È nato il nuovo governo Conte con 5 Stelle e Pd: chi sono i ministri

0
Share.
Vuoi essere aggiornato con tutte le VIDEO-NOTIZIE? Iscriviti al nostro canale!
Giuseppe Conte scioglie la riserva come premier: nasce il nuovo governo giallo-rosso con M5S e Partito democratico. Gualtieri all’Economia, Di Maio agli Esteri, Guerini alla Difesa: ecco tutti i nuovi ministri

Il nuovo governo Conte è nato. Dopo una settimana il presidente del Consiglio ha sciolto la riserva e annunciato i nomi dei nuovi ministri del governo Pd-M5s al Quirinale, dove giureranno domani alle 10. Si chiude così la crisi di governo aperta di fatto da Matteo Salvini l’8 agosto e andata in scena ufficialmente in Senato con l’attacco al leader leghista e l’annuncio di dimissioni il 20 da parte di Conte, allora premier del governo giallo verde M5S-Lega. L’ultima via libera è arrivato ieri dalla piattaforma Rousseau con il voto online degli iscritti ai Cinque Stelle.

All’Economia va Roberto Gualtieri del Partito democratico. Nato nel 1966, professore di Storia contemporanea, è eurodeputato dal 2009. Attualmente è presidente della commissione per i problemi economici e monetari del parlamento europeo.

Al ministero dell’Interno arriva Luciana Lamorgese, prefetto di Milano fino all’anno scorso e prima ancora capo di gabinetto del Viminale. È l’unica tecnica e l’unica donna a occupare uno dei ministeri principali del nuovo governo.

Luigi Di Maio lascia invece ministero dello Sviluppo Economico per arrivare alla Farnesina: è il nuovo ministro degli Esteri, prendendo il posto del diplomatico Enzo Moavero Milanesi. Il capo politico del Movimento 5 Stelle non sarà più vicepremier: nel nuovo esecutivo non c’è nessun vicepresidente del Consiglio.

Lorenzo Guerini è il nuovo ministro della Difesa. Deputato del Partito democratico dal 2013 ed ex vicesegretario del Pd di Matteo Renzi segretario, è considerato vicino alle posizioni dell’ex premier. Alla Cultura invece va Dario Franceschini del Partito democratico, che ritorna al governo dopo l’ultima esperienza con Gentiloni. È già stato ministro della Cultura, anche nel governo Renzi.

Alfonso Bonafede del Movimento 5 Stelle rimane alla Giustizia: è l’unico “big” tra i ministri del precedente governo a rimanere al suo posto.

Torna alla Home

About Author

Avatar

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WhatsApp Ricevi news su WhatsApp