<

Trani, scoperti dalla Penitenziaria droga e telefonini nascosti vicino la recinzione

0
Share.
Prima di leggere l' articolo perdi un secondo e metti mi piace sulla nostra pagina facebook

L’obiettivo era quello di introdurre all’interno del Carcere di Trani sostanze stupefacenti oltre ad un telefono cellulare. Quasi mezzo chilo, tra cocaina e hascisc. Questa la scoperta della polizia penitenziaria che ha trovato tutto nascosto a ridosso del muro di cinta della casa circondariale tranese. Gli agenti, con l’ausilio del Distaccamento Cinofili Antidroga, hanno smascherato il tentativo, perpetrato probabilmente dai parenti di un detenuto, di introdurre droga in carcere e di permettere di intrattenere traffici telefonici illeciti con l’esterno.
Dalla direzione del penitenziario fanno sapere che sarà incrementato l’utilizzo delle unità cinofile antidroga e verranno rafforzati i controlli all’esterno e in tutti i punti nevralgici dell’istituto. Sono in corso le indagini per accertare in che modo il cellulare e la droga doveva entrare in carcere, se il telefono sia stato utilizzato e a chi era destinato lo stupefacente sequestrato.

Leggi anche: Salerno, va a trovare il compagno in carcere con la droga nelle parti intime. Scoperta dai Cinofili della Penitenziaria

Fonte:traniviva

Torna alla Home

About Author

Lascia un commento

WhatsApp Ricevi news su WhatsApp