Oggi il GOM compie vent’anni. Auguri ed onori al Gruppo Operativo Mobile della Polizia Penitenziaria

2
Share.
Vuoi essere aggiornato con tutte le VIDEO-NOTIZIE? Iscriviti al nostro canale!
Prima di leggere l' articolo perdi un secondo e metti mi piace sulla nostra pagina facebook

Oggi il Gruppo Operativo Mobile della Polizia Penitenziaria compie vent’anni di vita. Auguri ed onori al GOM.

LA STORIA

Il Gruppo Operativo Mobile della Polizia Penitenziaria è stato istituito con DM 19 febbraio 1999 firmato dal Ministro Oliviero Diliberto con il compito di curare le traduzioni ed i piantonamenti dei detenuti e internati ad altissimo indice di pericolosità e con particolare posizione processuale, da effettuare, per motivi di sicurezza e riservatezza, con modalità operative anche in deroga alle vigenti disposizioni amministrative in materia. Oltre a ciò, fu demandato al GOM di provvedere o partecipare al servizio di custodia dei detenuti sottoposti al regime di cui all’art. 41 bis Ordinamento Penitenziario, laddove esistesse l’opportunità di ulteriori misure di sicurezza; nonché dei detenuti “collaboratori di giustizia” ritenuti di maggiore esposizione a rischio.

E, ancora, intervenire nei casi previsti dal primo comma dell’art. 41 bis legge 26 luglio 1975 n. 354 e curare l’esecuzione di servizi di tutela e scorta assegnati alla responsabilità del Corpo di Polizia Penitenziaria dal Comitato provinciale o nazionale dell’Ordine e della Sicurezza Pubblica allorché interessassero personale in servizio presso l’Amministrazione penitenziaria esposto a particolari situazioni di rischio personale.
Al GOM fu anche chiesto di predisporre il servizio videoconferenze e, per quanto riguarda questo servizio, il personale Polizia Penitenziaria del Gruppo Operativo Mobile fu inviato a frequentare uno specifico corso di formazione, presso la Telecom. Il personale formato fu successivamente distribuito negli istituti penitenziari individuati come sedi per le video conferenze e tale servizio fu, in un secondo tempo, ceduto al personale effettivo del Corpo colà in servizio.
Il GOM, nel corso degli anni è stato chiamato più volte per effettuare le perquisizioni straordinarie anche in Istituti dove non sono presenti detenuti ristretti ex art. 41 bis O.P., isole comprese.

Nell’anno 2001, il personale del Gruppo Operativo Mobile, secondo la dicitura dell’epoca, contribuisce alla sicurezza del G8 di Genova, occupandosi della scorta degli arrestati e fornendo utili informazioni in sinergia con la Centrale Operativa interforze istituita ad hoc, circa la viabilità in quei giorni cruenti.
Dal 4 giugno 2007, a seguito di una più generale riorganizzazione strutturale dell’ Amministrazione Penitenziaria, è stato emanato un nuovo DM per attribuire al Gruppo Operativo Mobile una maggiore e più efficiente versatilità operativa, dettagliandone compiti e funzioni.
Il suo Direttore, da allora, viene nominato dal Capo del Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria tra gli ufficiali Generali del Ruolo ad esaurimento del disciolto Corpo degli Agenti di Custodia fino alla disponibilità di qualifiche dirigenziali nei ranghi della Polizia Penitenziaria.
Attualmente è diretto dal Generale di Brigata Mauro D’Amico.

Lo schema logico strutturale, con cui quest’ultimo provvedimento ministeriale ha riorganizzato il Gruppo Operativo Mobile, prevede delle deleghe, intrinseche all’incarico dirigenziale, che consentono un’autonoma gestione delle risorse umane e strumentali  per intervenire in tutte quelle situazioni di fatto che per la loro criticità debbono essere gestite con le modalità tipizzate dal primo comma dell’art. 41 bis o.p. e di assolvere ai prescritti compiti di vigilanza e custodia dei detenuti destinatari del provvedimento indicato dal secondo comma dell’appena citato art. 41 bis.
Per lo svolgimento dei compiti stabiliti dal secondo comma dell’art. 2 del DM del 2007, l’allora Ministro della Giustizia attribuì al Capo del Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria la competenza in ordine alla determinazione dell’organico del personale di Polizia da assegnare al Gruppo Operativo Mobile, su proposta del Direttore del GOM, acquisito il parere della Direzione Generale del Personale e sentite le organizzazioni sindacali maggiormente rappresentative del Corpo.
Il Capo Dap dispose anche l’istituzione dei reparti periferici, presso gli istituti ed i servizi della Amministrazione Penitenziaria, per realizzare in concreto le disposizioni impartite ai sensi dell’art. 41 bis o.p.
Attualmente il GOM è costituito da una sede logistica, dislocata presso la Scuola di Formazione Giovanni Falcone di Roma, dove ha sede l’ufficio del Direttore e dove è custodita la Bandiera di Istituto concessa al Gruppo Operativo Mobile della Polizia Penitenziaria con DPR dell’11 marzo 2011, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 71, del 28 marzo del 2011.

Al personale del Gruppo Operativo Mobile è stata concessa la Benemerenza dal Capo del Dipartimento della Protezione Civile per le attività svolte durante il terremoto dell’Aquila.
Dal Direttore del Gruppo Operativo Mobile dipendono 12 reparti periferici, 11 dislocati negli istituti penitenziari del centro nord ed uno presso la Casa Circondariale di Sassari, un centro servizi, situato presso il polo di Rebibbia a Roma, un’aliquota di personale presso la Casa Circondariale di Reggio Calabria per la gestione dei maxi-processi e un’autorimessa, così denominata dall‘Amministrazione Centrale, dove vengono accentrati tutti gli automezzi acquistati dal DAP per essere successivamente assegnati alle varie sedi.
Sin dalla sua istituzione il Gruppo Operativo Mobile ha prioritariamente svolto i compiti di custodia e vigilanza dei detenuti sottoposti allo speciale regime penitenziario previsto al secondo comma dell’art. 41 bis della legge n. 354/75, mantenendo a tutt’oggi il principio, già ritenuto rilevante, della rotazione del personale nei vari Reparti Operativi Mobili presenti sul territorio nazionale.


I Direttori del Gruppo Operativo Mobile

Dal 1999 al 2004 Gen. Alfonso Mattiello; Dal 2004 al 2005 Gen. Domenico Scialla; Dal 2005 al 2005 Ten. Col. Bruno Pelliccia; Dal 2005 al 2007 Gen. Mauro D’Amico; Dal 2007 al 2012 Gen. Alfonso Mattiello; Dal 2012 ad oggi Gen. Mauro D’Amico.

Torna alla Home

About Author

Avatar

2 commenti

  1. Avatar

    Ciao a tutti…Faccio parte di questo meraviglioso gruppo da 10 anni..Un esperienza unica..Sono orgoglioso di appartenerci..

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WhatsApp Ricevi news su WhatsApp