<

Vigevano: la Polizia Penitenziaria trova droga in carcere e uno smartphone

0
Share.
Prima di leggere l' articolo perdi un secondo e metti mi piace sulla nostra pagina facebook

Brillante operazione della Polizia Penitenziaria ria presso la Casa di Reclusione di Vigevano che, dimostrando, ancora una volta, capacità e professionalità fuori dal normale, ha messo fine a un traffico di sostanze stupefacenti all’interno dell’istituto. Nella notte dell’8 Novembre attraverso una perquisizione straordinaria effettuata in maniera congiunta dal personale di Vigevano e di altri istituti, con l’apporto importante dell’unità cinofila, sono stati rinvenuti, oltre ad oggetti non consentiti, una quantità di droga e un telefono cellulare anche se ben occultati dai ristretti.
Il plauso delle Sigle firmatarie della presente al personale operante tutto.
I fatti dimostrano che la vigilanza dinamica, assieme alla cronica mancanza di personale e alle innumerevoli iniziative trattamentali talvolta organizzate all’ultimo momento e con poco personale, ha ridotto al minimo i controlli di sicurezza. Inoltre, tali ritrovamenti dimostrano sempre più che la Polizia Penitenziaria dovrebbe essere dotata di strumentazione tecnologica per contrastare l’uso indebito di telefonini all’interno degli istituti da parte dei detenuti
“.

Leggi anche: I microtelefoni in carcere e “La caverna di Aladino”

Fonte: .vigevano24.it

La tua opinione conta, lascia un commento
Commenta

Torna alla Home

About Author

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WhatsApp Ricevi news su WhatsApp