomo viene rintracciato tre ore dopo dalla squadra Mobile. Si giustifica dicendo che il colpi gli è partito mentre aveva la pistola nella cintola. Ma i pantaloni che indossa non sono bucati. E parte la denuncia.
 
STATISTICHE CARCERI REGIONE EMILIA-ROMAGNA
Statistiche carceri Regione Emilia-Romagna







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Polizia Penitenziaria: accorpamento non si farà, ecco perchè

2 Il boss e il pentito si incrociano in aereo: la Polizia Penitenziaria evita alo scontro fisico tra i due

3 Riforma ordinamento penitenziaria: anche l''Associazione Nazionale Funzionari del Trattamento contro i progetti del Governo

4 Mauro Palma garante dei detenuti: approvate la riforma Orlando così com''è, senza accogliere le indicazioni della Direzione Antimafia

5 Ancora due Agenti penitenziari aggrediti da detenuto nel carcere di Rebibbia

6 Governo Gentiloni sarà ricordato per lo svuota carceri mascherato? Sappe: così si rottama il 41bis

7 Comunicato DAP: la solidarietà a Luca Traini in carcere è una notizia priva di fondamento

8 Detenuti evadono durante una gita al museo del MAXXI di Roma: ripresi poco dopo

9 Carcere di Parma: un’altra grave aggressione ad agente penitenziario

10 Il carcere è troppo duro per Michele Zagaria: il suo avvocato dice che il 41-bis lo deprime


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Il piano del Governo per svuotare le carceri: benefici anche per reati gravi e senza il parere della Direzione Nazionale Antimafia

2 Le osservazioni del Cons. Ardita sulla riforma ordinamento penitenziario: il testo integrale audizione Commissione Giustizia del Senato

3 Ma chi siamo?

4 In memoria dell''Assistente Capo Paolo Gandolfo

5 Max Forgione, un grande uomo salito in cielo

6 Le osservazioni del Procuratore Aggiunto di Catania Sebastiano Ardita alla riforma dell''ordinamento penitenziario

7 Nuova circolare Dap per uso dei social: regole deontologiche, immagine e decoro. (o nascondere degrado, incuria e abbandono?)

8 Il Commissario Capo Giuseppe Romano insignito del prestigioso premio: Il discobolo d’oro

9 Il Castello è una macchina che funziona alla perfezione: se non fosse per quei granelli di sabbia

10 Transito a ruolo civile. Č legittimo cumulare pensione privilegiata e stipendio