CONI – Ministero Giustizia: Atleti paralimpici nella Polizia Penitenziaria

0
Share.
Prima di leggere l' articolo perdi un secondo e metti mi piace sulla nostra pagina facebook

Il Presidente del Comitato Italiano Paralimpico Luca Pancalli, ha incontrato oggi il Ministro della Giustizia Alfonso Bonafede per discutere la possibilità di inserire gli atleti Paralimpici delle Fiamme Azzurre all’interno dell’amministrazione penitenziaria e più in generale nei Corpi dello Stato. Il Guardasigilli e il numero uno del movimento paralimpico italiano lo scorso 18 dicembre, in occasione della Festa delle Fiamme Azzurre, si erano dati appuntamento al nuovo anno con l’obiettivo di affrontare un tema ritenuto molto importante per gli atleti paralimpici italiano e per tutti il movimento.
Con il confronto di oggi prende così avvio un percorso che, negli auspici dei promotori, dovrebbe eliminare la disparità di trattamento ancora esistente tra gli atleti olimpici dei Corpi dello Stato e gli atleti paralimpici assegnati ai Gruppi Sportivi grazie a vari protocolli d’intesa: l’obiettivo è invece quello di inserire a pieno titolo gli sportivi paralimpici di alto livello nelle amministrazioni di riferimento.

“Se fosse possibile intervenire in via amministrativa, lo avrei già fatto: ma appare indispensabile una soluzione legislativa e ora è necessario valutare le forme più adeguate”, ha chiarito Bonafede assicurando la sua piena disponibilità all’iniziativa. Dal canto suo il presidente Pancalli ha passato in rassegna le diverse ipotesi di intervento, partendo dalla disciplina del collocamento obbligatorio, alla luce della riforma del 1999: “Concorsi a ruoli speciali nei Corpi di Polizia oppure assunzione nei comparti civili dei ministeri – ha ribadito il presidente del Cip -, due strade praticabili per eliminare la disparità di trattamento in atto”. “Si tratta di un progetto che ho avuto modo di sottoporre ai Governi e alle forze politiche sin dal 2000, anno del mio insediamento all’interno della Federazione Italiana Sport Disabili ha aggiunto Pancalli – Oggi finalmente è stato fatto un importante e concreto passo in avanti verso l’abbattimento di un altro muro”.

Nel corso dell’incontro è stata presa in considerazione, come punto di partenza per il lavoro da affrontare, la proposta di legge n. 1721/C dal titolo “Disposizioni concernenti il reclutamento degli atleti paralimpici con disabilità fisiche e sensoriali nei gruppi sportivi militari e dei corpi dello Stato”, di cui è prima firmataria l’atleta paralimpica e parlamentare, Giusy Versace oggi fra i presenti. Proposta di legge depositata nell’aprile 2019 e attualmente assegnata in sede referente alle commissioni riunite.

 

Fonte: comitatoparalimpico.it

Torna alla Home

About Author

Avatar

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WhatsApp Ricevi news su WhatsApp