Sulmona, il poliziotto penitenziario aggredito con olio bollente incontrera’ i detenuti che lo hanno salvato

0
Share.
Vuoi essere aggiornato con tutte le VIDEO-NOTIZIE? Iscriviti al nostro canale!

L’assistente capo di Polizia penitenziaria, Andrea Paglieta, aggredito brutalmente nel giugno scorso da un ergastolano calabrese, affiliato alla ‘ndrangheta, nel carcere di via Lamaccio, abbraccerà i detenuti che lo hanno salvato.

Il poliziotto penitenziario venne colpito al volto con olio bollente, riportando ustioni e ferite assai gravi. Ma alcuni detenuti, alla vista della terribile aggressione, accorsero in soccorso dell’assistente capo, strappandolo dalle mani del pericoloso recluso e portandogli le prime cure. Il simbolico abbraccio, in segno di gratitudine e riconoscenza, avverrà il prossimo 8 novembre, in occasione della deposizione della corona d’alloro ai piedi della lapide che nel piazzale antistante il penitenziario sulmonese ricorda tutte le vittime del dovere. Il gesto simbolico ci sarà all’interno della casa di reclusione, dopo che lo stesso assistente capo Paglieta avrà deposto la corona d’alloro.

Un momento di alto significato inserito nel programma delle due giornate del VII Seminario nazionale di criminologia che si svolgerà a Sulmona l’otto e nove novembre prossimi.

Leggi anche: Ministro Bonafede incontra agente aggredito con olio bollente nel carcere di Sulmona

 

Fonte: http://www.reteabruzzo.com

Torna alla Home

About Author

Avatar

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WhatsApp Ricevi news su WhatsApp