<

Categoria: Sicurezza sul lavoro

Il legislatore nel redigere il D.Lgs. n. 81/08 ha voluto indubbiamente colmare una lacuna della normativa previgente andando a definire con puntualità la figura di preposto. Nello specifico il preposto viene indicato come la “persona che, in ragione delle competenze professionali e nei limiti di poteri gerarchici e funzionali adeguati alla natura dell’incarico conferitogli, sovrintende all’attività lavorativa e garantisce l’attuazione delle direttive ricevute, controllandone la corretta esecuzione da parte dei lavoratori ed esercitando un funzionale potere di iniziativa” (art. 2 comma 1, lett. e)). Contestualmente, il Testo Unico, ha dato maggior valore al ruolo svolto dal preposto, quale soggetto attivo…

Il D.Lgs. n. 81/2008 disciplina all’art.15 le misure generali di tutela. Tali misure si propongono di essere degli strumenti preventivi quanto più efficaci possibili volti a realizzare la protezione della salute e della sicurezza dei lavoratori. Dette misure, difatti, sono costituite da molteplici linee di intervento, riconducibili prevalentemente: al monitoraggio dei rischi nonché all’attuazione di azioni tese alla riduzione degli stessi; agli interventi sugli impianti, sui metodi di lavorazione, sulle materie prime o comunque sulle materie da lavorare: alla protezione individuale e collettiva dei lavoratori; alle procedure di informazione, formazione, consultazione e partecipazione dei lavoratori. L’attività fondamentale, ai fini della…

Ogni luogo di lavoro può nascondere, purtroppo, diverse minacce alla nostra sicurezza. Per quanto molto si stia facendo, ci rendiamo conto attraverso i fatti di cronaca quotidiana, che troppo ancora va realizzato affinché un posto di lavoro sia veramente sicuro. In questo articolo vorrei affrontare il tema relativo al rischio elettrico, con il quale mi sono imbattuto più volte visitando i nostri abituali luoghi di lavoro. I numeri e le statistiche, raccolte a livello nazionale da fonti autorevoli, evidenziano quanto gli infortuni di lavoro dovuti al contatto con un elemento elettrico, seppure siano sensibilmente diminuiti negli ultimi anni, rappresentano ancora…

Nello scorso numero della Rivista abbiamo parlato degli aspetti giuridici legati alle norme tecniche, in questo, al fine di completare adeguatamente la tematica, vedremo come ha origine una norma tecnica e cosa si intende per “buone prassi” e “linee guida”. Ed in particolare tenteremo di familiarizzare, attraverso un semplice compendio, con le sigle (acronimi) più comuni che sono sempre più spesso citate quando si parla di normative afferenti la sicurezza sui luoghi di lavoro. Una norma tecnica nasce dalla adozione di una norma armonizzata, cioè una specifica tecnica, adottata da un organismo di normalizzazione europea, operante su incarico della commissione…

Nello scorso numero abbiamo parlato degli aspetti giuridici legati alle norme tecniche, in questo, al fine di completare adeguatamente la tematica, vedremo come ha origine una norma tecnica e cosa si intende per “buone prassi” e “linee guida”. Ed in particolare tenteremo di familiarizzare, attraverso un semplice compendio, con le sigle (acronimi) più comuni che sono sempre più spesso citate quando si parla di normative afferenti la sicurezza sui luoghi di lavoro. Una norma tecnica nasce dalla adozione di una norma armonizzata, cioè una specifica tecnica, adottata da un organismo di normalizzazione europea, operante su incarico della commissione Europea, in…

Diverse sono le tematiche concernenti la sicurezza sul lavoro che abbiamo trattato nei numeri precedenti, eppure solo ora mi rendo conto che, tra le disparate, una in particolare non è stata ancora affrontata. Ritengo, tra l’altro, che sia di fondamentale importanza per la comprensione di alcuni argomenti che potremmo affrontare di qui in avanti. Argomenti che molto spesso, potrebbero far riferimento a specifiche norme tecniche delle quali sappiamo ben poco, e di cui disconosciamo soprattutto l’origine e la ratio. E’, difatti, frequente, per ogni addetto del settore della prevenzione sui luoghi di lavoro imbattersi regolarmente con queste norme tecniche, che…

Classificare ed identificare un prodotto come Dispositivo di Protezione Individuale (l’acronimo è DPI) costituisce il presupposto sostanziale affinché scaturiscano obblighi e responsabilità ben precise, anche penali, riconducibili alle figure del sistema prevenzionistico aziendale. Incombenze che coinvolgono il datore di lavoro, i lavoratori, ma anche altri soggetti della sicurezza esterni all’azienda, come il fabbricante, e che determinano, in capo a ciascuno di essi, il dovere di attuare precisi comportamenti, pena l’irrogazione di una sanzione. Per questo motivo, nel corso degli anni, il legislatore ha elaborato un metodo di classificazione dei DPI davvero puntuale. Nel Testo Unico sulla Sicurezza, infatti, si descrive…

La sorveglianza sanitaria, così come definita all’art. 2, lett. m, del D.Lgs n. 81/08, è l’insieme degli atti medici finalizzati alla tutela dello stato di salute e sicurezza dei lavoratori, in relazione all’ambiente di lavoro, ai fattori di rischio professionali ed alle modalità di svolgimento dell’attività lavorativa. Essa trova la sua applicazione in un’attività clinica complessa ed articolata effettuata dal medico competente, specialista in medicina del lavoro (o in discipline equipollenti), volta a tutelare la salute dei lavoratori. Tale attività consiste nella valutazione dell’idoneità del lavoratore alla mansione lavorativa specifica, verificata attraverso una visita medica ed accertamenti clinici, biologici e…

Era il settembre del 2016 quando ho iniziato a scrivere sulle pagine di questa nostra rivista, affrontando la delicata tematica relativa alla sicurezza sul luogo di lavoro. Dell’argomento in questione abbiamo toccato numerosi temi, qualcuno dei quali lo abbiamo fatto con maggiore rigore, qualcun altro, invece, complice la difficoltà ed il tecnicismo della materia, con minore dovizia di dettagli. Sta di fatto, però, che molte altre tematiche, di questa complessa materia, dovranno ancora essere affrontate. E’ mio intendimento in questo numero, non entrare nel merito di uno specifico argomento ma, in considerazione anche dell’anno trascorso, esortarvi a fare una riflessione.…

Prima di analizzare l’istituto della delega di funzioni in materia di sicurezza sul lavoro e le sue modalità di utilizzo, è opportuno inquadrarne puntualmente la nozione, e stabilire cosa significhi incarico per mera esecuzione. Il termine delega, relativamente alla norma di cui ci stiamo occupando, deve essere ricollegato all’istituto civilistico del “mandato” che trova la sua disciplina all’articolo 1703 del Codice Civile. Il mandato è il contratto con il quale una parte si obbliga a compiere uno o più atti giuridici per conto dell’altra. I due protagonisti del contratto di mandato sono pertanto il mandante, che ha la necessità di…

WhatsApp Ricevi news su WhatsApp