Novara, i genitori mandavano francobolli con Lsd al figlio in carcere. Scoperti dalla polizia penitenziaria e denunciati

0
Share.
Vuoi essere aggiornato con tutte le VIDEO-NOTIZIE? Iscriviti al nostro canale!

C’era Lsd nei francobolli spediti in carcere al figlio. E per due volte una coppia di genitori glieli ha inviati pensando che lo stratagemma sarebbe sfuggito alle maglie dei controlli. Non è stato così: la polizia penitenziaria se ne è accorta e ha fatto scattare la denuncia. Per questo madre e padre sono finiti a processo e ora a testimoniare dovrà proprio essere il figlio, un giovane di 27 anni che era detenuto nel 2014. Sono due gli episodi, avvenuti nella casa circondariale di Novara, che la procura contesta loro: di aver spedito i francobolli intrisi di sostanza stupefacente una prima volta il 29 novembre, data in cui li avevano inviati via posta. Una seconda il 4 dicembre quando erano andati a far visita al figlio: durante un controllo erano stati trovati con una busta al cui interno c’era il francobollo “modificato”.

A rinforzare l’accusa contro i genitori c’era stata anche una perquisizione in casa loro: in quell’occasione, il 16 gennaio 2015, erano stati rinvenuti altri quattro francobolli carichi di anfetamine, come hanno dimostrato le analisi della polizia scientifica.

Fonte: repubblica.it

Torna alla Home

About Author

Avatar

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WhatsApp Ricevi news su WhatsApp