<

Categoria: circolari

Il piano del Viminale. E la Lombardia vuole acquistare un migliaio di pistole elettriche per i vigili urbani. La pistola elettrica, il “taser”, quell’aggeggio che lancia una scarica elettrica a forte voltaggio capace di atterrare un bisonte, affidato a polizia e carabinieri per una sperimentazione da alcuni giorni, sta dando buona prova. Sono diversi i casi, da Catania a Milano, in cui agli agenti è stato sufficiente tirarlo fuori dalla fondina, e far schioccare la scintilla, per riportare a miti consigli un violento. E dato che, neanche a farlo apposta, ogni volta si trattava di un energumeno straniero, il ministro…
Da lunedì 3 settembre un servizio navetta con mezzi della Polizia Penitenziaria accompagnerà i lavoratori del Tribunale penale di Bari da piazza De Nicola all’ex sede distaccata di Modugno, dove saranno trasferiti giudici e relative cancellerie dal Palagiustizia dichiarato inagibile. Nella circolare diramata ieri dalla segreteria del personale amministrativo del Tribunale di Bari riservata agli addetti del settore penale, si comunica che a partire da lunedì 3 settembre per raggiungere Modugno, dalle ore 7.30 saranno disponibili mezzi dell’Amministrazione penitenziaria. Quale punto di raccolta del personale è stata indicata piazza Enrico De Nicola, antistante il Palazzo di Giustizia. Seguiranno due corse…
Il ministero dell’Interno ha annunciato che da mercoledì 5 settembre le forze dell’ordine avranno in dotazione una pistola elettrica. Salvini: “Agenti lavoreranno meglio”. Da mercoledì prossimo, 5 settembre, da Milano a Catania e in altre dieci città alcuni agenti delle forze dell’ordine avranno in dotazione una pistola elettrica nella fondina. Dopo qualche mese di formazione, comincia quindi la sperimentazione del Taser (COS’È), l’arma a impulsi elettrici che impedisce ai soggetti colpiti di muoversi. Ma il Viminale ha annunciato anche un’altra novità in tema di sicurezza: attraverso una circolare il ministero dell’Interno ha avviato una stretta sugli sgomberi chiedendo un censimento…
Sarà insediato un tavolo tecnico al ministero della Giustizia per mettere a punto proposte di modifica migliorative rispetto a quanto previsto dalla ‘riforma Orlando’ riguardante la magistratura onoraria. E’ il risultato raggiunto durante un incontro, presieduto dal sottosegretario alla Giustizia, Jacopo Morrone, avvenuto questa mattina alla Sala Livatino del ministero, a Roma, a cui hanno preso parte esponenti delle associazioni rappresentative della magistratura onoraria, oltre al capo di gabinetto del ministero, Fulvio Baldi. Fin dal suo varo, la riforma Orlando, contenuta nel Decreto legislativo 116/2017, è stata contestata dalla categoria interessata, giudici di pace, giudici onorari di tribunale e viceprocuratori…
Da alcuni mesi era cambiato il clima politico. A Ipocrilandia, avevano vinto le elezioni il partito della PANCIA e il movimento delle 7 MINCHIATELLE; avevano stracciato i partiti tradizionali a forza di dichiarazioni demagogiche infarcite di becero populismo: Noi faremo … Noi manderemo a casa la casta … Noi faremo andare in pensione a 55 anni … Noi vi garantiremo 700 euro al mese anche se non lavorate … Noi cacceremo tutti i negri in Africa a calci nel culo … Le aspettative del popolo erano tante. Il Commissario Ultimo, sempre più disilluso sul futuro delle carceri di Ipocrilandia e sul…
…. a cosa servono gli psicologi se poi il personale nei rapporti informativi annuali viene giudicato solo per “panza & presenza”? A volte, per non alterare l’equilibrio psicologico dei colleghi, basterebbe monitorare la stabilità mentale di chi compila i giudizi annuali del personale. Sarebbe davvero interessante, infatti, capire quali sono le motivazioni psicologiche di chi, nella stesura dei giudizi, utilizza motivazioni sintetiche come ”… diminuito nell’impegno e nell’interesse” oppure “… ha mostrato poco interesse” o, semplicemente, “… rapportato disciplinarmente”. In alcuni casi, ad esempio, potrebbe venir fuori che dietro certi giudizi negativi c’è una ritorsione per le assenze dal servizio…
Dopo l’ennesimo suicidio nelle file del Corpo di Polizia Penitenziaria, il Capo DAP ha diramato nuove disposizioni che intendono promuovere convenzioni su tutto il territorio nazionale con studi di psicoterapia, al fine di prevenire il rischio suicidio. Nella stessa circolare Basentini preannuncia l’istituzione di un ruolo tecnico degli psicologi della Polizia Penitenziaria. Leggi la circolare del Capo del Dipartimento Francesco Basentini sulla prevenzione dei suicidi del personale del Corpo
