Marzo 2018
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Marzo 2018  
  Archivio riviste    
Vuole tornare in carcere perchè non sopporta più la moglie

Polizia Penitenziaria - Vuole tornare in carcere perchè non sopporta più la moglie


Notizia del 22/10/2012 - ASCOLI PICENO
Letto (5351 volte)
 Stampa questo articolo


Un uomo, agli arresti domiciliari, sceglie di tornare in carcere perchè non sopporta più la moglie e i loro continui litigi. Questa è l'incredibile storia accaduta che hanno vissuto i poliziotti penitenziari al carcere di Ascoli. (ndr)

C'è chi fa di tutto per evadere dal carcere e chi fa di tutto... per tornarci. Attenzione: non stiamo parlando di un delinquente abituale che, a causa delle sue condotte illecite, fa avanti e indietro dall'accogliente casa circondariale di Marino del Tronto. Ben diversa è la storia di Marco V., 45enne ascolano, agli arresti domiciliari da febbraio per reati legati allo spaccio di stupefacenti. Non è del tutto chiaro cosa sia successo la notte scorsa, certi sono soltanto l'incipit e l'epilogo della storia. In mezzo tanti 'rumors'.

Andiamo per ordine. La notte scorsa i carabinieri della compagnia di Ascoli arrivano a casa dell'uomo per un normale controllo teso a verificare il rispetto della misura cautelare. All'arrivo nell'appartamento, però, il 45enne non c'è. Ci sono la moglie e i figli, ma di lui nessuna traccia. Come accade in questi casi, i carabinieri si mettono sulle tracce dell'evaso che, qualora venga 'beccato' fuori, finisce di nuovo dritto dritto in carcere.

Non c'è bisogno, però, di tanto impegno da parte dei militari dell'Arma. Ieri, infatti, di buona mattina, l'uomo si presenta di fronte ai cancelli della casa circondariale di Marino del Tronto. Va dagli agenti della Polizia Penitenziaria, fornisce le sue generalità e si costituisce. Manca la valigetta, ma è pronto per tornare dietro le sbarre. Anomala condotta.

E qui arrivano i rumors. Il tam tam del carcere parla di una 'fuga' volontaria da casa. «Non ci riusciva più a stare a causa dei continui litigi con la moglie» si dice. Scappato dalla consorte, insomma, perché quella casa che condivideva con lei era diventata più angusta di una galera. E allora, di corsa dentro, di nuovo, per riconquistare un po' di tranquillità, lontano dai troppi pensieri domestici. Sembra una scena del film «Totò e le donne» di Monicelli e Steno, con il principe De Curtis che si rifugia in soffitta per non subire le continue critiche della moglie Ave Ninchi. Questa volta, senza temere di esagerare, possiamo dire che la realtà ha superato il cinema.

http://www.ilrestodelcarlino.it 

STATISTICHE CARCERI REGIONE MARCHE
Statistiche carceri Regione Marche







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Suicida in casa agente di Polizia Penitenziaria. Era in servizio nel carcere di Aosta L''Agente era alle dipendenze del Gruppo Operativo Mobile

2 Pericoloso detenuto accusa malore sull’A2: agenti di Messina sventano la fuga

3 Blitz in carcere: perquisite celle e detenuti per cercare droga e telefonini sospetti

4 Domani i funerali di Davide Agente penitenziario suicida

5 Eurodeputata di Forza Italia in visita al Carcere di Busto: i detenuti stranieri scontino la pena nel loro Paese d’origine”

6 Arrestati due agenti del carcere di Matera agevolazioni a detenuti in cambio di denaro

7 Vallanzasca, carcere Bollate: dategli la libertà condizionale

8 Forze Armate: NoiPA è diventato un problema?

9 NoiPa: Forze Armate in rivolta. E spunta una petizione on line

10 M5S chiede intervento Ministro Giustizia: Parlamentari raccolgono allarme agenti Polizia Penitenziaria


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Due anni fa ci lasciava Nicola Caserta, Presidente del Sappe, amico e collega di tutti noi

2 Lorenzo Cutugno: in memoria dell''Agente di Custodia ucciso dalle BR l''11 aprile 1978

3 Quanto il temporeggiatore arretra ...

4 Salvatore Rap: in memoria dell''Agente di Custodia ucciso durante la rivolta nel carcere di San Vittore del 21 aprile 1946

5 Non fatevi raccontare quello che succede in “miniera” da chi lavora dietro una scrivania. Il GOM visto da dentro

6 La lingua segreta dei tatuaggi sulla persona detenuta

7 L’indennità per la “presenza esterna”: a chi si e a chi no

8 Il rapporto tra immigrazione, carcere ed elezioni politiche

9 Sicurezza sul lavoro: il rischio elettrico

10 Convegno Salerno tenuto il 10 aprile dal Sappe su “Radicalizzazione nelle carceri”