<

Sicurezza sul lavoro: la Commissione per gli interpelli

0
Share.
Prima di leggere l' articolo perdi un secondo e metti mi piace sulla nostra pagina facebook

Trattando da anni in qualità di “umile” rappresentante dei lavoratori, e non certamente da esperto laureato in “Tecniche della Prevenzione”, la materia della sicurezza sul lavoro, ho constatato in più occasioni quanto sia arduo districarsi da quelle che sono situazioni in cui la norma, seppure sufficientemente esaustiva, sia delle volte poco chiara.

La materia è assai impegnativa, e questo non solo lo abbiamo detto più volte ma lo viviamo concretamente ogni giorno sui nostri posti di lavoro. Ci sono difatti argomenti dove il dettato normativo non lascia dubbi, ma ce ne sono anche altri dove vi è una preoccupante incertezza sul come agire: chi deve fare cosa, chi deve fare quando, chi deve fare come, giusto per fare solo alcuni esempi.

Il legislatore, prevedendo tale circostanza, ha voluto creare un’opportunità purtroppo ad oggi, evidentemente perché poco conosciuta, limitatamente praticata.

Mi riferisco all’art. 12, d.lgs. 9 aprile 2008 n. 81, a mente del quale una serie di soggetti può presentare alla Commissione per gli interpelli, istituita dal Ministero del lavoro, della salute e delle politiche sociali con decreto direttoriale del 28 settembre 2011, quesiti di ordine generale sull’applicazione della normativa in materia di salute e sicurezza del lavoro.

La Commissione è composta da quattro rappresentanti del ministero del lavoro, della salute e delle politiche sociali e da quattro rappresentanti delle regioni e delle provincie autonome.

Qualora la materia di interpello investa competenze di altre amministrazioni pubbliche, la Commissione è integrata con rappresentanti delle stesse.

I soggetti titolati a presentare istanza d’interpello sono esclusivamente gli organismi associativi a rilevanza nazionale degli enti territoriali e gli enti pubblici nazionali, le organizzazioni sindacali dei datori di lavoro e dei lavoratori comparativamente più rappresentative sul piano nazionale e i consigli nazionali degli ordini o collegi professionali.

Nella pagina web, presente nel sito del Ministero del Lavoro, vi è una raccolta di tutte le istanze ed i relativi pareri della Commissione che sono concreta testimonianza dell’utilità di avvalersi di questo strumento per dirimere, come abbiamo detto, delicati aspetti su problematiche ricorrenti di carattere generale.

Per espressa disposizione di legge, le indicazioni fornite nelle risposte ai quesiti costituiscono criteri interpretativi e direttivi per l’esercizio delle attività di vigilanza.

E’ bene evidenziare, altresì, che la norma dispone che ogni istanza va rivolta alla menzionata Commissione esclusivamente tramite posta elettronica.

La tua opinione conta, lascia un commento
Commenta

Torna alla Home

About Author

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WhatsApp Ricevi news su WhatsApp

SUPPORTO

WHATSAPP

Vuoi Assistenza su Concorsi e Pensioni?

Abbiamo dedicato un esperto che ti assisterà per i CONCORSI ed un altro esperto che ti darà supporto per quanto riguarda le PENSIONI.