<

Categoria: visite fiscali

Dipendenti pubblici che presentano un certificato di malattia sono soggetti alla visita fiscale INPS, fatta eccezione per casi di esonero. In questo articolo facciamo un po’ di chiarezza su qual è la retribuzione di un dipendente in malattia, se sono previsti delle decurtazioni, qual è il rischio relativo allo stipendio. Per spiegare tutto ciò facciamo riferimento alla legge 133/2008 che stabilisce le tempistiche relative e l’eventuale trattenute sullo stipendio. Visite fiscali INPS malattia e decurtazione stipendio: la legge 133/2008 L’articolo 71 della legge numero 133/2008 regolamenta proprio questo aspetto per i periodi di assenza causa malattia. I dipendenti delle pubbliche…

Torna alla Home

Giustificazione assenza visita medico fiscale, cosa dire Nuovi chiarimenti sulla visita fiscale INPS e in particolare  sull’assenza durante l’orario della visita del medico. E dunque l’assenza nelle fasce orarie di reperibilità. Cosa bisogna fare in questi casi? Quale è la procedura da seguire se ad esempio, in quel giorno e in quell’orario bisogna andare dal proprio medico curante? Insomma come giustificare la propria assenza senza correre rischi? Andiamo a dare un po’ di informazioni utili. Visita Fiscale INPS: terapia durante l’orario di reperibilità? Ecco cosa fare? Mettiamo il caso il soggetto assente dal lavoro per malattia debba recarsi dal medico curante o…

Torna alla Home

Il sistema della visita fiscale Inps, con il cervellone per ora messo in stallo, è finalizzato a contrastare i furbetti delle assenze strategiche. Ovvero coloro i quali si assentano dal lavoro per malattia sempre a ridosso di weekend e giorni festivi, di fatto prolungando i periodi vacanzieri. Come riporta Il Giornale, una sentenza del Tribunale di Roma Sezione Lavoro ha però dato una speranza ai datori di lavoro che finora si sono visti con le mani legate di fronte a questo spiacevole fenomeno. Il tribunale ha infatti riconosciuto legittimo il licenziamento nei confronti di dipendenti che usano ferie, permessi e assenze…

Torna alla Home

Cosa fare se il medico Inps passa fuori dagli orari di reperibilità? Bisogna comunque aprire? E come dimostrare che si era irreperibili ma fuori fascia oraria? Si chiamano fasce orarie di reperibilità proprio perché, entro questi orari, il lavoratore in malattia deve essere reperibile presso il domicilio indicato nel certificato medico per la visita fiscale. Ma se il medico Inps bussa prima o dopo la fascia di reperibilità che fare? Visita fiscale fuori orario: reperibile o no al controllo? Le ipotesi prospettabili in caso di controllo Inps fuori orario sono due: o il lavoratore è in casa oppure no. Nel primo caso il dubbio…

Torna alla Home

Visita fiscale Inps: orario medico, ecco quante probabilità ci sono. Per quanto riguarda la visita fiscale Inps ci si chiede spesso quanto questa sia frequente dall’introduzione del Polo Unico, ovvero dal 1° settembre 2017. Per rispondere a questa domanda, non possiamo che non far fronte ai dati; e in particolare alle statistiche diffuse dall’Inps relative al 1° trimestre 2018. Prima dell’introduzione del Polo Unico, invero, le visite fiscali risultavano piuttosto basse. Nel 2015, infatti, era stato quantificato al 5% il numero delle visite fiscali: praticamente a venire sottoposto al controllo medico era 1 dipendente malato su 20. Con il Polo Unico le cose sono un po’ cambiate,…

Torna alla Home

Sul sito dell’INPS è stata pubblicata, il 26 luglio scorso, una guida relativa alle modalità di invio del certificato medico per malattia e alle procedure delle visite fiscali. In questa guida l’INPS , nel ribadire le cause che escludono l’obbligo della reperibilità, ha evidenziato nuovamente che nel caso di malattia professionale o infortunio le visite medico fiscali non sono di propria competenza, ma devono essere effettuate dall’INAIL. Inevitabilmente, molti colleghi, dopo aver letto la citata guida, hanno chiesto chiarimenti circa l’applicabilità o meno di queste direttive al comparto sicurezza e, più in particolare, alla Polizia Penitenziaria. Si ripropone, quindi, ancora…

Torna alla Home

Come noto le regole delle visite fiscali sono state recentemente modificate dalla riforma Madia, con la quale è stato introdotto il Polo Unico INPS sia per i dipendenti privati che per quelli pubblici. L’unica eccezione è rappresentata dalle Forze Armate e di Polizia, le quali non sono passate sotto la gestione del Polo Unico INPS; non per questo, però, il decreto Madia non si applica anche al personale militare, cosa che erroneamente credono in molti. Tempo fa, ad esempio, ci è arrivata una segnalazione da parte di alcuni esponenti del Sappe – il sindacato autonomo di Polizia Penitenziaria – in merito ad alcune incongruenze in tema di visite fiscali per la causa di…

