<

Categoria: governo

E’ stata pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n.281 del 3 dicembre 2018 la Legge 1 dicembre 2018, n. 132 recante “Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 4 ottobre 2018, n. 113, recante disposizioni urgenti in materia di protezione internazionale e immigrazione, sicurezza pubblica, nonché misure per la funzionalità del Ministero dell’interno e l’organizzazione e il funzionamento dell’Agenzia nazionale per l’amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata. Delega al Governo in materia di riordino dei ruoli e delle carriere del personale delle Forze di polizia e delle Forze armate”. Il “decreto sicurezza”, così come modificato dalla legge di conversione, si articola in 40 articoli suddivisi nei seguenti…

Torna alla Home

Si è svolto a Roma un incontro al Ministero della Giustizia tra il Sottosegretario di Stato Vittorio Ferraresi ed una delegazione del Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria, guidata dal Segretario Generale del SAPPE Donato Capece. “Si è trattato di un incontro molto produttivo ed interessante, che ha affrontato diversi argomenti di importanza fondamentale per il Corpo di Polizia e per l’Amministrazione tutta”,commenta Capece. “Abbiamo rappresentato al Sottosegretario Ferraresi due aspetti importanti. Il primo è quello legato allo scorrimento delle graduatorie degli idonei non vincitori dei diversi concorsi di Agente di Polizia Penitenziaria, che si sono sviluppati negli ultimi anni: sono i concorsi a 1.220, 300+100 e 197…

Torna alla Home

l « decreto Salvini» che è stato approvato in via definitiva dalla Camera diventando legge, introduce una serie di novità in tema di immigrazione e sicurezza. Ecco i punti principali del provvedimento. STRETTA SUI PERMESSI – Si abroga il permesso di soggiorno per motivi umanitari, sostituito da “permessi speciali” temporanei, 6 le fattispecie previste: motivi di salute di particolare gravità; calamità nel paese d’origine; atti di valore civile; vittime di tratta; violenza domestica; e grave sfruttamento. PIÙ TEMPO NEI CPR – La durata massima del trattenimento degli stranieri nei Centri di permanenza per il rimpatrio passa da 90 a 180 giorni. Si…

Torna alla Home

Uno stanziamento di 180 milioni in 5 anni per la sicurezza nelle carceri, un piano straordinario di assunzioni e nuovi concorsi. A illustrare gli interventi del Governo ai Sindacati di Polizia Penitenziaria è stato il Sottosegretario alla Giustizia Jacopo Morrone, nel corso di un incontro che si è tenuto nella Sala livatino del Ministero di Via Arenula. Un incontro proficuo, di alto livello, da cui sono emersi spunti molto interesaanti e importanti, ha commentato Morrone. “Ci saranno altri appuntamenti, su temi specifici, come mi hanno chiesto gli interlecutori, ma credo che sugli argomenti di maggior rilievo ci sia di massimo…

Torna alla Home

Le misure di tutela personale occupano 2.072 unità delle forze dell’ordine: 910 poliziotti, 776 carabinieri, 290 finanzieri e 96 operatori della polizia penitenziaria A breve partirà una razionalizzazione delle 585 scorte attualmente in vigore, di cui 15 per personalità nei confronti delle quali c’è massima allerta. Lo affermano fonti del Viminale sottolineando che la questione è stata affrontata ieri nel corso del Comitato nazionale per l’ordine e la sicurezza pubblica. L’obiettivo del ministro dell’Interno Matteo Salvini è una verifica dei dispositivi di protezione per evitare errori di valutazione e, inoltre, prevenire abusi e sprechi. Le scorte oggi in vigore occupano…

Torna alla Home

Il sottosegretario alla Giustizia, Jacopo Morrone, ha fortemente sostenuto questa proposta formulata dallo stesso procuratore nazionale e recepita nel maxi emendamento governativo su cui il Senato ha espresso il voto di fiducia“ Polizia penitenziaria, nasce il nucleo alle dipendenze del procuratore nazionale antimafia e antiterrorismo “Tra i motivi di soddisfazione per il voto favorevole del Senato al decreto Sicurezza, c’è anche quello che la sua approvazione dà il via libera alla costituzione di un apposito nucleo di personale del Corpo di Polizia penitenziaria assegnato alle dirette dipendenze funzionali del Procuratore nazionale antimafia e antiterrorismo per supportare e coadiuvare le attività…

