Chieti, detenuto tenta il suicidio in carcere e poi cerca di evadere dall’ospedale. Bloccato dalla Polizia Penitenziaria

0
Share.
Vuoi essere aggiornato con tutte le VIDEO-NOTIZIE? Iscriviti al nostro canale!

Gli agenti di polizia penitenziaria hanno evitato il tentativo di fuga

Notte agitata nel carcere di Madonna del Freddo a Chieti, dove un detenuto ha prima tentato il suicidio in cella e poi ha cercato di evadere dall’ospedale in cui era stato trasportato.

L’abruzzese di 40 anni ha aggredito un agente di polizia penitenziaria, ma il tempestivo intervento da parte degli altri poliziotti – insieme al personale sanitario – ha evitato la fuga. I fatti si sono verificati venerdì notte nella casa circondariale teatina: l’uomo si è legato una corda rudimentale al collo, ma gli agenti di Polizia Penitenziaria in servizio l’hanno subito salvato. Il recluso è stato poi portato d’emergenza al pronto soccorso di Chieti: qui, mentre era sorvegliato in una stanzetta, ha messo in atto il tentativo di far perdere le proprie tracce. L’agente di Polizia Penitenziaria intervenuto ha dovuto attendere l’arrivo dei rinforzi per farsi medicare; ha avuto una prognosi di 3 giorni.

Fonte:ilgiornale.it

Torna alla Home

About Author

Avatar

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WhatsApp Ricevi news su WhatsApp