Torna alla Home

Come è noto, dal 1° settembre 2017, in applicazione del Decreto Legislativo 75/2017, sono entrate in vigore le norme che istituisco il “Polo unico per le visite fiscali”, con l’attribuzione all’INPS della competenza esclusiva ad effettuare visite mediche di controllo (VMC) sia su richiesta delle Pubbliche amministrazioni, in qualità di datori di lavoro, sia d’ufficio. Successivamente l’Istituto con una serie di messaggi ha fornito indicazioni operative per l’applicazione delle nuove disposizioni. In questo articolo, invece, abbiamo parlato dei casi di esonero per la visita fiscale. Al fine di rendere chiaro il quadro di riferimento normativo l’INPS con il messaggio 1399 del 29 marzo 2018 ha coordinato l’insieme…

Torna alla Home

Lo scorso mese di ottobre 2017 la Ministra della Funzione Pubblica Marianna Madia ha ritenuto necessario emanare una nuova (l’ennesima) circolare sulle modalità e sulle procedure delle visite fiscali nel pubblico impiego. Nelle intenzioni la circolare voleva metter mano (ancora una volta) sull’annosa questione dell’assenteismo nel pubblico impiego. Infatti, oltre alle percentuali di gran lunga superiori a quelle del privato impiego, alcune rilevazioni avevano verificato il fatto che una parte ragguardevole di assenze per malattia si concentrava nei periodi pre e post giorni festivi, in particolar modo in concomitanza dei cosiddetti “ponti”. Di conseguenza, l’esigenza di contrastare questo fenomeno ha…

Torna alla Home

Il decreto Madia che ha riformato il regolamento per le visite fiscali, si applica oppure no alle Forze Armate? Proviamo a capirlo in attesa di nuovi chiarimenti dei Ministeri interessati. Le Forze Armate e di Polizia sono state escluse dalla riforma Madia che ha riformato il regolamento per le visite fiscali per la parte riguardante il Polo Unico INPS, tuttavia ad oggi permangono ancora molti dubbi su quale normativa applicare per il personale appartenente ai comparti difesa e sicurezza. A tal proposito in questi giorni ci è arrivata una segnalazione da parte di alcuni esponenti del Sappe – il sindacato autonomo di Polizia Penitenziaria – in merito ad alcune incongruenze in…

Torna alla Home

Re – Giullare sali che devo parlarti. Giullare – Maestà, giuro che non sono stato io! Non so di cosa si tratti, ma nego, nego tutto! Re – Ma non ti preoccupare, è per una faccenda banale. Giullare – Allora arrivo mio Signore. … Dopo mezz’ora. Re – Ma che modi sono questi? Ti presenti dopo mezz’ora? Devo riaprire il Museo delle torture per te? Giullare – No, per carità Sire … il fatto è che non mi sento bene. Ho fatto fatica anche a salire le scale. Re – Ti vedo. Hai un aspetto orrendo. Sei più brutto del…

Torna alla Home

Come è a tutti ben noto, il terzo comma dell’articolo 27 della Costituzione dispone che: «Le pene non possono consistere in trattamenti contrari al senso di umanità e devono tendere alla rieducazione del condannato». Proprio in funzione del contenuto, altamente morale e sociale, del predetto principio costituzionale, l’attività lavorativa dei detenuti nel corso dell’espiazione della pena mira (o meglio, dovrebbe mirare…) a quel recupero sociale senza il quale la pena rimane afflittiva e meramente punitiva, oscurando ogni forma di espiazione tesa al recupero del reo per prepararlo a un reinserimento sociale che sia rispettoso della sua dignità e della volontà…

Torna alla Home

È illegittima la revoca del trasferimento ad altra sede di un agente di Polizia Penitenziaria, trasferimento che era stato concesso per l’assistenza ad un familiare con handicap, familiare che era successivamente deceduto. È quanto afferma il Tar Lombardia, Sezione III, con la decisione 26 agosto 2016, n. 1609. Ecco la sentenza: Pubblicato il 26/08/2016 N. 01609/2016 REG.PROV.COLL. N. 01449/2015 REG.RIC. REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Tribunale Amministrativo Regionale per la Lombardia (Sezione Terza) ha pronunciato la presente SENTENZA sul ricorso numero di registro generale 1449 del 2015, proposto da: Michele Pellettieri, rappresentato e difeso dagli avvocati Giampaolo…

Torna alla Home

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Tribunale Amministrativo Regionale per la Calabria Sezione Staccata di Reggio Calabria ha pronunciato la presente SENTENZA sul ricorso numero di registro generale 303 del 2013 proposto da: F.G., rappresentato e difeso dall'Avv. Vincenzo Milea, con domicilio eletto presso lo studio di quest'ultimo in Reggio Calabria, via Mercato n. 57/A Catona; contro Ministero della Giustizia, in persona del Ministro pro tempore; Dipartimento dell'Amministrazione Penitenziaria – Provveditorato Regionale per la Calabria di Catanzaro, in persona del legale rappresentante pro tempore; Direzione Casa Circondariale di Reggio Calabria, in persona del legale rappresentante pro tempore; tutti rappresentati…