Torna alla Home

Un sostegno economico alla Polizia Penitenziaria. Con l’approvazione del decreto sicurezza in Senato, entrano nella legge nuovi stanziamenti per il Corpo per un totale di oltre 196 milioni di euro. Sei milioni saranno già a disposizione entro la fine del 2018: di questi, oltre quattro milioni e mezzo verranno destinati all’acquisto di nuove uniformi e di vestiario per gli agenti. Nel 2019 alla forza di polizia saranno destinati 15 milioni, mentre a partire dal 2020 e sino al 2026 la Penitenziaria potrà disporre di 25 milioni all’anno. Una boccata d’ossigeno necessaria per intervenire con urgenza sul potenziamento, sull’implementazione e sull’aggiornamento…

Torna alla Home

Nei giorni scorsi è stato presentato il decreto legge immigrazione e sicurezza pubblica n. 113/2018 e il relativo disegno di legge di conversione, atto Senato n. 840. Il decreto legge si articola in tre parti, riguardanti l’immigrazione, la sicurezza pubblica e l’organizzazione dell’amministrazione civile del Ministero dell’Interno e dell’Agenzia Nazionale per i beni sequestrati o confiscati alla criminalità organizzata. Per quanto riguarda la parte relativa alla sicurezza ci siamo attivati immediatamente, riuscendo ad ottenere un’audizione in Commissione Affari Costituzionali al Senato, oltre ad aver scritto ai ministri interessati e ad aver incontrato alcuni esponenti del gruppo di Forza Italia, tra…

Torna alla Home

La Legge di Bilancio 2019 è arrivata finalmente in Parlamento; il testo ufficiale della manovra finanziaria pensata dal Governo, quindi, è stato svelato insieme alle novità previste per le Forze Armate, di Polizia e Vigili del Fuoco. Nel dettaglio, per quanto riguarda le Forze dell’Ordine la Legge di Bilancio si muove in tre direzioni:  assunzioni straordinarie Forze di Polizia (articolo 30) e Vigili del Fuoco (articolo 31);  rinnovo contrattuale 2019-2021 (articolo 34);  riordino dei ruoli e delle carriere (articolo 36). Obiettivo primario, quindi, è quello di incrementare gli organici delle Forze dell’Ordine e nel contempo di valorizzare economicamente il personale in servizio procedendo con il rinnovo contrattuale, visto che il precedente accordo è in scadenza il 31…

Torna alla Home

Buone notizie sul fronte potenziamento della sicurezza delle strutture penitenziarie e per il rinnovo di uniformi e vestiario degli agenti di polizia penitenziaria. Grazie agli emendamenti al DL sicurezza a prima firma Movimento 5 stelle, in arrivo 154 milioni di euro per attrezzature, ristrutturazione, manutenzione edifici e adeguamento dei sistemi di sicurezza, altri 5 milioni di euro per tutte le esigenze del corpo di polizia penitenziaria legate a nuove uniformi e vestiario, più altri 20 milioni di euro di fondi di riserva speciale. Sono particolarmente felice di poter finalmente dare, anche in virtu’ della delega che mi compete, il giusto…

Torna alla Home

Il SAPPE si appella al Premier Conte ed ai responsabili dei Dicasteri di Interno Salvini, Pubblica Amministrazione Bongiorno e Giustizia Bonafede: “Mi sembra che nel DEF non vi sia alcuna certezza circa i fondi da riservare al Comparto Sicurezza e Difesa per le assunzioni, l’acquisto di divise e mezzi e per il rinnovo del contratto di tutti gli Operatori di Sicurezza dello Stato, prossimo alla scadenza. In campagna elettorale si sono sprecate le promesse che assicuravano maggiori attenzione e sensibilità verso coloro che quotidianamente garantiscono con mille sacrifici e pericoli la sicurezza pubblica e lo stato sociale, nelle carceri e nelle…

Torna alla Home

L’esecutivo guidato da Giuseppe Conte, con il sostegno dei due unici leader politici di maggioranza, Matteo Salvini e Luigi Di Maio,  è ormai nel pieno della sua attività di governo. In questi pochi mesi il leader della Lega ha quasi raddoppiato i consensi del suo partito, passando da poco più del 17% delle elezioni, a oltre il 30% attuale, mentre Di Maio e il suo movimento, sempre stando ai sondaggi, avrebbero perso circa quattro punti percentuali, conservando, comunque, un consenso molto alto, che sfiora il 30%. Insieme supererebbero il 60%. E’ del tutto evidente che i due leader, al momento,…

Torna alla Home

WhatsApp Ricevi news su WhatsApp