<

Categoria: aggressioni

Due aggressioni nel carcere di Brindisi: vittime un detenuto e un poliziotto. Il Sappe: “Spray urticante e taser anche per la polizia penitenziaria”. I fatti che verranno denunciati dal sindacato sarebbero accaduti nei giorni 3 e 4 novembre, “ma si è avuta notizia solo ora poiché invece di cercare di evitare questi episodi, si fa il possibile per tenerli nascosti” scrive il Sappe. Il primo fatto sarebbe accaduto sabato 3 novembre nel cortile dei passeggi del carcere di Brindisi. Come denunciato dal sindacato, alcuni detenuti si sono scagliati contro un detenuto extracomunitario, aggredendolo e colpendolo con violenza. A questo punto…
Una protesta tanto stupida quanto ingiustificata è stata commessa oggi da tre detenuti stranieri nel carcere di Opera. La notizia è diffusa dal Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria SAPPE, che torna a lanciare l’allarme sulla recrudescenza di eventi critici e violenti nelle carceri del Paese. Commenta Alfonso Greco, segretario regionale per la Lombardia del SAPPE: “È di qualche ora fa la notizia dell’ennesimo evento critico avvenuto presso la Casa di Reclusione di Milano Opera. Tre detenuti stranieri hanno messo in subbuglio la Sezione detentiva del I Reparto per ragioni ancora da accertare, cercando di aggredire anche il personale di polizia penitenziaria…
SULMONA – “Se sono qui lo devo soprattutto ai detenuti che sono intervenuti a mio favore e al personale di Polizia Penitenziaria che mi ha soccorso ma anche agli operatori del reparto di chirurgia dell’ospedale di Sulmona che sono stati bravissimi”. Lo ha affermato questa mattina ai microfoni di Onda Tg Andrea Paglieta, l’agente penitenziario aggredito con olio bollente in carcere da un ergastolano lo scorso mese di giugno, che è intervenuto nella cerimonia di commemorazione delle vittime del dovere, deponendo una corona d’alloro nel piazzale del penitenziario a loro dedicato. Lo sguardo umile, commosso e il pensiero grato per…
Un trentacinquenne di origine algerina detenuto nel carcere di Marino del Tronto ad Ascoli ha picchiato tre agenti della polizia penitenziaria che erano entrati nella sua cella per calmarlo. Il nordafricano, che si trova recluso per reati connessi con il traffico di sostanze stupefacenti, improvvisamente, ha iniziato a dare in escandascenze così come aveva fatto in altre occasioni. A quel punto tre guardie carcerarie hanno deciso di intervenire per calmarlo ma subito dopo aver aperto la porta della cella sono state aggredite. Ne è nata una violenta colluttazione al termine della quale i tre agenti hanno dovuto far ricorso alle…
FROSINONE, NON SI FERMA LA SPIRALE DI VIOLENZA NEL CARCERE: ISPETTORE DI POLIZIA AGGREDITO. IL SAPPE PROTESTA Permane alta la tensione nelle carceri del LAZIO. Ieri si è verificata una aggressione ad un Ispettore di Polizia penitenziaria nel carcere di Frosinone. “Una situazione allucinante, tanto più grave se si considera che questa è l’ennesima aggressione che avviene in un carcere del Lazio”, commentano Franco d’Ascenzi e Piero Pennacchia, dirigenti regionali del Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria SAPPE, il primo e più rappresentativo della Categoria. “A distanza di pochissimi giorni, l’ennesima aggressione da parte di un detenuto ad un Ispettore Coordinatore del Reparto, lo…
Permane alta la tensione nelle carceri della Liguria. Ieri mattina si è verificata una aggressione ad una poliziotta penitenziaria nel carcere di Pontedecimo.“Una situazione allucinante, tanto più grave se si considera che questa è l’ennesima aggressione che avviene in un carcere della Liguria”, commenta Michele Lorenzo, segretario nazionale per la Liguria del Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria SAPPE. “Non si ferma il numero elevatissimo di aggressione nelle carceri liguri. Una detenuta italiana di giovane età ha aggredito a calci una poliziotta penitenziaria del carcere di Pontedecimo colpendola ripetutamente, incrinando delle costole con una prognosi di 15 giorni. Sappiamo che la vita nel carcere è…
L’assistente capo di Polizia penitenziaria, Andrea Paglieta, aggredito brutalmente nel giugno scorso da un ergastolano calabrese, affiliato alla ‘ndrangheta, nel carcere di via Lamaccio, abbraccerà i detenuti che lo hanno salvato. Il poliziotto penitenziario venne colpito al volto con olio bollente, riportando ustioni e ferite assai gravi. Ma alcuni detenuti, alla vista della terribile aggressione, accorsero in soccorso dell’assistente capo, strappandolo dalle mani del pericoloso recluso e portandogli le prime cure. Il simbolico abbraccio, in segno di gratitudine e riconoscenza, avverrà il prossimo 8 novembre, in occasione della deposizione della corona d’alloro ai piedi della lapide che nel piazzale antistante…
