Categoria: cinema dietro le sbarre

rubrica rivista

Ottima opera cinematografica di Alan Parker sul controverso tema della pena di morte. The Life of David Gale è uno dei pochissimi film che riesce perfettamente a coniugare la componente thrilller, rappresentata dai due giornalisti che indagano, con l’indagine civile e politica, senza mai finire nel banale e nello scontato e non facendo mancare la celebre sorpresa finale. David Gale è un detenuto condannato a morte per lo stupro e l’omicidio di una donna, ed è recluso in un carcere del Texas. A tre giorni dall’esecuzione, il suo avvocato concorda un’intervista esclusiva con una delle maggiori testate giornalistiche al costo…

Torna alla Home

Il film Un condannato a morte è fuggito racconta la storia di un partigiano francese imprigionato dai nazisti durante il regime di Vichy, che prepara ed organizza nei minimi dettagli la fuga che dovrà salvarlo dalla condanna a morte. François Truffaut scrisse a quei tempi: “Per me ‘Un condannato a morte è scappato’, oltre ad essere il più bel film di Robert Bresson, è anche il film francese più significativo degli ultimi anni.” La pellicola inizia con l’inquadratura di un carcere francese, nel 1943, dove erano detenute le vittime dei nazisti, con una didascalia di Robert Bresson che informa che…

Torna alla Home

Il film L’alba della libertà è basato sul documentario del 1997 dal titolo Il piccolo Dieter vuole volare diretto dallo stesso Werner Herzog e ispirato alla vera storia di Dieter Dengler, raccontata nel suo romanzo autobiografico del 1979 intitolato Fuga dal Laos.  I fatti si svolgono nel 1965, poco prima che iniziasse la guerra in Vietnam, quando il pilota dell’aviazione navale della Marina degli Stati Uniti di origine tedesca Dieter Dengler, viene inviato in missione per bombardare il Laos. Purtroppo, durante l’operazione, l’aereo viene abbattuto e lui viene fatto prigioniero. Finisce in un campo di prigionia in mezzo alla giungla…

Torna alla Home

In un carcere londinese i detenuti si rifiutano di rientrare nelle loro celle dopo l’ora d’aria.  Nonostante una pioggia incessante, la protesta dei carcerati continua ad oltranza anche se il direttore del penitenziario riesce a convincere gran parte di loro a rientrare nelle celle, fino a quando, alla fine, restano solo quattro detenuti nel cortile e altri due nelle cucine. Proprio nelle cucine scoppia una rissa che provoca l’intervento del personale di custodia. Dopo l’intervento della Polizia Penitenziaria i sei detenuti finiscono in infermeria, dove incontreranno Sam, un vecchio detenuto un po’ eccentrico e sofferente di cuore e che, in…

Torna alla Home

WhatsApp Ricevi news su WhatsApp