<

Quanto guadagna un Poliziotto Penitenziario: Stipendio 2018

0
Share.
Prima di leggere l' articolo perdi un secondo e metti mi piace sulla nostra pagina facebook

Quanto guadagna un Poliziotto Penitenziario: stipendio 2018 polizia penitenziaria

Lo stipendio ( 2018 ) di chi lavora nel Corpo di Polizia Penitenziaria è spesso oggetto di discussione. Quella della polizia penitenziaria, è una professione che richiede impegno e dedizione; la difficoltà e la responsabilità – nel lavorare negli istituti a stretto contatto con i detenuti, con un orario di lavoro molto stressante, fanno del poliziotto penitenziario un lavoro particolarmente gravoso (anche se non è riconosciuto come tale dal nostro ordinamento) e purtroppo non pagato come dovrebbe.
A tal proposito, prima di vedere nel dettaglio quanto guadagna un’appartenente

al Corpo a seconda della qualifica e del grado ricoperto, vale la pena ricordare che nei mesi scorsi c’è stata una accesa polemica della decisione di aumentare lo stipendio dei detenuti che lavorano in carcere.
Nonostante il riordino delle carriere e il più recente rinnovo del contratto, infatti il guadagno di un poliziotto della Penitenziaria sembra non essere ancora commisurato alla gravosità e alla responsabilità del proprio lavoro.
Per questo motivo i sindacati di categoria, nonché gli appartenenti al Corpo della Pol Pen. chiedono che con il prossimo rinnovo contrattuale  (per il triennio 2019-2021) venga riconosciuto un aumento di stipendio migliore rispetto a quanto avvenuto nei mesi scorsi.
Secondo il Segretario Donato Capece del Sappe (Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria), infatti, è impensabile che un detenuto andrà a guadagnare circa 7 euro lorda arrivando così a 1.000 euro al mese (aggiungendo poi tredicesima e quattordicesima) nonostante allo Stato il loro “vitto e alloggio costi circa 160 euro al giorno”, mentre agli agenti della Polizia Penitenziaria- oltre al fatto che prendono uno stipendio troppo basso rispetto al ruolo ricoperto- viene chiesto persino di pagare per avere il posto letto in caserma.
Questa polemica, quindi conferma che in Italia il dibattito sulle retribuzioni spettanti alla Polizia Penitenziaria è ancora lontano da una conclusione. Senza voler entrare nel merito della polemica, quindi, di seguito andremo  ad analizzare le cifre riconosciute con il recente rinnovo del contratto così da capire quanto guadagna un poliziotto della Penitenziaria.

Quanto guadagna un Poliziotto Penitenziario

Come vederemo meglio di seguito lo stipendio base di un agente della Polizia Penitenziaria- al netto- varia dai 1300 ai 1350 . Tuttavia se a questo stipendio si aggiungono le indennità accessorie riconosciute per i piantonamenti, festivi e straordinari, il guadagno mensile può arrivare a toccare anche i 1800 euro.
Per scoprire quanto effettivamente guadagna un poliziotto della Pol.Pen. però, bisogna fare riferimento a quanto indicato dal recente rinnovo contrattuale.
Nel dettaglio, nel decreto del Presidente della Repubblica 39/2018 (Recepimento dell’accordo sindacale e del provvedimento di concertazione per il personale non dirigente delle Forze di polizia ad ordinamento civile e militare “Triennio normativo ed economico 2016-2018”) troviamo la tabella contenente tutte le cifre – lorde – dello stipendio annuale (da dividere per 12 mensilità) riconosciuto agli appartenenti della Polizia Penitenziaria a partire dal 2018.
STIPENDI TABELLARI POLIZIA PENITENZIARIA
QUALIFICA PARAMETRO STIPENDIO LORDO (12 MENSILITÀ)
Commissario Capo penitenziario 150,50 26.796,53
Commissario penitenziario 148,00 26.351,40
Vice Commissario penitenziario 136,75 24.348,34
Sostituto Commissario “coordinatore” 148,00 26.351,40
Sostituto Commissario 143,50 25.550,18
Ispettore Sup. (8 anni nella qualifica) 140,00 24.927,00
Ispettore Superiore 137,50 24.481,88
Ispettore Capo 133,50 23.769,68
Ispettore 131,00 23.324,55
Vice Ispettore 124,75 22.211,74
Sovr.nte Capo “coordinatore” 131,00 23.324,55
Sovrintendente Capo (4 anni nella qualifica) 125,75 22.389,79
Sovrintendente Capo 124,25 22.122,71
Sovrintendente 121,50 21.633,08
Vice Sovrintendente 116,75 20.787,34
Assistente Capo “coordinatore” 121,50 21.633,08
Assistente Capo (con 5 anni nel grado) 117,00 20.831,85
Assistente Capo 116,50 20.742,83
Assistente 112,00 19.941,60
Agente scelto 108,50 19.318,43
Agente 105,25 18,739,76

