<

Categoria: ruoli tecnici

Un nuovo passo in avanti nella soluzione di casi criminali complessi. E’ infatti già possibile confrontare il Dna ottenuto dalle tracce biologiche rinvenute sulla scena del crimine con quello ricavato dai campioni salivari prelevati alla popolazione detenuta e archiviati in una apposita banca dati. Se a seguito del confronto in via automatica i due profili si riscontrano uguali, si ottiene il cosiddetto match. Le attività avviate dal Dipartimento dell’Amministrazione penitenziaria, nello specifico dal Laboratorio centrale per la Banca dati nazionale del Dna, consistono nella ricezione, l’ispezione e l’analisi dei campioni biologici prelevati a tutta la popolazione detenuta nelle stanze bianche, allestite…

Torna alla Home

Il sottosegretario alla Giustizia, Jacopo Morrone, ha fortemente sostenuto questa proposta formulata dallo stesso procuratore nazionale e recepita nel maxi emendamento governativo su cui il Senato ha espresso il voto di fiducia“ Polizia penitenziaria, nasce il nucleo alle dipendenze del procuratore nazionale antimafia e antiterrorismo “Tra i motivi di soddisfazione per il voto favorevole del Senato al decreto Sicurezza, c’è anche quello che la sua approvazione dà il via libera alla costituzione di un apposito nucleo di personale del Corpo di Polizia penitenziaria assegnato alle dirette dipendenze funzionali del Procuratore nazionale antimafia e antiterrorismo per supportare e coadiuvare le attività…

Torna alla Home

La cooperazione giudiziaria tra Italia e Albania si rafforza Incontro Bonafede – Gjonaj per parlare di cooperazione giudiziaria, trasferimento detenuti e lotta alla criminalità organizzata. La cooperazione bilaterale giudiziaria è una parte fondamentale delle forti relazioni esistenti tra l’Italia e l’Albania, relazioni che oggi, presso la sede del Dicastero di via Arenula, i due ministri della giustizia dei rispettivi Paesi, Alfonso Bonafede e Etilda Gjonaj, hanno voluto ribadire in un incontro che si è svolto in un clima di completa collaborazione. Lotta alla corruzione, alla criminalità organizzata e al terrorismo, nonché cooperazione nel settore penitenziario, i temi condivisi e al…

Torna alla Home

Archiviata senza rimpianti l’esperienza del Ministero Orlando, con Santi Consolo a capo del dipartimento dell’amministrazione penitenziaria, è da poco iniziata l’era del Ministro cinquestelle Bonafede, con Francesco Basentini a dirigere il Dap. Occupate le poltrone più importanti, nel prossimo autunno si dovrebbero andare a riempire tutte le restanti posizioni di vertice lasciate libere dallo spoil system giallo verde. Il primo arrivo dovrebbe essere quello della dottoressa Lina Di Domenico, dal Tribunale di Sorveglianza di Novara, che andrà ad assumere le funzioni di vice capo dipartimento. (Ci fa piacere ricordare che la dott.ssa Di Domenico è la nipote del compianto Presidente…

Torna alla Home

Il ministro della Giustizia Alfonso Bonafede interviene al giuramento del 173° Corso agenti di Polizia penitenziaria e del 2° Corso vice sovrintendenti e vice ispettori. Il programma dell’evento prevede il saluto del direttore generale della Formazione Riccardo Turrini Vita e l’intervento del capo del Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria Francesco Basentini. Dopo aver passato in rassegna i reparti schierati, chiude la cerimonia di giuramento l’intervento del guardasigilli Alfonso Bonafede. Roma, Scuola di formazione “Giovanni Falcone” – 20 luglio 2018 Buongiorno a tutti. Saluto tutte le autorità civili e militari presenti. Saluto soprattutto coloro che oggi prestano giuramento: 177 agenti, 51 dei quali donne, che hanno concluso un…

Torna alla Home

Aspettando la tanto agognata, sperata, attesa, invocata e sognata istituzione della Direzione Generale della Polizia Penitenziaria, sogno sognato nelle segrete stanze della mente, atteso che il solo parlarne al DAP integra il reato di lesa maestà; aspettando il miracolo non possiamo che cogliere con estremo favore le parole di attenzione e stima indirizzate dal Capo del Dipartimento nel discorso di insediamento alla Polizia Penitenziaria. É assai sintomatico notare come il Signor Ministro della Giustizia ed il Signor Capo del Dipartimento abbiano espresso sentimenti di affetto e stima verso la Polizia Penitenziaria, gratificando con ciò il lavoro, l’impegno e la dedizione…

Torna alla Home

A più di un anno dalla pubblicazione in Gazzetta Ufficiale dei decreti con i quali sono stati revisionati ruoli e funzioni di Forze Armate, di Polizia e Vigili del Fuoco, il riordino delle carriere continua a far discutere. In merito a questo, però, ci sono importanti novità che meritano di essere riportate. La prima riguarda il riordino delle Forze di Polizia (decreto 95/2017) e quello dei Vigili del Fuoco (decreto 97/2018) per i quali il Ministro della Pubblica Amministrazione Giulia Bongiorno ha finalmente approvato due decreti legislativi per l’applicazione di alcuni correttivi alla riforma dello scorso anno. I correttivi approvati,…

