<

Categoria: L’Osservatorio Politico

Abbiamo scritto più volte sulle pagine di questa Rivista del disastro fatto per la riorganizzazione dell’Amministrazione Penitenziaria e soprattutto del Corpo di Polizia Penitenziaria, da parte dei nostri più diretti amministratori. In questi ultimi anni abbiamo assistito alla realizzazione ed al tentativo di realizzazione di progetti a dir poco scellerati, come la riforma dell’ordinamento penitenziario, fortunatamente bloccata dalla maggioranza uscita dalle urne, la sottrazione di posti dirigenziali alla Polizia Penitenziaria a livello centrale, una riorganizzazione degli uffici centrali e di quelli dei provveditorati che mortifica la Polizia Penitenziaria ed i suoi dirigenti che sono tali solo nominalmente, la vigilanza dinamica…

E’ terminata ormai l’era Orlando al Ministero della Giustizia. E’ quindi tempo di bilanci, rispetto a ciò che è stato fatto, ciò che invece non è stato fatto oppure andava fatto diversamente, per quanto riguarda l’Amministrazione penitenziaria, il Corpo di Polizia Penitenziaria e l’esecuzione penale. Sicuramente non possiamo dire che ci sia stata inerzia, di cose ne sono state fatte. Dal punto di vista dell’azione riformatrice Orlando non si colloca sicuramente tra i peggiori ministri che abbiamo conosciuto finora. Ricordiamo gli Stati Generali dell’esecuzione penale, gli stati generali della lotta alla mafia, i vari decreti di riorganizzazione del ministero della…

Il garante nazionale dei diritti delle persone private della libertà personale, parlando della riforma dell’ordinamento penitenziario, ha affermato che Chi parla di salva-ladri dimostra di non avere letto il testo che non tocca il 41 bis e non riguarda mafia e terrorismo. Temo, tra l’altro, che queste polemiche stiano in realtà creando vane aspettative nei confronti di chi è dentro per associazione mafiosa. Tale affermazione è riportata in uno dei tanti articoli – in questo caso si tratta di un’intervista – di Mauro Aliprandi, pubblicato su Il Dubbio, quotidiano diretto da Piero Sansonetti. L’autore dell’articolo continua affermando che si tratta…

Potrà sembrare irriverente scomodare colui che ha inventato la teoria della relatività per parlare delle cose di cui diremo in seguito, ma Albert Einstein lo si può citare anche come filosofo, come uomo di grande saggezza e cultura. D’altra parte, lui è riuscito a spiegare come funziona l’universo, senza vederlo. Noi, il più delle volte, non riusciamo a trovare una soluzione a ciò che vediamo tutti i giorni. Ormai anche il governo in carica, che rimarrà tale per la gestione ordinaria, ha terminato il suo mandato. E’ il terzo governo della XVII legislatura: dopo Letta e Renzi è toccato a…

Lo schema di decreto legislativo recante “Riforma dell’Ordinamento Penitenziario in attuazione della delega di cui all’articolo 1, commi 82, 83, 85, lettere A), B), C), D), E), F), G), H), I), L), M), O), R), S), T), U) e V), della legge 23 giugno 2017, n. 103, reca modifiche sostanziali in tema di infermità psichica, soprattutto se sopravvenuta nel corso dell’esecuzione penale, attualmente disciplinata dall’articolo 148 c.p., art. 4-bis legge 354/75 (divieto di concessione di benefici e accertamento della pericolosità sociale dei condannati per taluni delitti), ed altre questioni che andiamo a valutare nel dettaglio. INTERVENTI IN MATERIA DI…

Il Governo ha predisposto ed inviato alle Commissioni parlamentari competenti, per il relativo parere, lo schema di decreto legislativo recante “Riforma dell’Ordinamento Penitenziario in attuazione della delega di cui all’articolo 1, commi 82, 83, 85, lettere A), B), C), D), E), F), G), H), I), L), M), O), R), S), T), U) e V), della legge 23 giugno 2017, n. 103”. Il decreto in questione interviene a modificare diverse disposizioni normative riguardanti la legge 26 luglio 1975, n. 354, nonché l’articolo 147 del codice penale, riguardante il rinvio facoltativo dell’esecuzione della pena e l’articolo 148 dello stesso codice (infermità psichica…

La XVII legislatura italiana, iniziata il 15 marzo del 2013, volge ormai al termine. Questa legislatura ha visto protagonisti due Presidenti della Repubblica, Giorgio Napolitano e Sergio Mattarella, e tre Presidenti del Consiglio, Letta (2013/14), Renzi (2014/2016) Gentiloni (2016/2018). Le composizioni delle due Camere sono state determinate dalle elezioni politiche del 24/25 febbraio 2013. La legislatura attuale, per quanto riguarda la composizione, è quella con l’età media più bassa di tutti i tempi e con il maggior numero di donne in Parlamento. Infatti, la percentuale di donne è del 32% alla Camera e 30% al Senato, mentre l’età media è…