Stipendio: dal lordo al netto

Dallo stipendio lordo per passare al netto bisogna sottrarre le trattenute previdenziali e fiscali. Nel dettaglio, nel caso delle forze di pubblica sicurezza abbiamo una RAP (Ritenuta Assistenziale e Previdenziale) del 9,15%; questa, però, a seconda della Regione di appartenenza può arrivare sino al 9,19%.
La seconda trattenuta è quella fiscale: l’Irpef, ovvero l’imposta sulle persone fisiche. Tuttavia, mentre la quota Inps lato dipendente è uguale per tutti, l’aliquota Irpef è soggettiva e varia a seconda del reddito annuo. Nel dettaglio, abbiamo diversi scaglioni, per ognuno dei quali c’è una differente aliquota Irpef:
  •  23%: da 0 a 15mila euro;
  •  27%: da 15.001 a 28mila euro;
  •  38%: da 28.001 a 55mila euro;
  •  41%: da 55.001 a 75mila euro;
  •  43%: oltre i 75mila euro.
Quindi, per capire qual è lo stipendio netto vi basta suddividere i seguenti importi annui per 12 mensilità, per poi applicare le trattenute suddette. Prima di andare avanti è importante sottolineare che anche se i suddetti importi annui sono complessivi di 12 mensilità, ai poliziotti della Penitenziaria – così come alle altre Forze dell’Ordine – è riconosciuta la tredicesima mensilità.

Aumento di stipendio dopo diversi anni di servizio

L’articolo 6 del decreto legge 387/1987 ha poi riconosciuto un assegno di funzione al personale della Polizia di Stato (qui le informazioni sui loro stipendi) e degli altri Corpi di Polizia, Penitenziaria compresa.
Si tratta di un emolumento economico che viene riconosciuto al raggiungimento di una determinata anzianità di servizio; nel dettaglio, questo è attribuito dal compimento del 17°27° e 32° anno si servizio.
Non ne hanno diritto, però, quei poliziotti che nei 2 anni precedenti hanno riportato un giudizio complessivo inferiore a “buono”, o anche la sanzione disciplinare della sospensione dal servizio.
Di seguito trovate gli importi lordi (annui) dell’assegno di funzione, riconosciuto mensilmente al raggiungimento dei suddetti step.
IMPORTI ASSEGNO DI FUNZIONE
RUOLO 17 ANNI DI SERVIZIO 27 ANNI DI SERVIZIO 32 ANNI DI SERVIZIO
Agenti/Assistenti 1.458,40 2.949,83 3.392,30
Sovrintendenti 1.800,20 3.018,20 3.470,98
Ispettori 1.829,40 3.070,50 3.531,03
Vice Commissario penitenziario 2.153,50 3.231,70 3.716,51
Commissario penitenziario 2.153,50 3.231,70 3.716,51
Commissario Capo penitenziario 2.770,90 5.140,10 5.915,67
Vuoi anche conoscere come viene pagato il lavoro straordinario della polizia penitenziaria?Vai all’approfondimento sugli straordinari.
Fonte: forzeitaliane.it

About Author

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WhatsApp Ricevi news su WhatsApp