L’INPS rassicura i dipendenti pubblici: i contributi previdenziali ex INPDAP anche dopo la prescrizione non andranno persi. Ecco quindi cosa cambierà alla data del 31 dicembre 2018. Finalmente l’INPS ha fatto chiarezza sulla delicata vicenda dei contributi previdenziali ex INPDAP che alla data del 1° gennaio 2019 cadranno in prescrizione. Come noto, infatti, l’INPS con la circolare 169/2017 ha prorogato di un anno il termine della prescrizione per i contributi precedentemente versati sul fondo dipendenti pubblici dell’ex INPDPAP che sono andati persi con il passaggio all’INPS fissandola per il 31 dicembre 2018. Entro questa data, quindi, i dipendenti pubblici che dopo aver effettuato l’estratto conto della propria posizione previdenziale si…
A distanza di quasi cent’anni è ancora vigente la normativa che prevede il possesso di denaro dei detenuti da parte del personale del Corpo di Polizia Penitenziaria, senza che quest’ultimo ne abbia titolo e senza la previsione di speciali compensi. Prima di addentrarmi nei particolari riporto la normativa ancora vigente. 1) Art. 689 del regolamento di contabilità carceraria approvato con il Regio Decreto del 16 maggio 1920 n. 1908 Il denaro che viene depositato per i detenuti è ricevuto dall’agente portinaio che ne rilascia quietanza staccata da un apposito bollettario e ne fa il versamento all’Autorità dirigente o al Contabile,…
L’8 gennaio 2013, la sezione II della Corte Europea dei Diritti dell’Uomo ha emesso una sentenza (poi passata alla storia come Sentenza Torreggiani) che stigmatizzava il sistema penitenziario italiano. Con la sentenza in parola, che era già stata preceduta da un’altra analoga del 2009 in ordine al caso Sulemanovic (un detenuto del carcere romano di Rebibbia che aveva condiviso per quattro mesi una cella di 16,20 mq. con altri 5 detenuti), la CEDU ha condannato l’Italia per violazione dell’art. 3 della Convenzione Europea dei Diritti dell’Uomo (rubricato “proibizione della tortura”), che sancisce il divieto di pene e trattamenti disumani e…
I diversi mesi di ritardo per la conclusione della mobilità dei commissari, hanno causato l’indizione di un interpello straordinario per coprire i posti di comando rimasti vacanti. Procedura emessa con urgenza, il 19 luglio con nota 236753, in quanto se fosse stata bandita a settembre, quando i commissari mobilitati con l’ultimo interpello avevano già ottenuto la nuove sede, il 70% dei commissari non vi avrebbe potuto partecipare, poiché giustamente l’art. 5 del PCD del 2013 prevede minimo un anno di permanenza nella sede. Con questa opportuna lungimiranza del DAP, saranno tenuti fuori dall’interpello straordinario solo quell’esigua quota di commissari che…
Sul sito dell’INPS è stata pubblicata, il 26 luglio scorso, una guida relativa alle modalità di invio del certificato medico per malattia e alle procedure delle visite fiscali. In questa guida l’INPS , nel ribadire le cause che escludono l’obbligo della reperibilità, ha evidenziato nuovamente che nel caso di malattia professionale o infortunio le visite medico fiscali non sono di propria competenza, ma devono essere effettuate dall’INAIL. Inevitabilmente, molti colleghi, dopo aver letto la citata guida, hanno chiesto chiarimenti circa l’applicabilità o meno di queste direttive al comparto sicurezza e, più in particolare, alla Polizia Penitenziaria. Si ripropone, quindi, ancora…
La pensione nel 2019 subirà alcune modifiche, sono previsti adeguamenti anche per le pensioni delle Forze armate, sicurezza e vigili del fuoco, a chiarirlo è la circolare dell’Inps n. 62 del 04 aprile 2018. Con questa circolare l’Inps spiega i nuovi requisiti per queste categorie, che andranno in vigore dal 1° gennaio 2019. Requisiti 2019 per l’accesso al pensionamento del personale appartenente al comparto difesa, sicurezza e vigili del fuoco L’adeguamento dei requisiti relativi alla speranza di vita, di cui al decreto del 5 dicembre 2017, trova applicazione anche nei confronti del personale appartenente al comparto difesa, sicurezza e vigili del fuoco,…