Il 20 aprile di quest’anno, la Camera dei Deputati ha approvato il disegno di legge 2801, riguardante le Norme in materia di consenso informato e di disposizioni anticipate di trattamento. Si tratta di un progetto che riunisce iniziative di altri parlamentari e che si trova attualmente al Senato. La Camera lo ha approvato sull’onda emotiva del caso di DJ Fabo, accompagnato in Svizzera da Marco Cappato, dove ha potuto avviare il percorso del suicidio assistito. Nel suo percorso, Fabiano Antoniani, è stato aiutato dall’Associazione Luca Coscioni. Fabiano era diventato cieco e tetraplegico, a seguito di un incidente stradale. La sua…

Cesare Battisti è un noto delinquente italiano. Per molti è un intellettuale, autore di romanzi di discreto successo, ma chi legge la sua storia personale si rende conto che è solo un delinquente che ha cercato, nel tempo, di rendere meno odiosi i suoi crimini, ammantandoli di una fuorviante ideologia, anch’essa comunque criminale, come quella legata al terrorismo degli anni 70 e 80. Battisti fu arrestato per la prima volta nel 1972, per una rapina compiuta a Frascati. Nel 1974 venne nuovamente arrestato per una rapina con sequestro di persona compiuta a Sabaudia. Nel 1977 fu arrestato per aver aggredito…

Quello che abbiamo scritto negli ultimi mesi sulla situazione dell’amministrazione penitenziaria e delle carceri in generale trova sempre più conferme, giorno dopo giorno. Gli eventi critici non accennano a diminuire, anzi, sono sempre più drammatici. Erano tanti anni che in carcere non si verificava un omicidio. Nei giorni scorsi è avvenuto anche questo: un detenuto ha ucciso il compagno di cella nel carcere di San Gimignano. A seguito di un violento litigio tra due detenuti romeni uno ha ammazzato l’altro, usando uno sgabello di legno con il quale ha colpito più volte il compagno di cella. Il detenuto ucciso era…

Abbiamo più volte scritto in questi mesi della deriva in cui stanno scivolando l’amministrazione penitenziaria e il Corpo di Polizia Penitenziaria, e quindi le carceri, a causa di scelte politico/amministrative sbagliate. Purtroppo, le scelte di politica penitenziaria e della sicurezza delle carceri, che coinvolgono inevitabilmente la sicurezza nazionale, in questi ultimi tempi, vengono fatte da persone che hanno una visione non adeguata, rispetto alle esigenze del Paese. Si tratta, spesso, di amministratori e politici che hanno una visione esclusivamente ideologica del governo di certi fenomeni. Sono quelli che ritengono che tutti i delinquenti possono essere recuperati, che non serve imporre…

La prima sezione penale della Corte di Cassazione, nei giorni scorsi, ha emesso una sentenza destinata fin da subito a far discutere, non tanto per il contenuto, quanto per la persona della quale si era occupata: Totò Riina, detenuto dal 1993 al regime del 41 bis. L’avvocato di Riina aveva presentato al Tribunale di sorveglianza di Bologna una richiesta di differimento della pena ex articolo 147, n. 3, del codice penale e, in subordine, di esecuzione della pena nelle forme della detenzione domiciliare, ex art. 47 – ter, comma 1 – ter, legge 26 luglio 1975, n. 354. Il Tribunale…

Con ordinanza depositata il 29 aprile 2016, il Magistrato di sorveglianza di Spoleto ha sollevato la questione di legittimità costituzionale dell’articolo 41 – bis, comma 2 – quater, lettere a) e c), della legge 26 luglio 1975, n. 354, nella parte in cui – secondo il "diritto vivente" – consente all'Amministrazione penitenziaria di adottare, tra le misure di elevata sicurezza interna ed esterna volte a prevenire contatti del detenuto in regime differenziato con l'organizzazione criminale di appartenenza o di attuale riferimento, il divieto di ricevere dall'esterno e di spedire all'esterno libri e riviste a stampa. Il giudice a quo è…

Il disegno di legge n. 4368, presentato dal Ministro Andrea Orlando, di concerto con i ministri Alfano e Padoan apporta sostanziali modifiche ai Codici penale e di procedura penale, nonché all’Ordinamento penitenziario. Per quanto riguarda le modifiche all’Ordinamento penitenziario il legislatore, tra i principi e criteri direttivi di cui si dovrà tenere conto nella predisposizione dei decreti legislativi, ha previsto: • la revisione delle modalità e dei presupposti di accesso alle misure alternative sia con riferimento ai presupposti soggettivi sia con riferimento ai limiti di pena, al fine di facilitare il ricorso alle stesse, salvo che per i casi di…

