Busto Arsizio, detenuto minaccia di morte e pesta agenti

0
Share.
Prima di leggere l' articolo perdi un secondo e metti mi piace sulla nostra pagina facebook

Nella sezione in cui si trovava il nordafricano erano in corso dei lavori di ripristino del sistema idrico: lo straniero ha dapprima sbeffeggiato gli agenti, quindi li ha minacciati e aggrediti fisicamente

Arriva da Busto Arsizio (Varese) la notizia dell’ennesima aggressione da parte di un detenuto straniero nei confronti degli agenti di polizia penitenziaria in servizio presso la locale casa circondariale.

Stando a quanto riferito dalla stampa locale, i fatti si sono svolti durante la giornata dello scorso martedì 25 febbraio, quando i poliziotti si trovavano impegnati in un’operazione di spostamento di alcuni ospiti del penitenziario,

A causa di un guasto all’impianto idrico, infatti, una sezione del carcere si veniva a trovare a forte rischio di allagamento. Per questo motivo quindi gli uomini in divisa si sono occupati di trasferire i detenuti in una zona più sicura, liberando al contempo l’area interessata dal guasto così da consentire la realizzazione dei lavori di ripristino.

Un’operazione, questa, fortemente contrastata da un ospite nordafricano che “non ha voluto sentir ragione e ad ha risposto all’invito con fare di sfida, beffeggiando ogni opera di persuasione del personale. Dopo vari tentativi, proprio nell’interesse di tutelare la sua salute e quella degli altri compagni, il personale ha provato a condurlo presso un’altra sezione.
Ed è proprio a questo punto che scatta la furiosa reazione del magrebino, il quale non si limita alle minacce di morte nei confronti dei poliziotti e del sovrintendente intervenuti ma li aggredisce fisicamente, colpendoli con forti pugni e calci. Pronta la reazione degli uomini in divisa, che riescono a contenere la furia dell’extracomunitario ed a ricondurlo dietro le sbarre, subendo tuttavia delle ferite che hanno reso necessaria una visita di controllo in ospedale. Alcuni degli agenti intervenuti “portano a casa” 7 giorni di prognosi.

I poliziotti penitenziari delle sezioni detentive: gli eroi silenziosi della prima linea

Fonte:ilgiornale.it

Torna alla Home

About Author

Avatar

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WhatsApp Ricevi news su WhatsApp