Marzo 2018
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Marzo 2018  
  Archivio riviste    
Virus Polizia Penitenziaria anche su Android, ecco come si presenta

Polizia Penitenziaria - Virus Polizia Penitenziaria anche su Android, ecco come si presenta


Notizia del 07/05/2014 - ROMA
Letto (5568 volte)
 Stampa questo articolo


Dopo i ripetuti attacchi nei confronti degli utenti Windows e Mac OS X, il malware conosciuto anche come "virus Polizia Penitenziaria" e diffuso in numerose varianti (virus Guardia di Finanza, Polizia Postale, Centro Nazionale Anticrimine Informatico per la Protezione delle Infrastrutture Critiche (CNAIPIC), Polizia Penitenziaria) ha cominciato a bersagliare gli utenti di Android.

Malware che, una volta insediatisi sul sistema, provvedono a metterlo sotto scacco disattivando alcune delle principali funzionalità, variando in profondità la configurazione del sistema operativo e bloccando l'accesso allo stesso, i ransomware hanno di recente imperversato soprattutto sulle macchine Windows (vedere Virus Polizia Penitenziaria: rimuovere il malware con quattro diversi metodi e Difendersi da Cryptolocker e dagli altri ransomware) facendo capolino anche su Mac OS X (Virus polizia di Stato e polizia postale su Mac OS X: come rimuoverli).

Gli aggressori hanno iniziato ad utilizzare il medesimo cliché sulla piattaforma Android distribuendo app che si propongono come software per la sicurezza quando il realtà provare a bloccare il dispositivo chiedendo un riscatto per tornare a consentirne l'utilizzo.

Come si evince esaminando l'analisi appena pubblicata, gli aggressori - ricorrendo anche a tecniche di ingegneria sociale - cercando di indurre l'utente ad installare app malevoli che portano alla visualizzazione di una minacciosa schermata del tutto simile a quella che viene proposta dalle versioni del malware concepite per Windows e Mac OS X.

Nel momento in cui gli utenti Android dovessero trovarsi a visitare uno dei tanti siti web utilizzati come "testa di ponte" per diffondere il malware, verrebbe automaticamente proposto loro il download e l'installazione del pacchetto APK contenente il codice dannoso (solitamente proposto come un elemento in grado di facilitare lo scaricamento di contenuti video).

Fortunatamente, il malware è già riconosciuto dai principali motori di scansione antimalware (vedere l'analisi su VirusTotal): un motivo in più per installare una buona app antivirus anche su Android: Antivirus su Android, serve davvero? Ecco uno dei migliori, gratis.

Nell'articolo Antivirus Android, malware a quota 97%. Ecco perché abbiamo spiegato perché il 97% dei malware concepiti per i dispositivi mobili prende di mira il sistema operativo di Google ed illustrato una serie di suggerimenti per evitare problemi.

ilsoftware 

STATISTICHE CARCERI REGIONE LAZIO
Statistiche carceri Regione Lazio







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Suicida in casa agente di Polizia Penitenziaria. Era in servizio nel carcere di Aosta L''Agente era alle dipendenze del Gruppo Operativo Mobile

2 Pericoloso detenuto accusa malore sull’A2: agenti di Messina sventano la fuga

3 Blitz in carcere: perquisite celle e detenuti per cercare droga e telefonini sospetti

4 Droga in carcere: poliziotto incastrato da una microspia nei gradi

5 Eurodeputata di Forza Italia in visita al Carcere di Busto: i detenuti stranieri scontino la pena nel loro Paese d’origine”

6 Domani i funerali di Davide Agente penitenziario suicida

7 Arrestati due agenti del carcere di Matera agevolazioni a detenuti in cambio di denaro

8 Vallanzasca, carcere Bollate: dategli la libertà condizionale

9 Perseguitava ex capo scorta di Alfano. Poliziotto penitenziario condannato a 3 anni di reclusione

10 Carceri: “E’ sempre più emergenza aggressioni”


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Due anni fa ci lasciava Nicola Caserta, Presidente del Sappe, amico e collega di tutti noi

2 Lorenzo Cutugno: in memoria dell''Agente di Custodia ucciso dalle BR l''11 aprile 1978

3 Quanto il temporeggiatore arretra ...

4 Salvatore Rap: in memoria dell''Agente di Custodia ucciso durante la rivolta nel carcere di San Vittore del 21 aprile 1946

5 Sempre un passo indietro... perchè la Polizia Penitenziaria non sta al livello degli altri

6 Non fatevi raccontare quello che succede in “miniera” da chi lavora dietro una scrivania. Il GOM visto da dentro

7 Le garanzie costituzionali per le perquisizioni personali

8 Il rapporto tra immigrazione, carcere ed elezioni politiche

9 Sicurezza sul lavoro: il rischio elettrico

10 Convegno Salerno tenuto il 10 aprile dal Sappe su “Radicalizzazione nelle carceri”