<

Sassari, agenti aggrediti in carcere: rivolta al grido di “Allah Akbar”

2
Share.

Prima di leggere l' articolo perdi un secondo e metti mi piace sulla nostra pagina facebook
Pezzi di termosifone contro gli uomini della polizia penitenziaria. Non è la prima volta che il carcere di Sassari è teatro di simili episodi

Poi, in una cella del carcere di Bancali, nel Comune di Sassari, è esplosa la violenza. Ieri sera un detenuto ha perso le staffe all’interno del proprio alloggio, dando in escandenze e urlando “Allah Akbar”. Quindi ha preso a distruggere la cella, allagando tutta la sezione con l’acqua dell’impianto idrico e incitando alla violenza gli altri carcerati. Non pago, una volta che gli uomini della polizia penitenziaria sono intervenuti per cercare di ricondurlo alla ragione, li ha attaccati lanciando contro di loro alcuni pezzi di un termosifone. Infine si è barricato all’interno della propria cella, venendo neutralizzato solo dopo un certo tempo e con notevoli difficoltà
Alcuni agenti, colpiti, sono dovuti andare a farsi medicare nell’infermeria del penitenziario sardo.
Non è la prima volta, infatti, che gli agenti di custodia della prigione di Sassari sono oggetto di violenza da parte dei detenuti. A maggio di quest’anno due agenti erano stati aggrediti e dovettero essere ricoverati d’urgenza in ospedale. A febbraio i sindacati avevano chiesto “interventi urgenti” dopo che un imam dall’interno del carcere avrebbe inziato a minacciare di morte gli uomini della polizia penitenziaria e le loro famiglie.

Fonte: ilgiornale.it

La tua opinione conta, lascia un commento
Commenta

 

Torna alla Home

About Author

2 commenti

  1. Buonasera sono un agente di polizia penitenziaria che lavora presso il carcere di massima sicurezza di tolmezzo
    Sono anni che lavoro presso le sezioni detentive io sono del parere che devono cambiare molte regole devono essere più severe con uso del taser noi che lavoriamo in prima linea in sezione per garantire l’ordine e la sicurezza degli istituti dovremmo essere più tutelati e dotati di mezzi più sofisticati spero in un futuro che le cose cambino in meglio per noi agenti un saluto

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WhatsApp Ricevi news su WhatsApp