Torna alla Home

In Italia ogni anno si parla delle condizioni dei carcerati e ci si “strappa i capelli” per tutelare i detenuti e invocare “pene alternative” e colpi di spugna vari, nessuno si preoccupa della Polizia Penitenziaria e dei suoi agenti, le prime e vere vittime dell’emergenza carceri!!! Ormai non si contano più le aggressioni contro i poliziotti penitenziari, specie nel carcere di Capanne: l’ultimo episodio noto riguarda un criminale nigeriano che ha aggredito tre agenti con calci sul volto e morsi sul collo e li ha mandati all’ospedale! A questi tre fedeli servitori dello Stato e a tutti i loro colleghi va la mia massima…

Torna alla Home

E’ terminata ormai l’era Orlando al Ministero della Giustizia. E’ quindi tempo di bilanci, rispetto a ciò che è stato fatto, ciò che invece non è stato fatto oppure andava fatto diversamente, per quanto riguarda l’Amministrazione penitenziaria, il Corpo di Polizia Penitenziaria e l’esecuzione penale. Sicuramente non possiamo dire che ci sia stata inerzia, di cose ne sono state fatte. Dal punto di vista dell’azione riformatrice Orlando non si colloca sicuramente tra i peggiori ministri che abbiamo conosciuto finora. Ricordiamo gli Stati Generali dell’esecuzione penale, gli stati generali della lotta alla mafia, i vari decreti di riorganizzazione del ministero della…

Torna alla Home

Il Gruppo Sportivo Fiamme Azzurre sarà partner del Comune di Roma in occasione della “Notte Bianca dello Sport” in programma nel Porto Turistico di Roma sul litorale di Ostia (23 giugno): il calendario dell’evento, a partire dalle ore 16, prevede esibizioni dei campioni più popolari in forza alla Polizia Penitenziaria ed il coinvolgimento diretto degli appassionati – in particolare i ragazzi – nelle attività promozionali in programma negli stand allestiti davanti all’edificio “C”. Da non mancare il momento “social”, con la possibilità di avere un contatto diretto con gli atleti delle Fiamme Azzurre. Il progetto è stato realizzato a quattro…

Torna alla Home

La riorganizzazione del Dipartimento, avvenuta in occasione dell'emanazione dei decreti di riorganizzazione dell'intero Ministero, ha come noto comportato la rimodulazione delle funzioni, delle strutture e degli assetti amministrativi di molti uffici, servizi e/o direzioni. In particolare, in forza di ragionamenti e motivazioni opache, mai comprese né esplicitate, il Dipartimento dell'Amministrazione Penitenziaria ha inteso sopprimere, depotenziare e/o assegnare alla Dirigenza Penitenziaria uffici, servizi e direzioni che per competenza ratione materiae erano stati ormai da tempo acquisiti al patrimonio professionale della Polizia Penitenziaria. In tal senso valga il richiamo alla soppressione dell'Ufficio del Cerimoniale, vero cuore pulsante dell'attività di rappresentanza del Corpo;…

Torna alla Home

Svolta nell'inchiesta della Procura di Milano sulle buste esplosive recapitate circa un anno fa ai pm di Torino Antonio Rinaudo e Roberto Sparagna, impegnati in importanti inchieste, tra cui quelle sulle frange violente del movimento no Tav e sull'area anarchica. Da quanto è trapelato, sulle buste è stato rinvenuto del Dna che nei prossimi giorni verrà analizzato nei laboratori del Ris di Parma. Inquirenti e investigatori confidano in un risultato positivo dal confronto con i profili genetici presenti nella Banca Dati del Dna. La vicenda risale al 7 giugno dell'anno scorso quando, presso il Palazzo di Giustizia di Torino, vennero 'intercettate' e…

Torna alla Home

Lo scorso mese di ottobre 2017 la Ministra della Funzione Pubblica Marianna Madia ha ritenuto necessario emanare una nuova (l’ennesima) circolare sulle modalità e sulle procedure delle visite fiscali nel pubblico impiego. Nelle intenzioni la circolare voleva metter mano (ancora una volta) sull’annosa questione dell’assenteismo nel pubblico impiego. Infatti, oltre alle percentuali di gran lunga superiori a quelle del privato impiego, alcune rilevazioni avevano verificato il fatto che una parte ragguardevole di assenze per malattia si concentrava nei periodi pre e post giorni festivi, in particolar modo in concomitanza dei cosiddetti “ponti”. Di conseguenza, l’esigenza di contrastare questo fenomeno ha…