L’Amministrazione penitenziaria sembra ormai avviata verso una lenta agonia, di cui, forse, i suoi vertici, amministrativi e politici non sono nemmeno tanto consapevoli. La nostra è un’amministrazione che, come diceva qualcuno, si regge su equilibri particolari; equilibri che potremmo definire precari. L’equilibrio principale è sempre stato quello del bilanciamento tra sicurezza e trattamento, sicurezza e recupero sociale. D’altra parte la funzione del carcere è proprio quella di garantire sicurezza da una parte e recupero sociale, attraverso il trattamento, dall’altra. La sicurezza dovrebbe avere un ruolo di primo piano, anche rispetto alle esigenze trattamentali; d’altra parte lo dice anche la legge,…

In base a quanto si legge nella relazione annuale che i nostri servizi di intelligence fanno al Parlamento, la composizione dei flussi migratori irregolari che hanno interessato il Mediterraneo nel corso del 2015 appare mutata a causa della situazione esistente in alcune aree di crisi e di conflitto. Per entrare nello spazio Schengen le rotte maggiormente utilizzate sono state quella nordafricana che è il più importante canale di ingresso alle coste italiane e quella anatolico -balcanica, per i migranti che provengono da Siria, Palestina, Iraq (Vicino Oriente) e Pakistan, Afghanistan, Bangladesh (Asia). Il trasferimento dalle zone di origine a quelle…

Il nuovo Governo Gentiloni si è insediato da poco, con il principale scopo di varare una riforma della Legge elettorale che consenta di andare al voto, senza creare instabilità successive. Questo, però, non è l'obiettivo di tutti i partiti e gli schieramenti politici, soprattutto quelli minoritari, i quali, da un esito elettorale incerto e di equilibrato, sperano di trarne vantaggio facendo l'ago della bilancia: un vecchio sistema, questo, tutto italiano che per tantissimi anni soprattutto nella prima Repubblica ha consentito a piccoli partiti di poter partecipare alla formazione dei vari governi democristiani e anche socialisti. L'esigenza di una riforma della…

L’articolo 4 bis della Legge 354/75 prevede che l'assegnazione al lavoro all'esterno, i permessi premio, le misure alternative alla detenzione previste dal capo VI della medesima legge, fatta eccezione per la liberazione anticipata, possono essere concessi ai detenuti e internati per delitti commessi avvalendosi delle condizioni previste dall'articolo 416 bis e 630 del Codice penale, 291-quater del testo unico approvato del D.P.R. n. 43/73 e dall'articolo 74 del D.P.R. 30999, solo nei casi in cui tali detenuti e internati collaborino con la giustizia, ai sensi dell'articolo 58-ter. In base al predetto articolo le limitazioni previste dal primo periodo dell'articolo 4…

Il 27 settembre 2016 il Consiglio dei Ministri ha delineato la nota di aggiornamento del Documento Economico Finanziario 2016 che costituisce il principale strumento di programmazione, indica la strategia economica e di finanza pubblica nel medio termine, riporta gli indicatori strutturali, da concordare con l’Unione Europea, nonché le risorse finanziarie disponibili. Il documento originario di aprile prevedeva una crescita del PIL dell’1,2%, mentre crescerà dello 0.8, in base a quanto previsto dalla nota di aggiornamento. Per il 2017 il Pil tendenziale, ovvero in vigenza dell’attuale normativa, sarà dello 0.6% in più, mentre l’obiettivo fissato dal governo, sempre per il 2017,…

E' stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 12 settembre 2016 il Decreto Legislativo 19 agosto 2016, n. 177 che prevede disposizioni in materia di razionalizzazione delle funzioni di polizia e assorbimento del Corpo Forestale dello Stato, ai sensi dell’articolo 8, comma 1, lettera a), della Legge 7 agosto 2015, n. 124, in materia di riorganizzazione delle amministrazioni pubbliche. Il decreto disciplina la razionalizzazione e il potenziamento dell’efficacia delle funzioni di polizia e l’assorbimento del Corpo Forestale dello Stato, l’attribuzione delle relative funzioni, risorse strumentali e finanziarie, nonché il conseguente transito del personale del medesimo Corpo. L’articolo 2 definisce i comparti di specialità delle Forze di polizia. La Polizia di Stato, l’Arma dei Carabinieri e il Corpo della Guardia di Finanza esercitano, in via preminente o esclusiva,…

WhatsApp Ricevi news su WhatsApp