Lug/Ago 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Lug/Ago 2017  
  Archivio riviste    
Via arenula vuole chiudere il carcere di Gorgona.

Notizia del 31/08/2011 - LIVORNO

Via arenula vuole chiudere il carcere di Gorgona.

letto 2592 volte)

 Stampa questo articolo         Condividi

Il ministero della giustizia, lo stesso che nel 2010 voleva riaprire i carceri di Pianosa e dell'Asinara, a pochi mesi di distanza vuole chiudere l'ultimo carcere dell'Arcipelago Toscano perché costa troppo, almeno a leggere un'intervista al regista Paolo Virzì sul Tirreno: «Mentre le carceri italiane scoppiano, alla Gorgona il penitenziario funzione bene, come ha scritto il regista Paolo Virzì sul Tirreno dopo una visita all'isola: i detenuti lavorano all'aperto, coltivano la terra e allevano animali. Eppure è già pronta la pratica di chiusura. Il carcere costa troppo. Ma basterebbe - suggerisce Virzì - vendere i prodotti agroalimentari prodotti sull'isola perché il carcere si mantenesse da solo, creando anche ricchezza».

E' già partito un appello, «il carcere chiude, riprendiamoci Gorgona!»  che non sprizza certo simpatia per l'esperienza carceraria dell'isola, che fa parte interamente parte del Parco nazionale dell'Arcipelago Toscano a terra e per gran parte a mare, salvo un corridoio di accesso.

Nell'appello anti-carcere di "Gorgona libera",  si legge: «Appello a tutti i gorgonesi di oggi e di allora: forse, finalmente, il carcere di Gorgona chiuderà i battenti. Ma tanti pericoli potrebbero nascondersi dietro questa chiusura, forse maggiori di quelli attuali, per la sopravvivenza del paese e degli abitanti, se non si saprà gestire il dopo carcere. Tante altre esperienze simili lo insegnano. Non si conoscono ancora i dettagli. ma un procedimento ufficiale del ministero di Giustizia dovrebbe essere già in atto. Si metterebbe fine, così, ad anni di sprechi e di falsità, in nome di un "carcere modello"  che non è mai esistito e che ha ucciso la comunità civile. I gorgonesi, però, se non vogliono veder ridurre la loro isola a terra di nessuno, devono mobilitarsi da subito per tornare, abitare, organizzarsi per una vita civile sull'isola. Gli sciacalli e i profittatori non saranno ammessi. Come Comitato Abitanti Isola di Gorgona siamo pronti a raccogliere intorno a noi la possibilità di un primo nucleo che possa iniziare una nuova vita per Gorgona. Serve subito intervenire presso le diverse autorità ed enti affinché venga garantita concretamente la permanenza sull'isola degli abitanti e venga restituito il territorio ai cittadini. Ci vogliono garanzie per luce, acqua e beni di prima necessità». E poi: «Vanno determinati compiti operativi di manutenzione e pulizia, assicurati i collegamenti, individuate le priorità».

Agli infiammati organizzatori del comitato, proprio come successe a Pianosa con la chiusura del carcere nel 1997, non sembra nemmeno passare per la mente che la più piccola isola dell'Arcipelago Toscano è territorio di un Parco nazionale,  che ha un proprio Piano approvato dal Comune di Livorno di cui Gorgona fa parte e che l'isola è protetta anche dalle direttive habitat ed uccelli dell'Unione europea.

Ogni cambio di destinazione d'uso, ogni nuova attività od occupazione dovranno tener conto di quelle regole e di quei vincoli e forzarli, come insegna la storia di isole più grandi, non è proprio possibile se non con la concertazione tra le istituzioni.

Forse le cose sono molto più complicate di come i liberatori di Gorgona credono o vogliono far credere.

STATISTICHE CARCERI REGIONE TOSCANA
Statistiche carceri Regione Toscana







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Caso Cucchi: assolto anche il Funzionario del provveditorato regionale dell''amministrazione penitenziaria

2 I detenuti protestano, Provveditore Sbriglia: confida nell''intervento dei Radicali e sollecita il Ministro per affettività e Skype

3 Nigeriano aggredisce Agente di Polizia Penitenziaria che gli aveva negato l''elemosina, fuori dal servizo

4 Ergastolano della Uno Bianca in albergo a 4 stelle per esercizi spirituali invitato da Comunione e Liberazione e cooperativa Giotto

5 Truffa alla pay tv, 150 persone indagate in Sicilia: indagine iniziata in carcere

6 Andrea Orlando: tutti gli evasi vengono catturati. In Italia il minor tasso di evasioni d''Europa

7 Skype per i detenuti ed estremismo islamico: il Sappe lancia l''allarme per i possibili utilizzi

8 Tenta di evadere dall''ospedale: detenuto ricoverato strattona gli Agenti e si da alla fuga

9 Boss mafiosi in carcere, Cassazione: va motivata meglio la negazione al differimento di pena per motivi di salute

10 Como, il restyling del carcere austriaco abbandonato dopo il trasloco al Bassone


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 AGENTE ALLA BOLDRINI: VENGA SENZA PREAVVISO QUI C E UN SOLO AGENTE PER TRE PIANI

2 Promozioni al grado superiore: perché si valutano le sanzioni disciplinari e non le ricompense?

3 Posti fissi in istituto penitenziario: rotazione o non rotazione del personale del Corpo?

4 La vigilanza dinamica è un fallimento! Parola di Santi Consolo, che dà ragione al Sappe, ma vorrebbe il ritorno delle veline

5 Uno sguardo alle prime procedure applicative del riordino della Polizia di Stato

6 Noi, vittime della Torreggiani

7 Sicilia: c''era una volta la polizia stradale

8 L’estate del detenuto

9 Evasioni ... troppo facile scaricare sempre la colpa su di noi!

10 Le verminose camarille