<

Viterbo scoperti dalla penitenziaria due cellullari in cella

0
Share.

Viterbo – Riceviamo e pubblichiamo – A seguito di una complessa attività di indagine del reparto di polizia penitenziaria di Viterbo, stamani, all’interno della casa circondariale, sono stati sequestrati due telefoni cellulari di ridotte dimensioni, rispettivamente di 5 e 7 centimetri, funzionanti e comprensivi di scheda sim e cavo caricabatterie.

Tali apparecchi, che molto probabilmente sono frutto di ricettazione, erano in uso a due detenuti di nazionalità italiana, provenienti dalla capitale e di elevato spessore criminale, che in un altro istituto avevano intrapreso iniziative simili.

I mini telefoni cellulari funzionanti e in perfetto stato, sono stati sequestrati e messi a disposizione della procura della repubblica, per le indagini.

Inutile sottolineare la pericolosità della presenza all’interno delle sezioni detentive di telefoni cellulari, che permettono ai detenuti d’effettuare comunicazioni fraudolente con l’esterno, le quali nella maggior parte delle situazioni, servono a continuare a compiere i piu’ disparati reati, come estorsioni, traffici di droga e altro.

Le principali organizzazioni sindacali di categoria   esprimono un plauso alla professionalità dimostrata dal personale, che in pieno piano ferie, con una carenza ormai cronica di organico e con la continua assegnazione presso il carcere viterbese di detenuti problematici che arrivano per motivi di ordine e sicurezza, riescono a mettere a segno operazioni importanti e brillanti come quella odierna.

Fonte:tusciaweb.eu

About Author

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WhatsApp Ricevi news su WhatsApp