Torna alla Home

Qualche mese fa, ancorché io non appartenga alla categoria né dei Funzionari né dei Dirigenti del Corpo, avevo fatto una riflessione accurata, dopo aver letto le novità legislative, sulle nuove funzioni direttive e dirigenziali attribuite agli appartenenti al Corpo di Polizia Penitenziaria. Si tratterebbe di un grande passo in avanti per il nostro Corpo, se le norme così scritte, sebbene non pienamente soddisfacenti, fossero applicate! L’elefantiaca macchina amministrativa fatica a muoversi e certi “personaggi”, senza uniforme, hanno ogni interesse a farla marciare lentamente… anzi a paralizzarla! Sono costretto a tornare sulla questione della dirigenza, perché secondo il mio modestissimo parere,…

Torna alla Home

Ormai sono diversi anni che si discute e si dibatte sulla opportunità e/o sulla necessità di unificare la Polizia Penitenziaria e la Polizia di Stato. In realtà, un paio di anni fa ci siamo arrivati davvero ad un passo allorquando si è deciso l’assorbimento del Corpo Forestale dello Stato da parte dell’Arma dei Carabinieri. Infatti, nel provvedimento originario concepito dal Governo Renzi era previsto, appunto, anche l’assorbimento della Polizia Penitenziaria da parte della Polizia di Stato. Nell’iter procedurale del provvedimento, però, in fase di acquisizione dei vari pareri istituzionali, emerse un’obiezione. Fu eccepita, infatti, l’esistenza di direttive dell’Unione Europea secondo…

Torna alla Home

Una volta in una foresta viveva un millepiedi che danzava in modo meraviglioso. Era talmente bravo che tutti gli animali rimanevano incantati ad osservarlo. Tra gli animali, però, c’era un rospo che soffriva di invidia e, roso da quel terribile sentimento, escogitò un piano per danneggiare il millepiedi. Scrisse, così, una lettera: “Mio caro millepiedi, tu sei certamente il miglior danzatore della foresta e nel tuo modo di danzare vengono manifestate le arti più sopraffine dell’intero universo. Ho comunque una domanda da farti: quando danzi, sollevi prima il cinquantaduesimo piede e poi ti sposti dall’altro lato con il cinquantacinquesimo oppure…

Torna alla Home

Nei giorni scorsi si è tenuto l’ultimo atto di una rappresentazione teatrale di pessimo gusto ed infima fattura. Il Ministro della Giustizia (definirlo "nostro" ci sembra troppo ed anche sulla “Giustizia” avremmo molto da dire) ci ha comunicato che dopo aver dedicato ben tredicioresidicatredici (13!) a queste “stronzate” – così ha definito le regole sulla mobilità coatta del Personale del Corpo impiegato in sedi diverse da quelle penitenziarie – Lui deciderà senza tener in alcun conto il parere delle OO.SS. sulla materia. E fin qui nessuna novità. La novità invece è che deciderà la distruzione del Dipartimento – ed anche qui nessuna…

Torna alla Home

Al Ministro Andrea Orlando che, almeno per il momento, è collocato nell’area di sinistra del PD, non si può non riconoscere una vision politica di qualità, oserei dire persino di altri tempi, quando la politica sapeva mediare i bisogni sociali e ne governava i relativi processi istituzionali. Andrea Orlando, tuttavia, si ferma alla sola vision che in tutte le occasioni pubbliche esprime con un sapere competente e consapevole, insieme agli obiettivi che intende conseguire. Le contraddizioni e le sue colpe si collocano nella dimensione attuativa che, in politica, oggi più di ieri,, determina il consenso sociale fino addirittura a modificarlo.…

Torna alla Home

Trascrizione del discorso di Santi Consolo alla cerimonia dei 10 anni del NIC. Santi Consolo – Oggi è la festa del NIC, ma come dicevo in premessa è la festa di tutta l'amministrazione penitenziaria e della Polizia Penitenziaria, perché valorosa affidabile il lavoro del Commissario Zaccariello e di quanti lo collaborano, ma questo lavoro si è allargato a rete su tutto il territorio nazionale, su tutti i nostri istituti. Non bisogna dimenticare che la collaborazione per un flusso continuo, costante, preciso e dettagliato circostanziato di informazione, è possibile se si hanno referenti regionali, e ringrazio tutti i Commissari referenti…

Torna alla Home

La guerra dei camion e dei coltelli è una minaccia ancor più pericolosa degli attacchi con le bombe, perché è più difficilmente prevedibile, o meglio necessita di un apparato di pubblica sicurezza integrato ed efficiente. L’idea di fondo è infatti che tutte le principali attività di polizia (dal contrasto della criminalità organizzata, del terrorismo, dei traffici di droga, dell’immigrazione, al controllo del territorio) possano essere effettuate in modo più efficiente (in termini di ottimizzazione delle risorse impiegate) se espletate in sinergia tra le varie articolazioni dell’apparato statale della sicurezza. In tale ottica il consiglio dei Ministri nel 2015 ha approvato il …

Torna alla Home

WhatsApp Ricevi news su WhatsApp