Padova, certificati di malattia agli agenti penitenziari:Assolti medici e agenti

0
Share.
Vuoi essere aggiornato con tutte le VIDEO-NOTIZIE? Iscriviti al nostro canale!

Il pm aveva chiesto la condanna per due medici e due agenti di polizia penitenziaria per false certificazioni mediche e truffa: ieri è arrivata l’assoluzione per tutti. Il fatto non sussiste. Per i fatti antecedenti al febbraio del 2011 è arrivata la prescrizione. Si tratta del dottor Bernardo Savona, 61 anni di Selvazzano, del collega Paolo Lo Conti, 44 anni, di Vernole (Lecce); gli agenti Giandonato Laterza, 36enne di Matera e Angelo Telesca, 40 anni. I due medici erano difesi dall’avvocato Ernesto De Toni. L’accusa era di truffa aggravata e violazione della legge speciale sull’ordinamento del lavoro nelle pubbliche amministrazioni. I medici avrebbero staccato con troppa facilità certificati di malattia a diciassette guardie del penitenziario Due Palazzi.

Il procedimento penale era nato nell’ambito della più ampia indagine sul “carcere colabrodo” che, nel luglio 2014, aveva portato a una quindicina di arresti tra agenti di polizia penitenziaria e detenuti. Tutto era partito grazie ad alcune intercettazioni telefoniche, oltre alle indagini sul personale in servizio. Il caso più clamoroso era stato quello che aveva coinvolto una guardia che nel 2012 aveva presentato 75 certificati da gennaio a dicembre, molti da un giorno, alcuni da due, per problemi più diversi, dalla dissenteria alla cefalea, dalla lombalgia alla faringite. Ma ora è arrivata l’assoluzione.

Fonte:ilmattinodipadova.it

Torna alla Home

About Author

Avatar

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WhatsApp Ricevi news su WhatsApp