Due fratelli detenuti nel carcere di Melfi (Potenza) hanno aggredito un agente della polizia penitenziaria. E’ successo verso le 10 di questa mattina Melfi, poliziotto ferito gravemente da due fratelli detenuti. Due fratelli detenuti nel carcere di Melfi (Potenza) hanno aggredito un agente della polizia penitenziaria. E’ successo verso le 10 di questa mattina. Secondo la prima ricostruzione, uno avrebbe infatti bloccato il poliziotto mentre il secondo lo colpiva, senza apparente motivo. Il ferito è stato quindi ricoverato nell’ospedale di Melfi. I due fratelli sono ristretti per ricettazione, furto e droga. Uno con fine pena 2021 e l’altro 2026. Fonte: cronachedi.it…
FROSINONE, NON SI FERMA LA SPIRALE DI VIOLENZA NELLE CARCERI DELLA REGIONE LAZIO: AGENTE DI POLIZIA PENITENZIARIA AGGREDITI. IL SAPPE PROTESTA Permane alta la tensione nelle carceri del LAZIO. Oggi pomeriggio si è verificata una aggressione ad un poliziotto penitenziario nel carcere di Frosinone. “Una situazione allucinante, tanto più grave se si considera che questa è l’ennesima aggressione che avviene in un carcere del Lazio”, commentano Franco d’Ascenzi e Piero Pennacchia, segretari frusinati del Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria SAPPE, il primo e più rappresentativo della Categoria. “Oggi pomeriggio l’ennesima aggressione da parte di un detenuto straniero ad un’Assistente della Polizia Penitenziaria. E’…
Il prossimo 9 novembre metteremo in atto un sit davanti all’istituto di Marassi. Questo ennesimo episodio di violenza è un ulteriore elemento che giustifica la nostra protesta: è inconcepibile osservare inermi questi episodi che coinvolgono la Polizia Penitenziaria, diventata un bersaglio per la popolazione detenuta». Questo il commento del Sappe – il Sindacato di Polizia Penitenziaria – a seguito dell’ultimo episodio di violenza cui la struttura penitenziaria di Marassi ha fatto da sfondo. Leggi anche: Rissa tra detenuti nel teatro del carcere di Marassi La violenza – Pare che un detenuto del carcere – momentaneamente traferito all’interno dell’infermeria della struttura -…
Il recluso, un calabrese con disturbi psichici, ha assalito con calci, pugni e morsi tre poliziotti. Sappe annuncia una manifestazione davanti alla casa circondariale di Palermo Nel carcere di Messina un detenuto calabrese ha aggredito all’improvviso e senza nessun apparente motivo un agente di polizia penitenziaria. A renderlo noto è il segretario nazionale per la Sicilia del Sappe, Lillo Navarra. In aiuto della vittima sono intervenuti due colleghi. L’aggressore ha continuato a dare calci, pugni e morsi e i tre agenti sono stati trasportati al pronto soccorso, dove li hanno giudicati guaribili in 10 giorni. “Quanto verificatosi – ha affermato…
Il sindacato: “Le aggressioni in Italia aumentano: ora oltre 9500 all’anno” Un detenuto straniero ha aggredito la polizia penitenziaria con una spranga di ferro di una finestra, dopo aver sfasciato la stanza. E’ successo in mattinata nel carcere bolognese della Dozza, come riferiscono Giovanni Battista Durante, segretario generale aggiunto del Sappe e Francesco Campobasso, segretario nazionale. Per fermare l’uomo, ristretto in infermeria e probabilmente con problemi psichici, cinque agenti sono rimasti feriti o contusi. “Il problema delle aggressioni è sempre più grave, a causa di un popolazione detenuta riottosa al rispetto delle regole e, in parte, con disagio psichiatrico difficile…
Il sindacato Sappe protesta davanti agli istituti  per fermare un anno record: 3.545 casi nei primi sei mesi, con 571 feriti Le aggressioni in carcere, ai danni degli agenti della polizia penitenziaria, sono un fenomeno in continuo e forte aumento. Secondo i calcoli del Sappe, il Sindacato autonomo della polizia penitenziaria, le aggressioni erano state 4.688 nel 2015, 6.552 nel 2016, ed erano salite poi a 7.446 l’anno scorso, ma già nei primi sei mesi di quest’anno il livello è arrivato alla cifra record di 3.545. Il dato autorizza a stimare un totale vicino agli 8mila casi entro la fine dell’anno, anche perché in luglio…