Torna alla Home

Ancora una volta, gli orari delle visite fiscali verranno modificati a partire dal 1° gennaio 2016, con una differenziazione tra settore pubblico e settore privato. Quando si parla di pubblici dipendenti, è bene innanzitutto chiarire che si tratta di dipendenti statali e scolastici, insegnanti, militari, vigili del fuoco, impiegati presso Asl o Enti Locali e Forze di Polizia. In tutti questi casi le visite potranno avere luogo 7 giorni su 7 inclusi sabato, domenica, festivi e prefestivi. Per tutti i pubblici dipendenti gli orari delle visite fiscali saranno i seguenti: dalle ore 09:00 alle ore 13:00 e dalle ore 15:00 alle…

Torna alla Home

Modifiche normative e circolari Inps, hanno di recente cambiato diverse disposizioni in materia di visite fiscali: vediamo insieme l’intera disciplina. In caso di malattia, vi sono diversi adempimenti che il dipendente deve svolgere, per dimostrare la legittimità della sua assenza. In primo luogo, il lavoratore deve richiedere al medico curante l’invio telematico all’INPS del certificato, per qualsiasi tipo di assenza (anche della durata di mezza giornata), entro il giorno successivo a quello in cui è iniziato l’evento, e deve trasmettere copia cartacea o identificativo di tale documento al datore entro due giorni. In caso di mancata guarigione, dovrà poi richiedere, entro gli stessi termini, il certificato di prosecuzione…

Torna alla Home

Quelle certificazioni venivano rilasciate con leggerezza. Non è vero, ho sempre visitato il paziente. Si è giocata su questi due assunti l’udienza di questa mattina, 2 dicembre, che ha visto imputato R. B., medico piacentino accusato di falso ideologico. Il camice bianco era stato coinvolto, e poi denunciato, nell’inchiesta della procura, e condotta dalla Polizia municipale, che aveva portato alla luce nel 2012 un giro di prostituzione, spaccio di droga e assenteismo dal lavoro. Questa mattina sono stati numerosi i testimoni che sono sfilati davanti al giudice Elena Stoppini e al pm Antonio Colonna. Il medico è difeso dall’avvocato Franco…

Torna alla Home

Riceviamo e pubblichiamo la vicenda del collega Salvatore Clarizia, ferito durante uno scontro a fuoco da un detenuto durante un tentativo d’evasione. Cari Amici, sono l’Assistente Clarizia Salvatore matricola n°124323, vi scrivo perché molto indignato per la storia che da più di tre anni mi assilla e non mi consente più di avere una vita “normale”. In data 24-11-2009 unitamente ad altri quattro colleghi ho sventato un tentativo di evasione di due detenuti a Palmi (RC), sono rimasto ferito con un colpo d’arma da fuoco alla gamba destra. Guarda la foto della visita in ospedale del Provveditore Paolo Maria Quattrone…

Torna alla Home

Protesta della Polizia Penitenziaria davanti al carcere di Poggioreale: risposte dalla politica altrimente attueremo sciopero bianco osservando alla lettera i regolamente penitenzaria. Decine di agenti di Polizia Penitenziaria incatenati davanti al carcere di Poggioreale, dietro di loro uno striscione che lancia un grido d’allarme a Napolitano: ”Il Sappe si appella al Capo delo Stato piu’ rispetto per la Polizia Penitenziaria”. E’ andata in scena oggi a Napoli la protesta delle guardie carcerarie aderenti al Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria (Sappe) che hanno esposto davanti alle mura di Poggioreale anche una forca. ”Protestiamo – spiega all’ANSA Donato Capece, segretario generale del sindacato…

Torna alla Home

ATTO SENATO INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA 4/05551 Dati di presentazione dell’atto Legislatura: 16 Seduta di annuncio: 578 del 06/07/2011 Firmatari Primo firmatario: FLERES SALVO Gruppo: IL POPOLO DELLA LIBERTA’ Data firma: 06/07/2011 Destinatari Ministero destinatario: · MINISTERO DELLA GIUSTIZIA · MINISTERO DELL’ECONOMIA E DELLE FINANZE · MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI Attuale delegato a rispondere: MINISTERO DELLA GIUSTIZIA delegato in data 06/07/2011 Stato iter: IN CORSO Atto Senato Interrogazione a risposta scritta 4-05551 presentata da SALVO FLERES mercoledì 6 luglio 2011, seduta n.578 FLERES – Ai Ministri della giustizia, dell’economia e delle finanze e del lavoro e delle…

Torna alla Home

WhatsApp Ricevi news su WhatsApp