Come noto le regole delle visite fiscali sono state recentemente modificate dalla riforma Madia, con la quale è stato introdotto il Polo Unico INPS sia per i dipendenti privati che per quelli pubblici. L’unica eccezione è rappresentata dalle Forze Armate e di Polizia, le quali non sono passate sotto la gestione del Polo Unico INPS; non per questo, però, il decreto Madia non si applica anche al personale militare, cosa che erroneamente credono in molti. Tempo fa, ad esempio, ci è arrivata una segnalazione da parte di alcuni esponenti del Sappe – il sindacato autonomo di Polizia Penitenziaria – in merito ad alcune incongruenze in tema di visite fiscali per la causa di…
Per alcuni siciliani, come per alcuni calabresi, più che le parole conta capire cosa c’è dietro. Possono discuterne per giorni interi. Per i mafiosi, poi, interpretare i segni o le azioni, fatte o mancate, è un’autentica ossessione, soprattutto da quando l’intreccio di interessi con i politici è diventato più stretto. I segnali che usano per comunicare tra loro sono comunque i più difficili da comprendere dall’esterno. Dunque, questo governo che messaggi manda contro la mafia? E cosa farà di concreto per combattere i boss? Occorre fare un passo indietro e partire dalla kermesse di Ivrea del 7 aprile scorso, quando…
Non appena il mafioso Alessandro Piscopo arriva alle porte della sua Vittoria, tra le serre del ragusano, si verifica un evento miracoloso: suo fratello, a letto per un intervento al cuore, si alza e se ne va al bar. Per il boss è un giorno speciale. Gli è concesso di lasciare il carcere dell’Aquila, dove è sottoposto al regime del 41bis per stringere a sé il parente malato. Lui però non si trova. La lunga attesa e la preoccupazione terminano davanti all’apparizione: eccolo spuntare da dietro l’angolo, sulle sue gambe. Pronto ad abbracciarlo in mezzo a curiosi e compari scesi in…
L’allarme dell’amministrazione penitenziaria: “Così si rischia l’alleggerimento del carcere duro”. Piscitello: “Si pronunci la Cassazione”. Attualmente sono 732 i detenuti sotto processo o condannati sottoposti al “carcere duro”. L’ultimo campanello d’allarme è suonato nel carcere de L’Aquila, dove si trova la maggior parte dei detenuti al “41bis”. Il 4 giugno scorso, in 51 (su un totale di 151) hanno chiesto udienza al magistrato di sorveglianza, dopo che la sera prima uno di loro aveva gridato da una cella: “Questi ora vogliono aprire Pianosa e ci faranno morire, proviamo a chiedere il colloquio con il magistrato di sorveglianza e parliamone con…
I detenuti in regime di 41 bis (il cosiddetto “carcere duro” per i mafiosi) non devono scrivere lettere a “Nessuno tocchi Caino”, associazione radicale che si batte per l'abolizione della pena di morte nel mondo. La circostanza è stata ribadita in un procedimento giudiziario, gestito dai tribunali del Piemonte, che riguarda Giuseppe Falsone, 48 anni, originario di Campobello di Licata, considerato dagli inquirenti uno dei capi di Cosa nostra nella provincia di Agrigento, arrestato nel 2010. Falsone, rinchiuso a Novara, aveva chiesto a una congiunta di inviare 200 euro al proprio legale per l'iscrizione al Partito Radicale; LA DECISIONE «In realtà – si…
Come è noto, dal 1° settembre 2017, in applicazione del Decreto Legislativo 75/2017, sono entrate in vigore le norme che istituisco il “Polo unico per le visite fiscali”, con l’attribuzione all’INPS della competenza esclusiva ad effettuare visite mediche di controllo (VMC) sia su richiesta delle Pubbliche amministrazioni, in qualità di datori di lavoro, sia d’ufficio. Successivamente l’Istituto con una serie di messaggi ha fornito indicazioni operative per l’applicazione delle nuove disposizioni. In questo articolo, invece, abbiamo parlato dei casi di esonero per la visita fiscale. Al fine di rendere chiaro il quadro di riferimento normativo l’INPS con il messaggio 1399 del 29 marzo 2018 ha coordinato l’insieme…
Interrogazione a risposta in Commissione: DEIDDA. — Al Ministro della giustizia. — Per sapere – premesso che: negli ultimi mesi si sono moltiplicati gli episodi che mettono in luce la condizione precaria in cui versano gli istituti penitenziari e i centri di reclusione nella regione Sardegna: da ultimo, una rapina a mano armata presso il centro di reclusione di Isili e una forte protesta dei detenuti nella casa di reclusione « Is Arenas », in comune di Arbus; da anni le forze sindacali e politiche denunciano le carenze negli organici e nelle strumentazioni affidate agli agenti di Polizia Penitenziaria: si…
WhatsApp Ricevi news su WhatsApp