E’ quanto denuncia il segretario aggiunto del Sappe, il sindacato della polizia penitenziaria, Battista Durante: “Diciamo basta a questa situazione di inaudita violenza nelle carceri” Ancora un’aggressione in un carcere calabrese. E’ accaduto ieri a Paola dove un detenuto di origini albanesi mentre si recava nell’apposito locale per effettuare una telefonata ha aggredito un poliziotto della Penitenziaria. “Una violenza – denuncia il Sappe, il sindacato della polizia penitenziaria – ingiustificata nei confronti di un assistente capo”. Un collega dell’agente è intervenuto per cercare di fermare l’aggressore e, nel frattempo, un altro detenuto albanese è uscito dalla saletta dove si trovava…
Nei giorni scorsi aveva aggredito e ferito alcuni agenti di polizia penitenziaria, ora il detenuto – ricoverato nel reparto psichitria del Santissima Trinità, Cagliari, ha ripetuto la stessa azione nei confronti di un altro agente. La denuncia arriva dal Sappe, il Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria e a ricostruire l’intera vicenda è il segretario provinciale, Ignazio Pireddu. “Un’aggressione, l’ennesima, violenta ingiusta ed ingiustificata, che deve essere stigmatizzata e condannata senza alcun indugio e che merita severi e adeguati provvedimenti disciplinari e penali – si legge in una nota – . Il nostro collega, come anche gli altri feriti, sono stati colpiti…
Quel che è successo nelle ultime settimane nelle carceri italiane testimonia, se ancora ve ne fosse stato il bisogno, che la situazione è allarmante peggio di ogni pur funesta aspettativa. Aggressioni, colluttazioni, risse, ferimenti, tentati suicidi: non c’è un giorno nel quale non perviene da uno degli oltre 200 penitenziari per adulti e minori il segno tangibile della invivibilità delle nostre carceri, che vedono spesso gli appartenenti al Corpo vittime di queste costanti, continue ed inaudite violenze. Violenze, ripeto, continue e inaccettabili, che dovrebbero indurre il Ministero della Giustizia ed il Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria a trovare al più presto soluzioni…
Ennesima aggressione ad un agente di Polizia Penitenziaria in Calabria, nella tarda serata di ieri un detenuto italiano ristretto nel circuito alta sicurezza della casa circondariale di Cosenza ha aggredito un assistente capo della Polizia penitenziaria che è dovuto ricorrere alle cure dei sanitari dell’ospedale, dove hanno certificato una prognosi di 15 giorni. A denunciare la vicenda sono stati Giovanni Battista Durante, segretario generale aggiunto del Sappe e Damiano Bellucci, segretario nazionale. «L’episodio – affermano i sindacalisti – è avvenuto al rientro del detenuto in sezione dopo essere stato sottoposto ad una visita medica. Sembra, tra l’altro, che il soggetto,…
Ancora alta tensione nell’ospedale Santissima Trinità di Cagliari per l’aggressione a due poliziotti penitenziari da parte di un detenuto ricoverato con gravi problemi psichiatrici. L’episodio segue al fatto di ieri con un recluso che aveva ferito altri due agenti. Lo denuncia Ignazio Pireddu, segretario provinciale del Sindacato autonomo Polizia penitenziaria (Sappe). Pireddu ha inviato una lettera al proprio leader nazionale, Donato Capece, al ministro Alfonso Bonafede (M5s) e al Capo del Dap (Dipartimento amministrazione penitenziaria) perché si intervenga: “Quelle di Cagliari – si legge nella nota – sono gravi e intollerabili aggressioni ao poliziotti. La situazione nelle nostre carceri resta allarmante e la realtà è che…
A dare la notizia è Maurizio Somma, segretario nazionale per il Lazio del Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria SAPPE: “Ieri abbiamo registrato l’ennesima aggressione ad un Agente in servizio di Cassino da parte di un detenuto africano di circa 30 anni, già noto per comportamenti contrari al rispetto dell’ordine e della sicurezza e che era in possesso di lamette con le quali evidentemente tentare di porre in essere gesti violenti. Lo straniero pretendeva di parlare con il Comandante di Reparto o con un Ispettore di sorveglianza e, per farlo, ha aggredito l’Agente di servizio dicendo: “Ora vediamo se non mi riceve”. L’uomo ha ferito…
Ferrara, 4 ottobre 2018 – Ha afferrato per il collo il medico e gli ha puntato una lametta alla gola. Il tutto per ottenere il trasferimento in un altro penitenziario. Sono stati attimi di tensione quelli vissuti all’ora di pranzo di ieri nel carcere di via Arginone. Protagonista della vicenda è un detenuto italiano di 48 anni, tossicodipendente. L’uomo era andato a prendere il metadone in infermeria e, in quel frangente, ha dato in escandescenza. Ha dapprima spintonato l’agente in servizio nella stanza e poi ha sequestrato per circa trenta minuti il medico di guardia del carcere, una donna, tenendola per un braccio e puntandole una lametta alla gola. Solo…
WhatsApp Ricevi news su WhatsApp