In memoria dell’Agente di Custodia Rocco D’Amato assassinato da un detenuto il 13 maggio 1983

0
Share.
Vuoi essere aggiornato con tutte le VIDEO-NOTIZIE? Iscriviti al nostro canale!
Prima di leggere l' articolo perdi un secondo e metti mi piace sulla nostra pagina facebook

Rocco D’Amato, Agente di Custodia
Polla (SA) 14 marzo 1963 – Bologna 24 giugno 1983

Assegnato alla casa circondariale di Bologna, all’epoca situata nel vecchio monastero di San Giovanni in Monte, dal 24 giugno del 1982, Rocco D’Amato, Agente di Custodia di vent’anni, la mattina del 13 maggio 1983 era di servizio alla quarta sezione. Durante la distribuzione dei generi alimentari un giovane detenuto di un’altra sezione si introdusse nel corridoio di questa. L’agente D’Amato, nel tentativo di bloccare il detenuto armato di un coltello rudimentale, fu da questo colpito a morte.

A Rocco D’Amato è stata intitolata la casa circondariale di Bologna.

Il 16 giugno 2009 l’Agente Rocco D’Amato è stato insignito di Medaglia d’Oro al Merito Civile alla Memoria con questa motivazione:

In servizio presso l’ex Carcere Giudiziario di Bologna, nel tentativo di contrastare litigi insorti tra detenuti e di far rispettare la disciplina veniva mortalmente ferito da un recluso, perdendo tragicamente la giovane vita. Fulgido esempio di elevato spirito di servizio e non comune senso del dovere, spinti fino all’estremo sacrificio. 13 maggio 1983 – Bologna

Torna alla Home

About Author

Avatar

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WhatsApp Ricevi news su WhatsApp