In ricordo del Sovrintendente Pietro Bombaci

0
Share.
Vuoi essere aggiornato con tutte le VIDEO-NOTIZIE? Iscriviti al nostro canale!
Prima di leggere l' articolo perdi un secondo e metti mi piace sulla nostra pagina facebook

Pietro Bombaci è stato uno dei primi agenti che ho conosciuto all’inizio della mia carriera quando, giovanissimo, arrivai nell’agosto del 1980 alla Casa Reclusione di Favignana. Lui aveva già undici anni  di servizio, essendosi arruolato l’8.3.1969

In ricordo del Sovrintendente Pietro Bombaci

Figlio della meravigliosa isola di Favignana dove era nato l’11 settembre del 1949, aveva prestato servizio  d’adozione, isola dove ha vissuto in varie carceri tra cui Capraia, Milano, Bergamo, Cremona e infine Trapani dove l’1.4.1995 aveva cessato il servizio.
Il male del secolo il 14 gennaio 2019, se l’è portato via.
Sono molto legato a quel periodo vissuto a Favignana, dove nacquero amicizie indissolubili che si sono protratte fino ad oggi. E c’era anche lui quando, tornai trionfante sull’isola dopo aver vinto al gioco a quiz Flash, di Mike Bongiorno, un fotografo del settimanale “Oggi” mi volle immortalare insieme ai colleghi che prestavano servizio alla CR Favignana.
L’ultima volta lo vidi al 1° San Giuliano Day, nel 2016, manifestazione da me creata per radunare annualmente i pensionati degli Agenti di Custodia e della Polizia Penitenziaria che avevano prestato servizio a Trapani.
Oggi suo genero, Vito Bonafede, lo ha voluto ricordare su fb con questo pensiero : “Dopo essersi battuto con ogni mezzo e con la forza e la grinta che lo hanno sempre contraddistinto, purtroppo Piero è volato in cielo a prendere posto tra gli angeli che lo hanno preceduto. Come i suoi amici ben sanno lui ogni mattina dava il buongiorno al mondo intero proprio qui, e per suo esplicito desiderio ha voluto che venisse comunicata la sua scomparsa da questa terra sempre qui, dove lui amava scrivere.  Piero ci guarderà tutti da lassù con l’amore e l’affetto di un padre che ha lasciato un vuoto incolmabile nei nostri cuori.
Di lui ricorderemo sempre la sua passione per la corsa, la sua inseparabile chitarra e la sua determinazione. R.I.P. Piero

 

Torna alla Home

About Author

Avatar

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WhatsApp Ricevi news su WhatsApp